Pubblicità

Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità Assinotar 2017 luglio 1

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -
Pubblicità dolcepuglia2017

Nisi DomenicoNOCI (Bari) – Un bilancio sull’operato della Giunta dopo il rimpasto del 2015, randagismo, rifiuti e riforma costituzionale: sono questi i temi su cui verte l’intervista realizzata in esclusiva per NOCI24.it al Sindaco Nisi. Sindaco che smorza, almeno per il momento, i chiacchiericci circa un possibile rimpasto di Giunta e che si dice soddisfatto del lavoro svolto finora per risolvere o limitare il problema randagismo. Importanti novità arrivano sul fronte rifiuti quando, probabilmente sul finire di questo 2016, si potrà avere un gestore unico con cui porre le basi per un servizio di raccolta basato sul porta a porta.

E infine le intenzioni di voto al prossimo referendum sulla riforma costituzionale, dove il Sindaco si dice convinto di votare per il si.  

Sindaco Nisi, partendo dal 7,5 che diede all’operato della vecchia Giunta durante una nostra intervista, vuole dare un voto e tracciare un bilancio circa l’attività dell’attuale Giunta a più di un anno dal rimpasto del 2015?

Invece di dare voti posso semplicemente dire che la Giunta sta lavorando, sta perseguendo gli obiettivi che ci siamo prefissati, cioè quelli programmatici. C’è impegno da parte di tutti. Ci vorrebbe che tutti quanti, non solo la Giunta, avessero la possibilità reale di lavorare di più pur considerando tutte le difficoltà che stiamo affrontando. Complessivamente diciamo che la maggioranza sta lavorando, sta tentando di raggiungere gli obiettivi e posso dire che dopo tre anni di lavoro oggi si apre la fase dove questi obiettivi programmati si stanno realizzando.

Quindi un bilancio più positivo che negativo?

Se ci fosse stato qualcosa di negativo avrei provveduto in qualche maniera a farne una valutazione. Naturalmente poi oltre all’operatività ci sono tutta una serie di situazioni politiche che vanno valutate, però da questo punto di vista la maggioranza c’è e ribadisce la sua volontà di andare avanti nonostante tutta una serie di cose che leggo che assumono valore di stranezze, di incomprensioni. Niente di tutto questo, tante cose sono pura invenzione di fantasia.

Eppure già da parecchio tempo circolano voci di un imminente rimpasto o di ridistribuzione delle deleghe. Considerando poi che attualmente un assessore (Locorotondo) non risponde a nessuna forza politica di maggioranza...

Dobbiamo ribadire ancora una volta dei concetti: innanzitutto riguardo gli assessori risponde il Sindaco che li nomina. E’ chiaro che le nomine sono state fatte seguendo le indicazioni politiche. Che l’UDC sia uscito dalla maggioranza è un fatto noto e questa è una valutazione politica che attiene a me e all’intera maggioranza. Sul chiacchiericcio relativo a rimpasti, deleghe o quant’altro, ad oggi non c’è assolutamente niente. A me interessa la risoluzione dei problemi, il resto non mi interessa. Quando e se dovessi mettere mano alla Giunta per rinforzarla o eventualmente distribuire meglio i carichi di lavoro, lo farò, ma questo tipo di determinazioni non vengono direttamente da richieste o da valutazioni di natura politica. Qua si tratta di lavorare, che è una cosa diversa dalle chiacchiere. Avendo un po’ di esperienza alle spalle so bene che le chiacchiere molto spesso sopravanzano il lavoro. Se ci dovessero essere e se ci saranno cambiamenti li comunicheremo. Per il momento si lavora e si va avanti.

Passiamo ad un tema di stretta attualità. E’ da diverso tempo che tiene banco il problema randagismo, con una querelle pubblica caratterizzata dal botta e risposta tra il consigliere Lippolis e il consigliere Conforti. Ad oggi il Sindaco cosa si sente di dire soprattutto alla gente che è spaventata da questa situazione?

Posso affermare senza dubbio che questa amministrazione sta adottando tutta una serie di misure che non si erano mai adottate in questo paese. E’ chiaro che questo fenomeno, guardando anche foto e video, non riguarda solo Noci ma tutto il territorio regionale. Credo che la Puglia sia una delle regioni con il più alto numero di cani randagi, quindi è un problema estremamente complesso. Quando si vuole fare della propaganda a basso prezzo tentando magari di immaginare di candidarsi a risolvere i problemi del paese, dovremmo cominciare a preoccuparci veramente tutti perché non si ha cognizione di quello di cui si sta parlando. Bisognerebbe un attimo guardarsi indietro e tentare di capire cosa è stato fatto quando si avevano responsabilità: la risposta è zero! Quello che abbiamo fatto noi invece è stato cominciare a rispettare le norme.  Questo significa dotare il nostro paese di un canile sanitario che attualmente non c’è. Noi abbiamo fatto il progetto, abbiamo individuato il sito, abbiamo preso i pareri dagli organi competenti sul progetto e abbiamo anche la copertura economica per attuarlo. Da qui a qualche settimana daremo avvio per le procedure per l’aggiudicazione di questi lavori, e questo ci permetterà di essere in regola con ciò che la normativa oggi prevede. Altra cosa: il comune non ha polizza assicurativa sui sinistri stradali causati dai cani randagi da anni. Abbiamo trovato copertura finanziaria e stiamo per stipulare la polizza che permetta di risarcire chi subisce un sinistro a causa di un cane randagio di proprietà comunale che dopo sterilizzazione è stato reimmesso sul territorio. Oltre questo stiamo ragionando con le associazioni di settore per trovare altre soluzioni. Associazioni che ringrazio perché ci stanno dando una grossa mano nella gestione dell’emergenza. In seguito a mia ordinanza abbiamo sistemato una struttura rurale perché in caso di urgenza si possa sfruttare per tenere i cani accalappiati. Questi sono fatti, il resto sono chiacchiere. Io sono convinto che stiamo operando bene.

