Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

GiovedÌ, 24 Settembre 2020 - 08:05
 

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 

10-04-berlusconi-liuzziNOCI (Bari) - Improvvisa ribalta nazionale ed internazionale per il senatore nocese, Piero Liuzzi, immortalato dai media al fianco di Berlusconi sugli scranni di palazzo Madama nella giornata di mercoledì 2 ottobre in cui Letta ha incassato nuovamente la fiducia da un PDL animato da "travaglio interiore" e sull'orlo della scissione. E' Berlusconi, entrato in ritardo in aula e non curante del regolamento che lo vedrebbe occupare un altro scranno, a risalire alcuni scalini dell'emiciclio e a sistemarsi accanto al senatore Piero Liuzzi.

Liuzzi, che non ha mai fatto mistero della necessità di mandare avanti l'azione di governo, è sembrato assumere in questi giorni una posizione da colomba più che da falco e il 7 settembre così si esprimeva: "A me sembra che nei corridoi di Palazzo Madama risuoni sempre piu' spesso l'invocazione/minaccia "Al voto! Al voto!" ma non odo altrettanta eco nel Paese. Sono convinto che il "Paese reale" poco si appassioni alla controversia e che invece scarsamente troveremo cittadini oggi in grado di avvertire come decisivo per le sorti nazionali il dilemma del voto anticipato". E di questo genere è stato il tono del confronto avuto con il presidente mercoledì in aula al Senato. E' lo stesso Liuzzi a raccontarlo in un post sulla sua bacheca Facebook di ieri 3 ottobre 2013 dal titolo:

"Berlusconi determinato nel votare la fiducia"

10-04-the-guardian«<Presidente, questo governo l'ha tenacemente voluto lei, l'elenco delle cose fatte dal governo Letta è merito anche suo, e quindi nostro, del Pdl, pertanto faccia votare la fiducia>. Si può immaginare una vita intera a trovare l'argomento che possa trovare l'interesse di Berlusconi. La mattina di mercoledì 2 ottobre scorso sono entrato nell'Aula del Senato nutrendo poche speranze sull'esito della votazione che, determinando una spaccatura verticale del Pdl, avrebbe sicuramente salvato il Governo Letta per pochi voti. La seduta ha inizio; al banco del Governo siedono tutti i ministri ed i sottosegretari con Letta ed Alfano al centro. Scambio con loro i saluti di rito, ma l'aria è pesante. Dopo appena cinque minuti dal via della relazione del presidente del consiglio ecco entrare l'on. Berlusconi che non ha intenzione di prendere posto nello scranno assegnatogli dal regolamento. Vede la poltroncina vuota accanto alla mia e vi si accomoda. <Benvenuto presidente. Ha fatto bene a venire> sono le mie parole all'ospite. Mantiene le mani giunte sul viso, quasi a nascondere la smorfia di sofferenza psicologica che da settimane lo tiene sotto pressione. Mi confida: <ma siamo così sicuri di sfiduciare Letta, che ne sarà del Paese, perché dobbiamo spaccare il partito>. Queste sue parole aprono un varco nella mia strana voglia di manifestargli totalmente il mio pensiero sulla questione. Gli faccio eco: <Le sue preoccupazioni, presidente,sono condivise da molti senatori, soprattutto costituiscono un incubo per la gente, per i cittadini>. In questo colloquio, dunque, la politica e cosa sarebbe più opportuno che si facesse dal punto di vista dell'appartenenza e della propria causa vengono messe da parte. Continuiamo a parlare di esigenza di rappresentare le istanze del Paese. Mi confida ancora che anche i suoi figli sono della stessa opinione. Durante la notte gli ha telefonato il presidente della commissione europea, Barroso; lo stesso ha fatto il presidente del Ppe. Berlusconi è convinto che occorre dare la fiducia. Gli faccio vedere alcuni sms giuntimi al cellulare: è un dialogo continuo e preoccupato con i cittadini. Segno di grande attenzione verso la politica che deve fare le scelte giuste al momento giusto. <Allora convochiamo subito una riunione dei senatori, discutiamo sulle modalità e condividiamo le scelte> si affretta a dirmi Berlusconi. Il resto è cronaca che i Mass media hanno riportato ampiamente nei particolari. Negherò sempre che il colloquio si sia limitato soltanto a questo. Ma è la parte più importante della giornata. Persona di grande umanità e affabilità. Persona totalizzante nell'unire e nel dividere gli italiani.PL»

(Nella foto la copertina del TheGuardian con Berlusconi attorniato da Liuzzi, Razzi, Scilipoti e altri senatori.)

