Pubblicità

Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità Assinotar 2017 luglio 1

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -
Pubblicità dolcepuglia2017

putignano ospedalePUTIGNANO (Bari) - La segreteria del Partito Democratico di Putignano con una nota ufficiale ha fatto un ultimo appello al Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, a difesa del reparto di Ostetricia-Ginecologia del "Santa Maria degli Angeli" e copntro il temuto declassamento dell'ospedale di Putignano.


La nota della segreteria PD di Putignano

Prendendo come riferimento il 2012, ultimo anno per il quale si disponga di elaborazioni statistiche ufficiali su base nazionale, il reparto di Ostetricia-Ginecologia di Putignano emerge come il più produttivo dell’intero sud barese (816 parti, contro i 586 di Altamura e i 367 di Monopoli), mentre, in relazione alla percentuale di cesarei nelle donne al primo parto (un indicatore di qualità particolarmente significativo), esso registra “risultati nettamente migliori della media statistica” (nonché inferiori di circa 10 punti percentuali rispetto al dato regionale). In Puglia, peraltro, è l’unico reparto che assicuri gratuitamente a tutte le partorienti il parto indolore, in virtù delle specifiche competenze acquisite nel corso degli anni dal suo pool di anestetisti.

La paventata chiusura del reparto di Ostetricia-Ginecologia di Putignano sembrerebbe dipendere non tanto dal mancato raggiungimento della soglia di 1000 parti annui, una soglia che, del resto, il Ministero della Salute indica come obbiettivo tendenziale (e dalla quale gli altri ospedali del sud barese sono ancor più lontani), quanto dal mancato soddisfacimento del secondo criterio contemplato, in relazione ai punti nascita, dalla cosiddetta Relazione Gorgoni, propedeutica al Piano di Riordino: la presenza, accanto al reparto di Ostetricia-Ginecologia, del reparto di Rianimazione (per il quale Putignano fa comunque capo all’IRRCS di Castellana Grotte, ubicato ad appena 4 km di distanza). Questo secondo criterio appare opinabile in primo luogo dal punto di vista medico-assistenziale, potendo ritenersi garantita la sicurezza della partoriente dall’intervento della guardia anestesiologica h24 (di cui Putignano ovviamente dispone); ma soprattutto rischia di determinare una forzatura sul piano della politica sanitaria.

Esso, infatti, si giustifica soltanto facendo ricorso alla classificazione delle strutture ospedaliere così come definita dal Decreto Ministeriale 70/2015, ma immaginando nel contempo il declassamento del “Santa Maria degli Angeli” da ospedale di primo livello ad ospedale di base. Operazione decisamente indebita, dal momento che lo stesso DM 70/2015 fa discendere la classificazione delle strutture ospedaliere dall’unico criterio del bacino d’utenza (tra 80mila e 150mila utenti per gli ospedali di base; tra 150mila e 300mila utenti per gli ospedali di primo livello). E Putignano, con un’utenza largamente superiore ai 150mila residenti (Distretto 13: Gioia del Colle, Sammichele di Bari, Casamassima, Turi; Distretto 14: Putignano, Noci, Alberobello, Castellana Grotte, Locorotondo), che in periodo estivo risulta ulteriormente e copiosamente accresciuta, non può certo essere classificato come semplice struttura di base. E’ ancora il DM 70/2015 che, d’altro canto, all’art. 8.1.1, indica quale criterio da considerare, ai fini del riordino ospedaliero, la specificità territoriale.

Una specificità che, nel nostro caso, ha soprattutto a che vedere con lo spiccato policentrismo urbano della Puglia centrale, in particolare della Bassa Murgia, e con un reticolato stradale e ferroviario generalmente insufficiente o inadeguato. Per tutte queste ragioni, il Partito Democratico di Putignano ritiene sbagliata e incomprensibile ogni ipotesi di chiusura del reparto di Ostetricia-Ginecologia dell’Ospedale “Santa Maria degli Angeli” e, in un estremo, accorato, tentativo di preservare quello che è, a tutti gli effetti, un fiore all’occhiello della sanità pugliese, fa appello al Presidente della Giunta Regionale, nonché Assessore alla Sanità, Michele Emiliano, affinché si adoperi per scongiurare tale infausta eventualità.

Segreteria PD Putignano (Ba)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Dalla prima pagina

Pubblicità

Pubblicità

Dulciar Natale 2017

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 180 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook