Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

MartedÌ, 4 Agosto 2020 - 22:27

trovo aziende

 

temTEMPERAMENTE - C’è un tassello mancante, una falla, nell’analisi della scrittura di Cosimo Argentina. Ed è pericoloso che questa falla non si leghi ad un momento qualsiasi dell’azione del tarantino, ma alle origini della stessa. Lettori più e meno affezionati, esperti del settore e neofiti: tutti pensano (e sono invitati a pensare) che la prima orma appartenga a Leonida Ciocri, chiamato nell’anno 1999 a cercare un riscatto sotto tre differenti e fallimentari vesti: militare prima, studente poi e scrittore infine. Il Cadetto, Marsilio editore, premio Kihlgren per l’opera prima: questo recita la bibliografia. Peccato che la cronologia necessiti di un fondamentale aggiornamento.

Nell’anno 1991, presso la tipografia Abicca di Brindisi, un giovane Argentina incrocia i guantoni con l’amico Stefano Caracciolo, autofinanziando un’opera a quattro mani con – ovvi motivi – limitatissima tiratura. Si potrebbe semplicemente bollare lo scritto come un’esperienza giovanile e se ne potrebbero evidenziare le differenze di respiro rispetto alla successiva produzione argentiniana; si potrebbe infine ridurre l’importanza dello stesso ad un semplice richiamo di nomi (quel Cosmo che si ritroverà anni dopo in Viaggiatori a sangue caldo): ma tutto questo rappresenterebbe un torto. Bevitori di birra che camminano incarna infatti la prima radice, il diario intimo e la bozza di una produzione che troverà sviluppo nel successivo ventennio.

Basterà l’introduzione ad illuminare il lettore: in una densità soffocante i capolavori letti dai due amici e utili alla loro formazione si mescoleranno senza soluzione di continuità a tutti i demoni abilitati a popolare le pagine di Cosimo Argentina: «la martoriata città natale», le ombre di via Calabria, il peso di una famiglia sempre inadeguata si sommano al particolare rapporto con il male, quel ruolo salvifico conferito alle donne e quel pendant tra il Settentrione e la realtà tarantina che diverranno la cifra della successiva produzione di Argentina.

Bukowski, Céline, Choukri, Defoe e Márquez: chi volesse conoscere gli autori che hanno accompagnato la giovinezza del tarantino non avrebbe necessità di chiederglielo in un’intervista. E la stessa già citata via Calabria è «una specie di cuore nero» per ammissione dello stesso narratore, accogliendo poi i tristi destini dei protagonisti di Cuore di cuoio, Vicolo dell’acciaio, Maschio adulto solitario.

«Le acque lacustri che lottano per avere la meglio sulle paludi» dei Bevitori rappresentano già quel conflitto cerebrale tra bene e male sempre presente in Argentina, scontro che si declinerà poi nei modi più disparati: dalle misere rivincite del Dagoberto di Bar Blu Seves, agli scatti d’ira sui più deboli del già citato Dànilo o alla fredda vendetta del Maresca de L’umano sistema fognario.

Si rivedano dunque tempi e modi: il Ciocri e le sue peripezie non sono l’inizio. Lo sviluppo, semmai. Le radici dello stile di Argentina sono tra i due mari, non su una quattro corsie del Settentrione. Le prime presse non sono quelle di un editore veneziano: Cosmo nasce a Brindisi, presso una tipografia forse ormai chiusa.

Graziano Gala è l’autore di questo approfondito articolo. Oltre a essere un lettore di Temperamente, Graziano Gala si è laureato in Lettere Classiche con una tesi sullo scrittore Cosimo Argentina. Al momento insegna come supplente di italiano e latino a Inzago (MB), scrive poesie e racconti, ha vinto il Premio Gazzetta del Mezzogiorno e il premio nazionale Bukowski .

Bevitori di birra che Camminano di Cosimo Argentina 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

 

Altri hanno letto anche:

La pubblicità
Pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 588 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 

FUORI CITTA'

Putignano, spazi alle idee: martedì 4 agosto inaugurazione di Piazza Teatro

04-08-2020

PUTIGNANO - Martedì 4 agosto alle ore 19:00 s’inaugura Piazza Teatro, il nuovo spazio di rigenerazione urbana e sociale ideato...

Da Alberobello a Pescara per “Mister Italia 2020”

01-08-2020

ALBEROBELLO - C’è anche un 20enne di Alberobello (BA) tra i trentadue finalisti che sabato sera 1 agosto a Pescara...

Guardia di Finanza Bari: eseguite tre ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei responsabili di…

17-07-2020

BARI - In data odierna, i Finanzieri del G.I.C.O. del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Bari...

Alberobello - Molestie e minacce in un locale pubblico: arrestato dai Carabinieri

16-07-2020

ALBEROBELLO - I Carabinieri della Stazione di Alberobello, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP presso il Tribunale...

Gioia del colle - Arrestato imprenditore per sfruttamento del lavoro

09-07-2020

GIOIA DEL COLLE (Bari) - I Carabinieri della “task force” dedicata al contrasto del fenomeno della intermediazione illecita e dello sfruttamento...

Operazione “ECLISSI” dei Carabinieri della Compagnia di Monopoli: 6 arresti

06-07-2020

BARI - Dalle prime ore dell’alba, i Carabinieri della Compagnia di Monopoli, coadiuvati dal Nucleo Cinofili e dallo Squadrone eliportato Cacciatori...

NECROLOGI

E' tornato alla casa del Padre Giovanni Novembre

10-06-2020

E' tornato alla casa del Padre all'età di 71 anni Giovanni Novembre. Lo annunciano la moglie Angela, i figli Giuseppe...

Ricordo di Nicola Putignano

22-12-2019

Il 18 dicembre 2019 è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari e dell'intera città il prof. Nicola Putignano, docente...

Muore il 42enne Mirko Quarato: oggi i funerali in Chiesa Madre

24-04-2019

NOCI (Bari) - Non ce l'ha fatta a sopravvivere il giovanissimo Mirko Quarato dopo il pericoloso incidente che lo aveva...

LETTERE AL GIORNALE

Auguri nonna Stella!

04-07-2020

NOCI (Bari) - Il 1 luglio 2020 nonna Stella, per tutti Stella Palattella, per le amiche e vicine di casa "Stellina...

Offese all'ing. Conforti. La replica dei giornalisti Longo e Scagliarini

05-06-2020

Riceviamo e pubblichiamo la replica dei giornalisti Giovanni Longo e Massimiliano Scagliarini al comunicato pubblicato il 23 maggio su NOCI24.it a firma...

Morea replica a Plantone

22-05-2020

NOCI - Il consigliere comunale di minoranza Stanislao Morea (Idea Noci) ha diffuso una nota in replica al comunicato del consigliere...

Per una Scuola silenziosa ed autenticamente operante

27-04-2020

LETTERE AL GIORNALE - Nel mostrare ciò che si fa, si corre sempre il rischio che la volontà di fare...

Vito Plantone: "Andrà tutto bene"

15-03-2020

COMUNICATO - Ci sentivamo invincibili. Pensavamo che il mondo fosse controllabile semplicemente dal nostro salotto di casa e tenendo tra...

“Ed elli avea del cul fatto trombetta”

13-03-2020

LETTERE AL GIORNALE - "Perché mi serve un nemico?" chiese Paperone a Rockerduck. Il mio è la pigrizia che combatto...