Liuzzi è uno dei 20 senatori pugliesi (11° del PDL), eletto nelle politiche di febbraio 2013 insieme ad altri due senatori nocesi, Donato Bruno (PDL) e Angela D'Onghia (Scelta Civica). E' stato democristiano, poi passato a Forza Italia e PDL. E' amico dell'on. Raffaele Fitto, vero plenipotenziario del PDL pugliese, a cui si deve la sua candidatura alle politiche. Dal 2003 al 2013 è stato sindaco di Noci.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

 

Altri hanno letto anche:

La pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 405 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 

FUORI CITTA'

Bari, cambio al vertice del Comando Legione Carabinieri “Puglia”

13-09-2020

BARI - Nella Caserma “Chiaffredo Bergia” si è tenuta giovedì sera, alla presenza del Comandante Interregionale Carabinieri “Ogaden”, Generale di...

Operazione “Prometeo”: truffa aggravata per il conseguimento di incentivi statali al fotovoltaico

13-09-2020

BARI - I Finanzieri del Comando Provinciale e del Reparto Operativo Aeronavale di Bari hanno dato esecuzione al provvedimento emesso...

Scoperto laboratorio di amfetamine: due arresti

25-08-2020

CONVERSANO - I Carabinieri della Tenenza di Mola di Bari hanno arrestato in flagranza di reato G.A., di anni 45 e...

Toritto - I Carabinieri arrestano un pluripregiudicato 42enne per resistenza a P.U. e sequestrano apparecchiature…

14-08-2020

Toritto - Nella tarda mattinata di ieri i militari della Sezione Radiomobile di Modugno hanno rintracciato e tratto in arresto F...

Spinazzola - Operazione anti-caporalato: arrestati 3 imprenditori

14-08-2020

Spinazzola - I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari e del Nucleo Ispettorato del Lavoro, da diversi giorni impegnati sul territorio...

Operazione “#Cheguaio!”: perquisizioni della GDF di Bari

07-08-2020

BARI - Il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Bari ha eseguito perquisizioni domiciliari in Puglia, Campania...

NECROLOGI

E' tornato alla casa del Padre Giovanni Novembre

10-06-2020

E' tornato alla casa del Padre all'età di 71 anni Giovanni Novembre. Lo annunciano la moglie Angela, i figli Giuseppe...

Ricordo di Nicola Putignano

22-12-2019

Il 18 dicembre 2019 è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari e dell'intera città il prof. Nicola Putignano, docente...

Muore il 42enne Mirko Quarato: oggi i funerali in Chiesa Madre

24-04-2019

NOCI (Bari) - Non ce l'ha fatta a sopravvivere il giovanissimo Mirko Quarato dopo il pericoloso incidente che lo aveva...

LETTERE AL GIORNALE

DS Chiara d’Aloja: lettera aperta alla Comunità Educante

28-08-2020

LETTERE AL GIORNALE - Il nuovo anno scolastico è alle porte anche per l’Istituto Comprensivo Gallo-Positano e sarà un anno speciale...

Piero Liuzzi: "Zavoli e la sua fame di Sud"

06-08-2020

NOCI - Riceviamo e pubblichiamo questo breve ricordo del sen. Piero Liuzzi sul suo originale rapporto con Sergio ZAVOLI, parlamentare...

Auguri nonna Stella!

04-07-2020

NOCI (Bari) - Il 1 luglio 2020 nonna Stella, per tutti Stella Palattella, per le amiche e vicine di casa "Stellina...

Offese all'ing. Conforti. La replica dei giornalisti Longo e Scagliarini

05-06-2020

Riceviamo e pubblichiamo la replica dei giornalisti Giovanni Longo e Massimiliano Scagliarini al comunicato pubblicato il 23 maggio su NOCI24.it a firma...

Morea replica a Plantone

22-05-2020

NOCI - Il consigliere comunale di minoranza Stanislao Morea (Idea Noci) ha diffuso una nota in replica al comunicato del consigliere...

Per una Scuola silenziosa ed autenticamente operante

27-04-2020

LETTERE AL GIORNALE - Nel mostrare ciò che si fa, si corre sempre il rischio che la volontà di fare...