ADV

 

Raduno del Cavallo Murgese, l'Amministrazione risponde: "L'opposizione non sa di cosa parla"

12 12Campionessa Assoluta Fattrici Neda di Nicola SaponariNOCI (Bari) - Riceviamo e pubblichiamo una nota inviata in redazione dall'Amministrazione Comunale - firmata dall' Assessore Natale Conforti e dal consigliere comunale Barbara Lucia - che intende dare seguito alle spiegazioni ai recenti attacchi che l'opposizione ha voluto sollevare in relazione al mancato Raduno del Cavallo Murgese. 

Raduno Cavallo Murgese: l’opposizione non sa di cosa parla

L’Amministrazione spiega le ragioni del rinvio e ringrazia allevatori, preparatori e conduttori distintisi al Mercato-Concorso di Martina Franca

Torna, puntuale come ogni anno, al termine del Mercato-Consorso del Cavallo Murgese che si è svolto a Martina Franca dal 26 novembre al 1 dicembre scorsi, il comunicato a firma dei consiglieri D’Aprile, Mansueto, Liuzzi e Morea in cui, ancora una volta facendo confusione, si attribuisce a questa Amministrazione la responsabilità del fatto che il Raduno del Cavallo Murgese previsto dal 6 all’8 settembre scorsi non si è più svolto.

Torniamo a dire che i consiglieri di opposizione sono male informati, se parlano di “vana attesa”, “mancato appuntamento con il mondo agricolo”, “disinvolto silenzio” e “presa in giro”.

E copiamo e incolliamo dal comunicato trasmesso dal Sindaco lo scorso anno. Innanzi tutto occorre fare una distinzione tra il Raduno del Cavallo Murgese che si svolgeva a Noci e lo storico Mercato-Concorso con annessa Mostra nazionale del libro genealogico del Cavallo Murgese che si svolge a Martina Franca, sede dell’A.N.A.M.F. (Associazione Nazionale Allevatori del Cavallo delle Murge e dell’Asino di Martina Franca) dal 1948. Trattasi, infatti, di due manifestazioni differenti: la prima è un raduno, che ha lo scopo di mostrare le attitudini della razza Cavallo Murgese; la seconda è una fiera vera e propria, che ha come finalità l’iscrizione dei capi al libro genealogico. Quindi trattasi di un evento per nulla simile a quello nocese.

Ricordiamo che a partire dal 2013, le risorse destinate all’organizzazione di questi eventi sono gestite dall’ARA Puglia, la quale ha operato una politica volta ad organizzare manifestazioni utili all’iscrizione al libro genealogico, in un’ottica di valorizzazione delle specificità dei territorio. In questo senso, Noci ospita stabilmente, ogni anno, la Mostra Interregionale Bovina che, invece, prima si svolgeva ad anni alterni a Noci e Martina Franca; mentre Martina Franca continuerà ad ospitare il Mercato-Concorso del Murgese, come ha sempre fatto.

Il 18 settembre 2018, come già comunicato lo scorso anno, vi fu a Palazzo di Città una riunione con il Presidente dell’Associazione Regionale del Cavallo Murgese Francesco Gentile, la segretaria Vanna Laera e un altro membro dell’associazione, al fine di comprendere alcune delle problematiche riscontrate in passato e per avviare un’interlocuzione atta a ipotizzare la possibilità di tornare ad organizzare a Noci un raduno del Murgese. Secondo modalità differenti, dal momento che alle ultime edizioni dei Raduni organizzati a Noci, gli allevatori nocesi erano stati pressoché assenti, poiché l’evento non portava agli stessi alcun vantaggio economico. La manifestazione nocese dedicata alla nostra razza equina autoctona, infatti, puntava molto sull’esaltazione delle attitudini e della versatilità del cavallo murgese, messa in mostra in particolare durante gli spettacoli serali, che hanno visto protagonisti per lo più i circoli ippici, e che erano effettivamente apprezzati da tantissime persone, ed in particolar modo dalle famiglie e dai bambini.

Proprio per questo motivo, sono stati avviati tutti i contatti necessari con il Presidente dell’Associazione Regionale del Cavallo Murgese Francesco Gentile e con il Presidente dell’ARA Puglia Pietro Laterza, per verificare la possibilità di poter organizzare, Comune di Noci e Associazione Regionale del Cavallo Murgese di Noci insieme, in modo autonomo sia dal punto di vista organizzativo che economico, una manifestazione che avesse lo scopo di promuovere la razza Cavallo Murgese, da tenersi nella prossima primavera.

