Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

Sabato, 4 Aprile 2020 - 18:14

trovo aziende

 

04 04intempodelledonneNOCI (Bari) – Ancora una volta donne, ancora una volta una discussione sul ruolo del genere femminile con relativi diritti e doveri. La scorsa domenica 3 aprile 2016, nel chiostro di San Domenico, si è tornato a parlare di donne e di parità di genere, non utilizzando profili esperienziali bensì storici ed attuali. L’invito alla discussione, organizzata alla presenza di illustri relatori, è stato inoltrato dal circolo del Partito Democratico di Noci, desideroso di ricordare il 70° dalle prime elezioni amministrative alle quali le donne furono chiamate a votare (10 marzo 1946) con un dibattitto intitolato "Il tempo delle donne".

L’incontro, moderato ed introdotto da Marta Jerovante, è stato impostato per dare la possibilità ai presenti di tornare a riflettere su fatti accaduti negli ultimi settant’anni e per ragionare sul presente: gli obiettivi raggiunti, le battaglie vinte, le acquisizioni dei diritti da parte del genere femminile. E a contribuire a quanto presupposto, due ospiti importanti: il professor Gianfranco Liberati (Docente di Storia del Diritto Italiano presso l’ Università degli Studi di Bari Aldo Moro) e la dottoressa Lorena Saracino, giornalista de Il Corriere del Mezzogiorno. Interessante l’introduzione della Jerovante ad inizio conferenza, volta a sottolineare evidenti disparità di genere presenti nel mondo attuale, lavorativo e non.

Un indirizzo di saluto non poteva mancare da parte del primo cittadino Nisi, padrone di casa oltre che massimo esponente politico del circolo, cui è spettato sottolineare la sua esperienza diretta elettorale e politica dello scorso 2013, anno in cui per la prima volta i cittadini furono chiamati ad esprimere la doppia preferenza di genere. Un avvenimento che ci fa capire quanta strada ancora ci sia da percorrere – ha sottolineato – affinché ad essere legittimata non sia solo la parità di genere ma i diritti ed i doveri assoluti. Una strada lunga per davvero, se consideriamo quanto, per secoli, la donna sia stata considerata inferiore per intelletto e per natura dall’uomo, dalla chiesa e dalla scienza, come ha dettagliatamente spiegato Romina Giannini in quest’occasione, venendo a relazionare sul tema “Donne naturalmente inferiori: le singolari teorie scientifiche del tardo settecento” .

Excursus storico ed approfondito da parte del professor Liberati al quale è stato chiesto di relazionare sul tema “Dalla sinistra italiana alla Costituente”: una vera lezione di storia del diritto quella di Liberati che non poteva non prendere in esame lo sviluppo, negli anni, delle diverse leggi elettorali, iniziando da Zanardelli, rispolverando l’attività di Agostino De Pretis e quella più tarda di Di Rudinì, fino ad arrivare alla storia politica degli anni 40 del ‘900, in cui le donne cominciarono, per la prima volta, a considerarsi a tutti gli effetti cittadine.

Il contributo ultimo della dottoressa Saracino sul tema “Donne e potere: essere femministi conviene allo sviluppo” è stato invece incentrato su dati di rappresentanza femminile in Italia ed in Europa, di alcuni punti percentuali ancora inferiori rispetto a quella maschile. I dettagli sono stati presi in considerazioni per presentare anche la teoria di Chimamanda Ngozi Adichie, attivista e fimminista nigeriana, autrice del saggio “Dovremmo essere tutti femministi”, all’interno del quale spiega il suo punto di vista sul femminismo moderno. Afferma che il vero problema alla base della disuguaglianze sociali è la differenza di genere, sottolineando più volte quanto sia importante educare ragazzi e ragazze all'uguaglianza e al rispetto altrui. Qui l'autrice racconta in particolare anche alcuni episodi della sua infanzia e giovinezza, che le hanno fatto capire quanto la società abbia bisogno di femminismo. Inoltre, affronta anche la tematica del femminismo dal punto di vista della società nigeriana, raccontando di come in Nigeria una donna acquisti dignità solo se sposata o di come le donne sono fin da piccole educate nei lavori domestici e non spronate a raggiungere traguardi ambiziosi. E’ indubbio, ha commentato la Saracino a supporto di tale teoria, quanto le donne siano produttive, creative e studiose sull’ambito lavorativo tanto da poter essere in grado di garantire sviluppo ad un paese e all’economia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

 

Altri hanno letto anche:

Necrologi

Necrologi - Domenica, 22 Dicembre 2019

Ricordo di Nicola Putignano

Necrologi - Sabato, 23 Febbraio 2019

Cordoglio

Auguri

Auguri - Domenica, 15 Luglio 2018

Congratulazioni a Sabrina Silvestri

Auguri - Venerdì, 15 Novembre 2013

I tuoi auguri a...

