Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

Domenica, 29 Novembre 2020 - 02:24

europarlamento  ELEZIONI EUROPEE  25 maggio 2014  NOCI (Bari)

Risultati: VOTI DI LISTA--> --|-- PREFERENZE --> --|-- AFFLUENZA--> --|-- SCARICA I DATI UFFICIALI -->

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 

04-29-relatori-tavolo-alemannoNOCI (Bari) - Ridare fiducia ad un settore in crisi, strangolato dalle tasse ed impoverito da un'applicazione sbagliata di recepimento della normativa europea, meglio definita un errore. Così Fratelli d'Italia-AN ha descritto l'annosa vicenda delle quote latte che vede coinvolta migliaia di allevatori italiani. All'incontro-dibattito svoltosi domenica sera dal titolo "Diamo voce agli allevatori locali", hanno partecipato anche l'on. Gianni Alemanno e Giuseppe Gallo (in foto il tavolo dei relatori).

Nella terra di sud, al sud dell'Europa, le aziende zootecniche chiudono ad un ritmo impressionante, quasi 50 al giorno. In Puglia negli ultimi 6 anni, a partire dalla crisi del 2008, la contrazione è stata di quasi il 30%. Una mattanza «dovuta anche ai numerosi giudizi pendenti dinanzi alle autorità giudiziarie per l'errata attuazione del regime delle quote latte, per l'illegittima applicazione del prelievo supplementare».

La denuncia lanciata dalla sezione locale del partito di Giorgia Meloni vorrebbe che il prelievo supplementare non sia più addebitato al singolo allevatore per il superamento del proprio quantitativo di riferimento individuale, ma addebitato a livello nazionale nei limiti del superamento del quantitativo globale garantito attraverso la compensazione tra le minori e maggiori produzioni. «Per come invece è stata applicata per anni la legge in Italia - secondo quanto relazionato dal coordinatore cittadino di FdI-AN Michele Rapanà - la questione "quote latte" ha avuto come soli responsabili gli allevatori a cui si attribuiva la relativa responsabilità di eccesso di prodotto commercializzato». La questione si trascina da anni ed è molto lacunosa. Ad oggi gli allevatori sono allo stremo.

alemanno-gianni-parlamentare«La questione "quote latte" è stato un errore dello stato italiano che ha sbagliato il calcolo delle quote - tuona l'on. Gianni Alemanno, già ministro delle Politiche Agricole e Forestali - ripartendo in maniera sbagliata il carico di produzione ha fatto si che gli allevatori italiani producessero di più di quanto richiesto. Un errore dello Stato che stanno pagando i cittadini». Le accuse sono pesanti. Il pubblico corso al chiostro di San Domenico applaude. A sostegno della tesi c'è anche un rapporto dell'Arma dei Carabinieri sezione Antifrode del Ministero delle Politiche agricole datato 2010, sviscerato dalla relazione del coordinatore cittadino Michele Rapanà, in cui dal 1995 al 2009 i militari hanno riscontrato una «incoerenza tra le banche dati ufficiali sulla presenza dei bovini alla stalla ed il loro rapporto con il latte prodotto». Insomma per FdI-AN i conti non tornano, bisogna correre ai ripari e al più presto. Pena lo sgretolamento di un intero settore a favore di multinazionali e prodotti ogm (organismi geneticamente modificati).

04-29-alemanno-allevatoriTema su cui più volte torna l'on Gianni Alemanno che concorre per il partito alle elezioni europee del 25 maggio prossimo. Nato a Bari ma con il comitato elettorale a Napoli, l'ex ministro dei governi II e III di Berlusconi, risponde che «c'è bisogno di più controllo, maggiore sicurezza alimentare ed una giusta distribuzione dei finanziamenti regolati dalla PAC». «Rimango qui – dice ancora Alemanno – perché voglio conoscere a fondo le problematiche degli allevatori di Puglia». Ed infatti a fine serata il deputato di centrodestra si è fermato per circa mezz'ora a parlare con gli allevatori nocesi. Gli stessi che hanno colto la palla al balzo per denunciare apertamente le proprie paure e che sono pronti a sottoporsi a qualsiasi tipo di controllo pur di veder rispettato il proprio lavoro. Per loro sembra ingiusto pagare l'eccedenza produttiva di una quota minima che dovrebbe garantire almeno la sopravvivenza. Il lgt Lorenzo Zaccaria è in sala ed ascolta in silenzio. Chiude il ciclo degli interventi l'on. Giuseppe Gallo con un discorso dedicato alle future generazioni di lavoratori del settore primario.