Promessa mantenuta. E ricostruiamo i fatti. Il 5 marzo scorso i sottoscritti hanno incontrato presso la sede comunale l’Associazione Regionale del Cavallo Murgese nelle persone del Presidente Francesco Gentile, della segretaria Vanna Laera e di un altro membro dell’associazione. In quell’occasione si concordarono modi e tempi per l’organizzazione dell’evento, previsto per gli inizi di settembre. Il 15 marzo veniva pubblicato l’Avviso (con scadenza 12.04.2019) rivolto ad enti e associazioni che intendessero inserire le proprie iniziative nel calendario Noci Estate 2019, al l’Associazione partecipava con istanza protocollata il 12 aprile. L’Amministrazione, accogliendo l’istanza presentata, impegnava con Determina n. 589/2019 la somma di € 5.000,00 (e precisiamo che nessuna Amministrazione aveva prima contribuito economicamente alla manifestazione in questione) più concessione gratuita del Foro Boario e supporto tecnico, a fronte di un piano economico presentato di € 28.000,00, con l’impegno da parte dell’Assessore Conforti ad aiutare l’Associazione a rinvenire ulteriori risorse. Difatti, tenendo fede a questo impegno, erano stati concordati ulteriori risorse dalla Camera di Commercio di Bari.E precisiamo che la lettera di concessione delle liberalità indicate non è stata mai neppure ritirata dall’Associazione.

Pertanto l’evento è stato inserito nel cartellone Noci Estate 2019 e comunicato come tutte le altre manifestazioni in programma. Con l’impegno concordato a comunicarlo già partire da giugno, in modo tale da poter garantire la massima partecipazione allo stesso, anche a fronte dell’impegno e economico e logistico assunto. Ma – come dicono i consiglieri di opposizione – “campa cavallo”! Difatti, non avendo avuto più alcuna notizia dall’Associazione ed essendo evidentemente venuti meno gli accordi presi sulla comunicazione e pubblicizzazione della manifestazione, sono seguiti diversi tentativi da parte nostra di contattare gli organizzatori. Tutti miseramente falliti. Fino a quando, il 2 settembre scorso abbiamo acquisito al protocollo una lettera datata 30 agosto in cui si chiedeva all’Amministrazione di posticipare l’evento al 25-26-27 ottobre. A questa richiesta non poteva seguire risposta positiva, per varie ragioni: la prima è che per quelle date il Foro Boario era già stato concesso per un’altra manifestazione di natura gastronomica e le due cose, per motivi igienico-sanitari, non potevano convivere; la seconda è che abbiamo considerato inutile l’investimento dal momento che dal 10 al 13 ottobre gli allevatori sarebbero stati impegnati per l’Agrilevante a Bari e dal 7 al 10 novembre v’è stata la Fiera Cavalli di Verona, che è una fiera di settore molto importante a livello internazionale; la terza è che comunque sarebbe risultata tardiva l’organizzazione di un evento che necessita di tempi ben più lunghi affinché se ne possa garantire la riuscita, non solo per la mancata pubblicità, ma anche per garantire l’adesione degli allevatori e dei tecnici, la preparazione dei soggetti, la preparazione per i caroselli e gli spettacoli. Quindi politicamente si è concordato di rinviare ulteriormente la manifestazione poiché l’operazione sarebbe risultata svantaggiosa sotto ogni punto di vista e non ci pare che questi siano i tempi migliori per sprecare denaro pubblico.

Una nota positiva, che i nostri consiglieri hanno del tutto tralasciato, probabilmente perché fare polemica sul nulla richiede meno fatica che approfondire quello che ci accade intorno, è che mentre accadeva tutto ciò – con ogni evidenza senza alcuna responsabilità da parte dell’Amministrazione che anzi, lo ribadiamo, per la prima volta ha anche impegnato delle somme per l’evento – i nostri allevatori della razza autoctona Murgese si distinguevano al 64° Mercato-Concorso di Martina Franca. E qui approfittiamo dell’occasione per menzionarli tutti, poiché che sia a Martina, a Noci o in qualunque altro posto, è motivo di orgoglio per noi che il comparto si distingua e che il duro lavoro degli allevatori trovi riconoscimento. Li ringraziamo uno per uno: Nicola Saponari, Campionessa Assoluta Fattrici; Matteo Pizzarelli, 1° posto Campione Assoluto 30 mesi e 4° posto Cat. 30 mesi; Nicola D’Onghia, 2° posto Fattrici; Cosimo Amatulli, 1° Cat. 3 anni; Michele Mansueto, 5° posto Fattrici. Ringraziamo anche tutti gli allevatori che, pur non avendo ricevuto premi, hanno presentato dei bei soggetti di razza Murgese: Giovanni Caroli, Giovanni Leone, Angelo Trisolini, Pietro Casulli, Francesco Pugliese e Soc. Agricola Casaboli. Infine, ringraziamo i preparatori e conduttori, che sono coloro che di fatto operano quotidianamente nel governare e nell’ammansire i soggetti partecipanti: Giandiego Palattella, Nicola Gentile, Miriana Amatulli, il giovanissimo Paolo Caroli e Nicola Trisolini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

trovo aziende

ADV

 