Auguri - Martedì, 03 Gennaio 2012

Buon anno con il calendario di NOCI24.it

Pubblicità

La pubblicità
Pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 893 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 

FUORI CITTA'

Bari Carbonara - Denunciato un positivo che ha violato la quarantena

02-04-2020

BARI - I Carabinieri della Stazione di Bari Carbonara, durante i controlli mirati a garantire il rispetto dei decreti ministeriali sulle...

Putignano - Era in possesso di oltre 700 grammi di eroina: preso corriere della droga

02-04-2020

Putignano (Bari) - Alle ore 13,00 di ieri pomeriggio, nel centro abitato di Putignano, una pattuglia della locale Stazione Carabinieri, impegnata...

Giovanni Paolo II di Putignano: 24 casi positivi al Coronavirus

29-03-2020

PUTIGNANO (Bari) - E' di pochi minuti fa la notizia della conferma dei 24 casi risultati positivi al Coronavirus in quel...

Provincia di Bari Bat, emergenza COVID-19: tante persone denunciate per violazioni all’art.650 c.p., furto…

20-03-2020

COMUNICATO - In questi ultimi giorni molteplici sono state le violazioni ai sensi dell’art. 650 del C.P. rilevate dai Carabinieri...

Sequestro di cocaina e marijuana grazie al fiuto del cane delle Fiamme Gialle Lady

05-03-2020

BARI - Nell’ambito del costante controllo del territorio volto alla repressione dei traffici illeciti - coordinato dal I Gruppo della...

Cala il sipario sul Carnevale di Putignano: sospesa la festa della pentolaccia

29-02-2020

PUTIGNANO (Bari) - «A causa dei recenti avvenimenti che stanno interessando il nostro Paese – dichiara la sindaca di Putignano...

NECROLOGI

Ricordo di Nicola Putignano

22-12-2019

Il 18 dicembre 2019 è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari e dell'intera città il prof. Nicola Putignano, docente...

Muore il 42enne Mirko Quarato: oggi i funerali in Chiesa Madre

24-04-2019

NOCI (Bari) - Non ce l'ha fatta a sopravvivere il giovanissimo Mirko Quarato dopo il pericoloso incidente che lo aveva...

Cordoglio

23-02-2019

La Dirigente Scolastica, prof.ssa Rosa Roberto, con l’intera comunità scolastica dell’IIS “Da Vinci – Agherbino”, partecipa al dolore della professoressa...

LETTERE AL GIORNALE

Vito Plantone: "Andrà tutto bene"

15-03-2020

COMUNICATO - Ci sentivamo invincibili. Pensavamo che il mondo fosse controllabile semplicemente dal nostro salotto di casa e tenendo tra...

“Ed elli avea del cul fatto trombetta”

13-03-2020

LETTERE AL GIORNALE - "Perché mi serve un nemico?" chiese Paperone a Rockerduck. Il mio è la pigrizia che combatto...

8 Marzo, Giulia Basile: "Anche questa volta le donne saranno capaci di aiutare"

08-03-2020

NOCI (Bari) - Quest'anno il rumore dell'8 Marzo ha il rumore del pianto: piove. La prima cosa che ho pensato...

Mottola "Noci conceda la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre"

10-11-2019

LETTERE AL GIORNALE - In una nota stampa l'avvocato e saggista storico, Josè Mottola, riflettendo su quanto accaduto nelle scorse...

Nisi "Da una periferia, ai dirigenti del Partito Democratico"

13-08-2019

LETTERE AL GIORNALE - È il mio partito. E lo è soprattutto perché è democratico. C’è, nel PD - come, ad...

Cani randagi tra via Ortolani e via Roma: lettera di segnalazione

05-08-2019

NOCI (Bari) - Riceviamo e pubblichiamo la lettera che un lettore di Noci24.it ha voluto inviare al Sindaco di Noci...