Pubblicità

Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità Assinotar 2017 luglio 1

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -

03-26-nisiNOCI (Bari) - Il consiglio comunale di lunedì sera, in una lunga maratona dalle 18:00 fino alle 00:40, ha approvato le otto proposte di delibere, fra cui provvedimenti attesi da tempo come l'avvio del funzionamento del Pozzo Pizzarelli, di cui tanto si discusse in campagna elettorale lo scorso anno, la trasformazione dei diritti di superficie in diritti di proprietà e la questione dei livelli. 

Le larghe intese di Nisi e Morea nel consiglio di lunedì hanno dato prova di concretezza e di solidità su provvedimenti lungamente attesi da tanti cittadini come le intricatissime questioni deila trasformazione dei diritti di superficie in diritti di proprietà e la questione dei livelli. Non meno importanti le delibere di approvazione dei regolamenti della Consulta della associazioni e degli incarichi legali per dare corpo alle tanto annunciate scelte di partecipazione e di trasparenza. Infine Pozzo Pizzerelli: da terreno di scontro fra gli ex-candidati sindaci a occasione di collaborazione a servizio del paese. Unico neo della serata: l'amnesia sulla delibera di riadozione del PPA la cui riproposizione era stata annunciata dal sindaco a gennaio, ma poi è sparita dall'ordine del giorno di lunedì. E nessuno ha chiarito come mai.

LE INTERROGAZIONI - Ad inizio serata tutti presenti: sindaco, assessori e consiglieri comunali, ad eccezione del consigliere Paolo Negro, Come di consueto l'inizio del consiglio è stata l'occasione per presentare interrogazioni al sindaco e alla giunta da parte dei consiglieri comunali. 03-26-colonnaAttacco frontale del consigliere Orazio Colonna (M5S) sull'affidamento di un incarico tecnico a supporto del RUP del settore Fondi Comunitari con determina 122 del 18 febbraio 2014. Colonna ha contestato la scelta, fra le 21 candidature pervenute, di affidare l'incarico ad un raggruppamento temporaneo di professionisti, fra i quali solo uno avrebbe i requisiti professionali. Nonostante già due mesi fa fossero giunte le rassicurazioni del sindaco, che difese la legittimità del bando e della selezione, Colonna ha chiesto il ritiro del provvedimento. Il consigliere Angela Lobianco (FI) è tornata a chiedere conto di una determina (la 24 del 2014) con cui sono state liquidate somme (2.800€) relative alla sagra MangiaNoci e non presenti nel bilancio comunicato da Nocintavola. Identica richiesta fatta il 30 gennaio: ora arriva la rassicurazione da parte del sindaco Nisi di ricevere risposta scritta all'interrogazione entro 8 giorni. Sempre Lobianco chiede rassicurazione sui lavori di potenziamento dell'antenna di telefonia mobile in via Pastore, su cui sono state puntate le attenzioni del movimento "Oltre". Nisi ha assicurato sulla legittimità dell'intervento ed ha sottolineato che si lavorerà inoltre alla mappatura delle antenne poste su suolo pubblico ed alla redazione di un regolamento. Paolo Conforti (NCD) ha sollevato il problema delle erbacce che ostruiscono il cammino di pedoni e ciclisti sulla pista ciclabile nei pressi di via Castrignano. Problema già noto all'assessore Plantone che ha dichiarato di stare già provvedendo. Il consigliere Giuseppe D’Aprile (FI) ha chiesto lumi sull’appalto per la pubblica illuminazione e nuovamente Colonna (M5S) ha preso la parola per conoscere cosa il comune stesse facendo per dimostrare vicinanza ai lavoratori CAP di Putignano.

ORDINE DEL GIORNO: 1° I VERBALI - Dopo le interrogazioni il consiglio è passato agevolmente alla approvazione all'unanimità del verbale della sedute precedenti del 30 gennaio 2014.

03-26-donghiaORDINE DEL GIORNO: 2° CONVENZIONE CON ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE - Puntare ad un sistena di protezione civile sul territorio che sia efficiente e coordinato. Questo l'obiettivo presentato dall'assessore Paolo D'Onghia nel presentare lo schema di convenzione che regolerà i rapporti fra le associazioni di protezione civile ed il Comune di Noci in vista della creazione della sede del COC (Centro operativo comunale) che sarà gestito dai volontari delle associazioni che presteranno la propra collaborazione. Previsto solo il rimborso delle spese sostenute dalle associazioni entro un massimale previsto. Lo schema di convenzione viene approvato a maggioranza