Oltre che Sindaco, lei è diventato da poco il presidente dell’ARO BA/6, l’ambito di raccolta ottimale che comprende anche il Comune di Noci e che ha il compito di relazionarsi con l’azienda che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti. Dopo la determina di risoluzione del contratto con Tradeco, quali sono i prossimi step e cosa succederà a Noci?

La cronistoria ormai è risaputa visto che se ne è abbondantemente parlato (leggi). Abbiamo fatto una valutazione dei documenti con i nostri tecnici e con i nostri legali ed è stata avviata, quando il comune capofila era ancora Locorotondo, un procedimento con la quale si comunicava alla Tradeco l’avvio della risoluzione del contratto. E’ stato assegnato un termine per le controdeduzioni, che sono arrivate e non sono state accolte nel merito per cui il 12 settembre è stato chiuso il procedimento ed è stata fatta la determina. Questa dice che viene risolto il contratto e ne spiega le ragioni e dice che la risoluzione del contratto avrà efficacia a partire dal 1 novembre. Questo perché nel frattempo in maniera molto diligente è stata chiesta alle altre società che hanno partecipato alla gara l’esibizione dei documenti per capire se è tutto in regola per procedere all’aggiudicazione, secondo graduatoria finale, all’azienda meglio classificatasi. A Noci è nostro intendimento, dopo consultazione con gli uffici, prorogare a stessi patti e condizioni di almeno un mese il contratto con la Universal perché se non ci saranno altri intoppi di natura giuridica l’ufficio dell’ARO  andrà ad aggiudicare la gara in tempi brevi e potremo avere un gestore unico dell’ARO. Il nostro compito primario è che non ci sia interruzione del servizio e credo che con la Universal si stia facendo almeno su Noci un lavoro buono. I cassonetti vengono svuotati con maggiore frequenza, è stata potuta garantire l’apertura quotidiana dell’isola ecologica. Vi è oggettivamente una gestione del servizio che è tutt’ora abbastanza soddisfacente. Certo è un servizio che, così come organizzato, non ci permetterà mai di raggiungere le percentuali del porta a porta ma stiamo lavorando per attuare questa cosa. Vorrei ricordare per chi non avesse memoria che Noci esce da una stagione e da un contratto che era blindato. Una delle cose che dovevamo fare, l’abbiamo fatta. Se oggi siamo nella condizione di poter, in tempi brevi, immaginare che Noci vedrà partire un porta a porta è perché su tutte queste cose con molta attenzione ci siamo messi a lavorare.

Inizia ad intensificarsi la campagna elettorale per il referendum circa la riforma costituzionale promossa dal governo Renzi. Cosa voterà il Sindaco Nisi?

Sono convinto di votare per il si. Ritengo che lo sforzo che fino ad oggi è stato fatto, soprattutto in riferimento alla possibilità di aprire veramente una stagione di riforme del nostro sistema, è uno sforzo che deve essere sostenuto e che merita appoggio. Io non ne faccio una questione relativa al destino del governo Renzi e quindi un appoggio a garantire che il governo possa avere una sua continuità. A mio avviso Renzi ha avuto un estremo coraggio nel personalizzare questo referendum. Molto probabilmente qualcun altro al suo posto non lo avrebbe fatto. Non credo che siano molti gli uomini politici che leghino il proprio destino al raggiungimento di un obiettivo. Poi è del tutto evidente che nel merito ci sono alcuni punti di criticità ma io credo che in questa fase vada sostenuto lo sforzo che è stato fatto per, finalmente, aprire una stagione di riforme di cui il nostro paese ha bisogno. Per altro tentativi in passato cominciati e puntualmente falliti sulla base di accordi o disaccordi di natura politica. Io credo che in questo caso il referendum quanto meno pone i cittadini di fronte alla possibilità non solo di esprimersi come è giusto che sia ma di prendere una posizione. Ho visto che questo referendum si sta politicizzando. Alla fine la discussione non sarà nel merito della riforma, sarà semplicemente per chi vuole che ancora il governo Renzi vada avanti e per chi vuole che Renzi vada a casa. Questa è oggettivamente la spersonalizzazione della sostanza della questione e oggettivamente ritengo che sfugga da quello che invece dovrebbe essere la responsabilità delle forze politiche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Dalla prima pagina

Pubblicità

Pubblicità

Dulciar Natale 2017

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 184 visitatori e un utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook