Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

VenerdÌ, 7 Agosto 2020 - 11:38

trovo aziende

 

temTEMPERAMENTE - Della mia adolescenza ricordo le primavere: il pizzicore dell’aria di marzo, la frescura di quella di aprile, i giri interminabili in bicicletta, le mattinate a scuola e gli intervalli, la comodità delle felpe che coprivano quel corpo in cui era impossibile sentirsi a proprio agio, l’agitazione dirompente nel vedere un’assorbente macchiato, la difficoltà ad abbandonare certe abitudini ‘da bambine’ per adottarne altre più ‘da grandi’ di cui ancora, a quell’età, non si capisce del tutto il senso.

Veronica Veci Carratello riesce, con il suo graphic novel Freezer, a regalarmi di nuovo la sensazione di essere alle medie; mi riporta agli anni in sella alla bicicletta, agli anni della goffaggine, alla ricerca di sé stesse, gli anni in cui da una parte si avverte, forte e certa, la propria diversità ma in cui, al contempo, altrettanto forte è la spinta all’omologazione.
Veci mostra questa frattura, questo conflitto d’interessi ma non solo: mostra come nonostante si sia ancora piccole, si abbia già grande sensibilità, una sensibilità spesso urtata dalla goffaggine degli adulti che hanno forse dimenticato quanto quell’età sia fragile e delicata.

Mina, infatti, è una ragazzina che, nonostante qualche dubbio circa chi sia davvero, sa perfettamente cosa non vuole essere. Non vuole essere come le sue compagne, non le interessa nemmeno provarci, ma sa anche che non essere come loro comporta un esilio, una solitudine volontaria.
Essere fedeli alla propria personalità, ai propri interessi, alle proprie attitudini può costar caro: ma lei lo sa, ne è consapevole, e questo la rende non solo più adulta degli adulti, ma senz’altro coraggiosa.
L’invadenza della mamma, la spacconaggine del papà, le liti col fratellino, la crudeltà di alcune compagne di scuola, l’aspettativa e il terrore dietro alle mestruazioni sono tra i problemi che Mina si vede costretta ad affrontare ogni giorno; ma non solo: la morte, i problemi economici, la mancanza di lavoro, sono altre spie d’allarme ben più grandi e luminose, altri problemi di cui sente parlare e che la preoccupano, che vive sulla sua pelle e di cui ha coscienza. Mina, ci dimostra come l’età in qualche modo non conti e ci dimostra che in ogni momento della vita si hanno occhi e orecchie per percepire il mondo circostante e i suoi drammi.

Ma nella vita quotidiana, costellata da tutti i suoi problemi, da tutte le sue criticità, Mina sa anche che può contare, nonostante i litigi, le incomprensioni, le diversità, sull’appoggio della sua famiglia.
Dallo spingere il camper rimasto fermo sulla strada, dall’accompagnare tutti insieme lo zio ad un incontro amoroso, dal mantenere un segreto di famiglia inconfessabile – e che non sarò io a svelarvi – i Robinson vi stupiranno per la loro unicità e per la loro unità.
Pur conoscendo i difetti delle persone che ha accanto, nonostante quei difetti la facciano spesso soffrire e acuiscano il suo disagio soprattutto negli eventi sociali, Mina accetta ognuno per com’è, dando nello spazio delle 138 pagine di deliziosi disegni che illustrano le sue vicissitudini una grande lezione: accettare le diversità e le scelte altrui pur non condividendole è un grande gesto d’amore.

Veci ci trasporta in un universo dai colori pastello narrandoci una storia in toni freschi, ma che nasconde un lato più opaco: l’adolescenza non è rose e fiori, semmai un “prato di fiori belli ma puzzolenti in mezzo ad una campagna che almeno sa di buono”; non è un periodo di incoscienza, di irresponsabilità e di spensieratezza, tutt’altro. È un passaggio doloroso, fatto di piccole sofferenze, di piccole frustrazioni. Ma è proprio attraverso quelle difficoltà che riusciamo ad emergere, più forti, più veri, più noi.
È attraverso la consapevolezza di non essere sole, attraverso il supporto delle persone che ci vogliono bene che riusciamo a sorridere tra le lacrime, ad uscire vittoriose da un momento di così grande vulnerabilità.

Posti segreti in cui rifugiarsi, gatti che cercano il suicidio in modo quantomeno kafkiano, nonne silenziose, zii appartenenti ad un’altra epoca, vicini ossessivi e tagli di capelli improbabili almeno quanto i nomi propri dati alla progenie, sono tra le ulteriori particolarità che potrete trovare in un romanzo che sa colpire con ironia e con garbo la lettrice e il lettore, che sa raccontare una storia personale, collettiva, familiare.

Una storia graziosa, come una bella sorpresa.

Freezer, Veronica Veci Carratello, BAO Publishing, luglio 2016, 138 pp., 18 euro

Altre recensioni su www.temperamente.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

 

Altri hanno letto anche:

La pubblicità
Pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 627 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 

FUORI CITTA'

Bisceglie - Aggressione a minore in piazza: sei arresti

06-08-2020

Bisceglie - Questa mattina i Carabinieri della Tenenza di Bisceglie, in esecuzione di un’ordinanza emessa dal Giudice per le indagini preliminari...

Putignano, spazi alle idee: martedì 4 agosto inaugurazione di Piazza Teatro

04-08-2020

PUTIGNANO - Martedì 4 agosto alle ore 19:00 s’inaugura Piazza Teatro, il nuovo spazio di rigenerazione urbana e sociale ideato...

Da Alberobello a Pescara per “Mister Italia 2020”

01-08-2020

ALBEROBELLO - C’è anche un 20enne di Alberobello (BA) tra i trentadue finalisti che sabato sera 1 agosto a Pescara...

Guardia di Finanza Bari: eseguite tre ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei responsabili di…

17-07-2020

BARI - In data odierna, i Finanzieri del G.I.C.O. del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Bari...

Alberobello - Molestie e minacce in un locale pubblico: arrestato dai Carabinieri

16-07-2020

ALBEROBELLO - I Carabinieri della Stazione di Alberobello, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP presso il Tribunale...

Gioia del colle - Arrestato imprenditore per sfruttamento del lavoro

09-07-2020

GIOIA DEL COLLE (Bari) - I Carabinieri della “task force” dedicata al contrasto del fenomeno della intermediazione illecita e dello sfruttamento...

NECROLOGI

E' tornato alla casa del Padre Giovanni Novembre

10-06-2020

E' tornato alla casa del Padre all'età di 71 anni Giovanni Novembre. Lo annunciano la moglie Angela, i figli Giuseppe...

Ricordo di Nicola Putignano

22-12-2019

Il 18 dicembre 2019 è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari e dell'intera città il prof. Nicola Putignano, docente...

Muore il 42enne Mirko Quarato: oggi i funerali in Chiesa Madre

24-04-2019

NOCI (Bari) - Non ce l'ha fatta a sopravvivere il giovanissimo Mirko Quarato dopo il pericoloso incidente che lo aveva...

LETTERE AL GIORNALE

Piero Liuzzi: "Zavoli e la sua fame di Sud"

06-08-2020

NOCI - Riceviamo e pubblichiamo questo breve ricordo del sen. Piero Liuzzi sul suo originale rapporto con Sergio ZAVOLI, parlamentare...

Auguri nonna Stella!

04-07-2020

NOCI (Bari) - Il 1 luglio 2020 nonna Stella, per tutti Stella Palattella, per le amiche e vicine di casa "Stellina...

Offese all'ing. Conforti. La replica dei giornalisti Longo e Scagliarini

05-06-2020

Riceviamo e pubblichiamo la replica dei giornalisti Giovanni Longo e Massimiliano Scagliarini al comunicato pubblicato il 23 maggio su NOCI24.it a firma...

Morea replica a Plantone

22-05-2020

NOCI - Il consigliere comunale di minoranza Stanislao Morea (Idea Noci) ha diffuso una nota in replica al comunicato del consigliere...

Per una Scuola silenziosa ed autenticamente operante

27-04-2020

LETTERE AL GIORNALE - Nel mostrare ciò che si fa, si corre sempre il rischio che la volontà di fare...

Vito Plantone: "Andrà tutto bene"

15-03-2020

COMUNICATO - Ci sentivamo invincibili. Pensavamo che il mondo fosse controllabile semplicemente dal nostro salotto di casa e tenendo tra...