ORDINE DEL GIORNO: 3° AFFIDAMENTO ALL'ARIF DI POZZO PIZZARELLI - Pozzo Pizzarelli è uno dei pozzi artesiani più noti ormai, anche perchè balzato agli onori della cronaca delle passate amministrative del 2013. In quella occasione centrodestra e centrosinistra si prodigarono di annunci, attacchi ed impegni reciproci per garantire il pieno funzionamento di quel pozzo nella zona nord-est del paese. L'assessore D'Onghia, a nome della giunta di larghe intese, ha potuto annunciare l'ultimazione dei lavori nel luglio del 2013 dopo circa 10 anni dall'avvio del progetto. La decisione dell'amministrazione, per giungere in tempi rapidi, forse entro 03-26-confortimaggio 2014, all'avvio della erogazione del servizio, è stata quella di affidare all'Agenzia Regionale delle Attività Irrigue e Forestali, l'ARIF, la concessione del pozzo con l'impegno a garantire lo stesso costo dell'acqua che applica su altri pozzi a Noci (come Lamadacqua, Scarciullo e Perrotta). Inoltre il Comune non riceverà nessun canone di utilizzo dall'ARIF la quale si impegna a realizzare una condotta di circa 20km intorno alla zona a confine fra Noci e Alberobello. Polemica fra la maggioranza e il consigliere Lobianco (FI) che rivendica la paternità dell'opera alla giunta Liuzzi e il consigliere Conforti (NCD) che sottolinea lo spreco di 10 milioni di euro di condotte della Comunità Montana mai utilizzate. Risposta per le rime di Mezzapesa (NpN) che ricorda che la paternità dell'opera del pozzo Pizzarelli è da ascrivere alla 03-26-mezzapesagiunta Basile nel 2001, salvo vedere avviare i lavori nel 2003 con ripetute scadenze di contratto (ben 12) prima che si giungesse nel luglio 2013 alla ultimazione dei lavori con la giunta Nisi. E nell'accalorarsi sul racconto dell'aggiudicazione dei lavori del pozzo Pizzarelli Mezzapesa lascia intendere, senza mai chiarirle, presunte irregolarità. Conforti poi attacca Mezzapesa e il suo passato politico compresi i suoi passaggi da una coalizione all'altra negli ultimi 10 anni. Interviene il presidente Morea e ricorda all'aula che i comuni di Noci, Gioia e Santeramo, in vista della chiusura delle Comunità montane, avevano chiesto alla Regione di poter acquisire al proprio patrimonio i 10km di rete mai utilizzata, salvo riceve dalla Regione una risposta troppo onerosa: cioè l'obbligo contestuale di farsi carico dei dipendenti della disciolta comunità montana. Soluzione evidentemente impraticabile. La chiusa è del sindaco Nisi: «In campagna elettorale avevamo detto che volevamo aggredire questa questione e ci siamo riusciti. Abbiamo ultimato i lavori, ci stiamo adoperati per il collaudo e per la convenzione». Votazione: unanimità

ORDINE DEL GIORNO: 4° TRASFORMAZIONE DEL DIRITTO DI SUPERFICIE IN PROPRIETA' - Un provvedimento atteso da oltre 30 anni e da tanti cittadini che permetterà di acquisire il diritto di proprietà con il versamento di 1000€ quali spese di istruttoria e oneri, pagabili in 6 rate  in 2 anni (la prima del 25% e le successive del 15%). Tale soluzione, resa possibile dalla legge 147 del 2013 ha permesso all'amministrazione di 03-26-lobiancomodificare e di abbassare ulteriormente la delibera del 2010 con cui si era fissato un costo di trasformazione di circa 8.500€. Sul punto, presentato dal consigliere Martellotta (LS) è stato chiesto il rinvio dal consigliere Lobianco (FI) per ulteriori approfondimenti sulla questione. L'aula ha però bocciato il rinvio. Il consigliere Conforti (NCD) ha proposto al consiglio di ridurre ulteriormente la cifra di 1000€ fino a prevedere un costo di trasformazione pari alle sole spese di istruttoria. La maggioranza ha difeso il provvedimento ribadendo che con la soluzione proposta si chiude un annoso problema a costi cntenuti per i cittadini. Alla votazione non parteciperanno i consiglieri di FI Lobianco e D'Aprile: con 11 voti di maggioranza e due del NCD la delibera è approvata. Astenuto Colonna del M5S.