 

Informazione pubblicitaria

tatulli noci24 ok

 

 

Informazione pubblicitaria La pubblicità

 

 

ADV

FUORI CITTA'

GdF Bari: evasione fiscale - Sequestri di beni per un valore di circa 5 milioni…

20-02-2024

BARI - I Finanzieri del Comando Provinciale di Bari hanno dato esecuzione a decreti di sequestro preventivo di beni, per un...

Castellana Grotte - Maltrattamenti in famiglia. Notifica di un provvedimento di allontanamento dalla casa familiare…

15-02-2024

CASTELLANA GROTTE - I Carabinieri della Stazione di Castellana Grotte hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare, emessa...

Esecuzione di una ordinanza di misura cautelare personale per detenzione e porto illegale di armi

06-02-2024

MONOPOLI - I Carabinieri della Compagnia di Monopoli hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale –...

Associazione per delinquere dedita ai furti e rapine in abitazione. 8 misure cautelari eseguite dai…

21-01-2024

BARI - Il 17 gennaio, i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, coadiuvati in fase esecutiva dai militari dei reparti competenti...

GdF Roan Bari: sequestrati circa 3 quintali di oloturie

21-01-2024

BARI - Le Fiamme Gialle della Stazione Navale di Bari, nei giorni scorsi, in località Torre a Mare, nel corso...

GDF Legione Allievi Bari: giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana e di consegna delle fiamme…

12-01-2024

BARI - Nella mattinata odierna, si è svolta presso la Stadio della Vittoria di Bari, alla presenza del Generale di...

NECROLOGI

Addio a Oronzo Colucci: aveva dedicato gran parte della sua vita al volontariato

19-08-2023

NOCI – Una gravissima perdita per Noci: ci lascia Oronzo Colucci, amatissimo dalla comunità per le sue virtù di incondizionato...

Addio a Leo Morea: padre coraggio al fianco delle vittime della strada

02-08-2023

  NOCI – Ci ha lasciati il 2 agosto il nostro concittadino Leo Morea, che pur vivendo a Milano, aveva lasciato un...

Addio alla fotografa Marta Attolini: il ricordo della nipote Angela Bianca Saponari

22-07-2023

NOCI - Ci ha lasciati lo scorso 28 giugno la nota fotografa nocese Marta Attolini, figlia dell'apprezzatissimo Giovanni Attolini, da...

Ci ha lasciato Giovanni Miccolis

08-07-2023

NOCI - E' venuto a mancare all'età di 70 anni Giovanni Miccolis, dipendente comunale in quiescenza e da sempre...

Mondo del giornalismo in lutto per la scomparsa di Patrizia Nettis

30-06-2023

Alla famiglia il sentito cordoglio della redazione di NOCI24.it. NOCI - E' scomparsa all'impovviso due giorni fa all'età di 41...

Ci lascia il diacono Pinuccio Carucci

16-03-2023

NOCI - E' venuto a mancare questa mattina dopo una lunga malattia il diacono permanente Pinuccio Carucci all'età di 67...

LETTERE AL GIORNALE

Associazioni e comitati contro la potatura drastica degli alberi del perimetro urbano

27-02-2024

“Eco Eventi OdV” e “Comitato di quartiere via T. Fiore” hanno incontrato l’assessora Checca Tinella e il responsabile del verde Giuseppe...

Se sarà femmina chiamiamola Crimea!

26-11-2023

LETTERE AL GIORNALE - Ci sono luoghi della terra che per la loro storia, la molteplicità degli accadimenti di cui...

L'occupazione persa, una famiglia a carico e il dover ricominciare da zero dopo la pandemia:…

26-11-2023

LETTERA AL GIORNALE - Antonio (questo il nome di fantasia che gli daremo) ha voluto raccontarci la sua complessa e...

Il centrodestra in salsa nostrana

08-06-2023

LETTERE AL GIORNALE - Egregio Direttore, la ringrazio di cuore preventivamente qualora deciderà, con generosità, di pubblicare questo mio umile e...

Alluvione in Emilia-Romagna, il racconto di un nostro concittadino

21-05-2023

FORLÌ - Sono a Forlì, è martedì 16 maggio, sono le 19:00, piove ormai da circa diciotto ore ed il...

1984

19-04-2023

LETTERE AL GIORNALE - Cari concittadini, non era mia intenzione tediarvi nuovamente con le mie elucubrazioni sull'Idra a otto teste che...