Informazione pubblicitaria

Informazione pubblicitaria

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

Sabato, 24 Luglio 2021 - 12:08

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 

rapanàNOCI (Bari) - Le recenti vicende che riguardano il Palazzo di Giustizia di Via Nazariantz, sono il triste epilogo di una tragedia annunciata, frutto della superficialità con cui le Istituzioni ed il Governo hanno affrontato la questione dell’edilizia giudiziaria. Le sollecitazioni da parte delle Istituzioni forensi, delle associazioni di avvocati, magistrati, cancellieri, non hanno sortito alcun affetto, con la sensazione inevitabile di essere gli unici soggetti interessati alla risoluzione del problema.

L’immagine di una “giustizia” che crolla è frutto di scelte legislative nate con lo scopo di sostenere una riduzione della spesa pubblica, che di fatto, hanno scaricato sugli operatori del diritto e sugli utenti uno spirito di adattamento, al limite della sopportazione. La giustizia penale a Bari è stata fino ad oggi amministrata in uno stabile, costruito con funzioni diverse da quella giurisdizionale, che non possiede i minimi requisiti di sicurezza e decoro che dovrebbero richiedersi per un Palazzo di Giustizia: evidente promiscuità negli ambienti; gli spazi destinati ai detenuti sono divisi dagli altri ambienti da pareti in cartongesso; le aule sono sottodimensionate rispetto al carico di processi e gli ambienti lavorativi non presentano il minimo standard di salubrità, dignità e decoro; v’è stata presenza di topi all’interno del palazzo; i soffitti sono a pezzi; all’ultimo piano entra acqua in caso di pioggia; le Cancellerie hanno spazi angusti; difficoltà nella ricerca di fascicolo tra le montagne di faldoni; i servizi igienici sono pochissimi e spesso non funzionanti; i parcheggi sono insufficienti; risulta che recentemente il proprietario del palazzo (l’Inail) abbia intimato lo sfratto al Ministero, per morosità negli ultimi tre anni.

Nonostante il Protocollo d’intesa del 24.01.2018, tra il Sindaco di Bari e gli organi istituzionali, si è approdati a un nulla di fatto, mentre i consigli comunali monotematici sul punto, vanno deserti. All’esito dell’ordinanza comunale, che ha avviato il procedimento amministrativo teso alla revoca dell’agibilità della sede giudiziaria, sospendendola con efficacia immediata, il Presidente del Tribunale di Bari ed i Presidenti delle sezioni penali hanno dovuto adottare provvedimenti di sospensione per le attività non urgenti, al fine di garantire il trasferimento dei beni strumentali e dei documenti indispensabili allo svolgimento delle funzioni giudiziarie, in vista dello sgombero dell’immobile.

Diverse sono state le iniziative intraprese da questo dipartimento, in autonomia, nonché al fianco delle istituzioni forensi, rimaste prive di effetto. Il risultato di tale inerzia è l’immagine di un Palazzo, sinonimo di decadimento del servizio giustizia che perviene al cittadino, che si imbatte nel sistema giudiziario. E’ arrivato il momento di adottare provvedimenti urgenti, non si può più attendere e per questa ragione il dipartimento rapporti con le professioni ha elaborato una interrogazione parlamentare che sta per essere pubblicata, presentata da Fratelli d’Italia, nella persona dell’On.le Marcello Gemmato.

Nelle prossime ore, saremo al fianco di avvocati, magistrati, cancellieri, ufficiali giudiziari, funzionari, utenti tutti del sistema giustizia, in ogni manifestazione ed in qualsiasi contesto utile a sollecitare una immediata risoluzione del problema. In questi momenti c’è chi si professa “avvocato del popolo italiano”…..sarebbe opportuno abbandonare spasmodiche ricerche di frasi ad effetto, tipiche delle campagne elettorali, e difendere per una volta anche la Giustizia italiana.

E’ finito il tempo degli slogan, attendiamo i fatti!.

Dipartimento Rapporti con le Professioni di Fratelli d’Italia – Puglia

Presidente

Avv. Michele Rapanà

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

Necrologi

Necrologi - Venerdì, 28 Maggio 2021

Ultimo saluto a Pietro Cazzolla

trovo aziende

 

Altri hanno letto anche:

Informazione pubblicitaria

La pubblicità
NOCI24.it media partner di Esseri Urbani 2021 Esseri Urbani 2021

Informazione pubblicitaria

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 529 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 

FUORI CITTA'

Alberobello - Sottraevano farmaci dalla postazione del 118: indagati due infermieri

22-07-2021

ALBEROBELLO- I Carabinieri della Stazione di Castellana Grotte hanno dato esecuzione a una misura cautelare interdittiva del divieto di esercitare l’attività...

PUTIGNANO - Torturato per una notte, riesce a fuggire e far arrestare i suoi tre…

16-07-2021

PUTIGNANO - I Carabinieri di Putignano, a conclusione di una tanto rapida quanto efficace indagine, sono riusciti a trarre in...

Monopoli - Picchia la compagna e la sorella che la difendeva. Arrestato dai carabinieri

30-06-2021

MONOPOLI - I Carabinieri della Stazione di Monopoli hanno arrestato in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP del...

Incidente sulla sp 106 fra Gioia e Putignano: due morti

28-06-2021

PUTIGNANO - Ennesimo incidente mortale questa mattina dopo le nove sulla sp 106 fra Gioia e Putignano. Due persone, entrambe di...

Molfetta: 16 arresti per corruzione

08-06-2021

Aggiornamento 9 giugno 2021 -Stando a quanto si apprende da numerose fonti giornalistiche locali e regionali, tra le 10 persone...

Gioia del Colle - Arrestato con 125 gr di marijuana

21-05-2021

GIOIA DEL COLLE - I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Gioia del Colle, al termine di un predisposto...

NECROLOGI

Ultimo saluto a Pietro Cazzolla

28-05-2021

NECROLOGIO - Improvvisamente ieri, 27 maggio 2021, all'età di 42 anni è tornato alla casa del Padre Pietro Cazzolla. Lo...

Come inviare un necrologio su NOCI24.it

03-02-2021

Invia i tuoi necrologi su NOCI24.it. Registrati sul sito, fai il Login ed invia i tuoi necrologi. Se desideri allegare...

LETTERE AL GIORNALE

Senatrice Liliana Segre, cittadina onoraria di Noci

22-07-2021

Il 15 luglio il Consiglio Comunale di Noci ha deliberato la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre, presidente della Commissione...

Comitato per la cittadinanza onoraria nocese a Liliana Segre: punto di partenza e non di…

01-07-2021

NOCI - Pubblichiamo di seguito un comunicato da parte del Comitato per il conferimento della cittadinanza nocese alla senatrice Liliana Segre a...

Comitato per la cittadinanza onoraria nocese a Liliana Segre: alcune considerazioni

30-05-2021

NOCI - Pubblichiamo du seguito alcune importanti considerazioni ricevute da parte del Comitato per il conferimento della cittadinanza nocese alla...

25 aprile 2021

25-04-2021

NOCI - Il 25 aprile è festa. Lo sanno tutti. Soprattutto gli studenti, perché quasi sempre è un giorno di...

Liuzzi: "Anche a Noci il sogno magnogreco di Rossana Di Bello"

11-04-2021

NOCI - Piero Liuzzi ricorda Rossana Di Bello, ex sindaco di Taranto dal  2000 al 2006 e assessore regionale al...

Pensieri e parole di una giovane allevatrice

26-01-2021

LETTERA AL GIORNALE - Eppure tempo fa la mungitura rappresentava, per noi allevatori, un momento gioioso, con la quale si...