L'attuale condizione del mercato dei prodotti agricoli con una concorrenza che puzza sempre più di sleale e contraffatto sta portando gli allevatori che tengono e producono prodotti di qualità locali ad alzare la testa e protestare al grido di equità e giustizia.

04-29-gruppo-an-alemanno

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

 

Altri hanno letto anche:

La pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 431 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 

FUORI CITTA'

Covid19 - Monopoli: 161 positivi

21-11-2020

MONOPOLI - In Sindaco di Monopoli Angelo Annese questa sera ha comunicato i dati aggiornati sui contagi da Sar-Cov2 a Monopoli:...

Covid19 - Putignano: 99 positivi

21-11-2020

PUTIGNANO - Nel pomeriggio la sindaca Luciana Laera ha comunicato i dati, aggiornati ad oggi, dei putignanesi positivi al Coronavirus. Sono...

Modugno - Sorpresi quattro minorenni che posizionavano sassi lungo la linea ferroviaria

17-11-2020

MODUGNO - I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Modugno hanno denunciato in stato di libertà i genitori di...

Castellana Grotte - Sospesa l’attività didattica da domani in due istituti scolastici

15-11-2020

CASTELLANA GROTTE - Sospesa l’attività didattica da domani in due istituti scolastici per casi accertati di Covid-19 tra i docenti a...

Bari - Minore denunciato per rapina sul Lungomare

14-11-2020

BARI - I Carabinieri della Stazione di Bari Principale, al termine di attività investigativa, hanno deferito in stato di libertà...

Castellana grotte - Evade dai domiciliari per rubare in chiesa, arrestato dai carabinieri

14-11-2020

CASTELLANA GROTTE - I Carabinieri della Stazione di Castellana Grotte hanno tratto in arresto, in esecuzione di ordinanza di custodia...

NECROLOGI

E' tornato alla casa del Padre Giovanni Novembre

10-06-2020

E' tornato alla casa del Padre all'età di 71 anni Giovanni Novembre. Lo annunciano la moglie Angela, i figli Giuseppe...

Ricordo di Nicola Putignano

22-12-2019

Il 18 dicembre 2019 è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari e dell'intera città il prof. Nicola Putignano, docente...

Muore il 42enne Mirko Quarato: oggi i funerali in Chiesa Madre

24-04-2019

NOCI (Bari) - Non ce l'ha fatta a sopravvivere il giovanissimo Mirko Quarato dopo il pericoloso incidente che lo aveva...

LETTERE AL GIORNALE

DS Chiara d’Aloja: lettera aperta alla Comunità Educante

28-08-2020

LETTERE AL GIORNALE - Il nuovo anno scolastico è alle porte anche per l’Istituto Comprensivo Gallo-Positano e sarà un anno speciale...

Piero Liuzzi: "Zavoli e la sua fame di Sud"

06-08-2020

NOCI - Riceviamo e pubblichiamo questo breve ricordo del sen. Piero Liuzzi sul suo originale rapporto con Sergio ZAVOLI, parlamentare...

Auguri nonna Stella!

04-07-2020

NOCI (Bari) - Il 1 luglio 2020 nonna Stella, per tutti Stella Palattella, per le amiche e vicine di casa "Stellina...

Offese all'ing. Conforti. La replica dei giornalisti Longo e Scagliarini

05-06-2020

Riceviamo e pubblichiamo la replica dei giornalisti Giovanni Longo e Massimiliano Scagliarini al comunicato pubblicato il 23 maggio su NOCI24.it a firma...

Morea replica a Plantone

22-05-2020

NOCI - Il consigliere comunale di minoranza Stanislao Morea (Idea Noci) ha diffuso una nota in replica al comunicato del consigliere...

Per una Scuola silenziosa ed autenticamente operante

27-04-2020

LETTERE AL GIORNALE - Nel mostrare ciò che si fa, si corre sempre il rischio che la volontà di fare...