ORDINE DEL GIORNO: 5° CRITERI PER L'AFFRANCAZIONE DEGLI IMMOBILI GRAVATI DA CANONI ENFITEUTICI-LIVELLLI  - Il Comune di Noci non ha mai richiesto il pagamento dei canoni enfiteutici, retaggio del feudalesimo, 03-26-martellottada parte di quei cittadini che beneficiano di un bene, di un terreno, di una "partita", in particolar modo nella zona di Lamadacqua. Tale canone è stato reso obbligatorio da parte della Corte dei Conti lasciando intravedere l'ipotesi del danno erariale da parte di quegli enti che non avessero provveduto a riscuotere tale canone antichissimo. Si tratta di terreni nelle disponibilità di privati, mai divenuti reali proprietari di tali beni fondiarii. Con la delibera presentata lunedì sera dal consigliere Martellotta (LS) il Comune di Noci ha fissato in 995,40 € per ogni quota il canone di affranco per quesi cittadini che volessero acquisire la proprietà del terreno, a cui si aggiungono 382,61 € quali arretrati per gli ultimi 5 anni. Per decisione della Commissione Gestione e Assetto del Territorio è prevista una riduzione del 30% a chiunque farà richiesta di affrancazione e una ulteriore riduzione del 30% a quanti faranno richiesta entro il 31 dicembre 2014. Ulteriore riduzione del 30% viene concessa a coloro che detengono terreni gravati da livelli o enfiteusi in qualità di coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali o a chi abbia concesso in fitto, per almeno cinque anni e con regolare contratto, il terreno.Votazione: favorevoli in 11 per la maggioranza più i 2 voti del NCD e i 2 di FI. Astenuto Colonna del M5S.

ORDINE DEL GIORNO: 6° REGOLAMENTO DELLA CONSULTA DELLE ASSOCIAZIONI - L'assessore Gentile-Fusillo ha presentato al consiglio la proposta di delibera del regolamento della Consulta delle associazioni 03-26-consultapredisposto dalla ricostituita consulta e dal direttivo pro-tempore e poi passato al vaglio della commissione affari generali, responsabile delle adozioni di regolamenti. I consiglieri D'Aprile (FI) e Colonna (M5S) hanno però lamentato il non coinvolgimento su questo regolamento della commissione per le politiche sociali. Alla votazione hanno assistito, nonostante l'ora tarda, alcuni dei rappresentanti del direttivo pro-tempore della Consulta delle Associazioni: Angela LOBEFARO - Presidente pro tempore, Anastasio MOTTOLA - Segretario Generale pro tempore, Terry CURCI - Coordinatrice Settore Cultura, Stefano BIANCO - Coordinatore Settore Sport,  Mino LAERA - Coordinatore Protezione Civile.  Fanno parte del direttivo anche Oronzo COLUCCI - Coordinatore Settore Socio Assistenziale e Sociale, Belisario DONGIOVANNI - Coordinatore Settore Ambiente e Sviluppo Economico. Delibera approvata all'unanimità.

ORDINE DEL GIORNO: 7° REGOLAMENTO PER L'AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI AGLI AVVOCATI ESTERNI - Ultimo terreno di confronto e di discussione è stato il regolamento per gli incarichi legali presentanto al consiglio dal sindaco Nisi con l'intento di dare un chiaro indirizzo agli uffici sul comportamento da tenere in occasione della scelta di professionisti esterni. Questa delibera modifica la delibera approvata sul finire della 03-26-nisipassata amministrazione, nel 2012, e prescrive alcuni divieti: non sarà possibile per quei legali che difendono il Comune poter contemporaneamente curare cause contro l’Ente; viene stabilito un compenso minimo rispetto alle tabelle dei compensi professionali degli avvocati, maggiorato del 20% per le controversie di valore pari o superiori a 52mila euro; vengono definiti i criteri di selezione e di rotazione; è fatto divieto di assumere più di tre incarichi contemporanei da partre di professionistiSoluzione applaudita anche dal consigliere di minoranza Lobianco (FI): «Che ben venga un regolamento di tal genere perchè finmora si è proceduto con le bende sugli occhi» - che poi ha chiesto - «Dal momento che ora c'è la short list, perchè mantenere nella delibera la possibilità da parte degli uffici, in alcuni casi, di affidare gli incarichi con discrezionalità?». Nisi ha sostenuto che la discrezionalità si applicherà solo per casi particolarmente complessi e bisognosi di competenze specifiche non presenti tra le candidature presentate. La delibera è approvata a maggioranza dei presenti con le astensioni di Colonna (M5S) e dei due consiglieri Lobianco e D'Aprile (FI). 

03-26-gentile-fusilloORDINE DEL GIORNO: 8° ADESIONE CAMPAGNA PER IL DIRITTO UMANO ALLA PACE - In un'aula consiliare ormai stanca per le lunghe ore di discussione l'assessore Gentile Fusillo ha presentato la proposta di adesione alla Campagna Internazionale per il riconoscimento del diritto umano alla Pace.La delibera è approvata all'unanimità.

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Dalla prima pagina

Pubblicità

Pubblicità

Dulciar Natale 2017

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 138 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook