Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

VenerdÌ, 10 Luglio 2020 - 04:18

trovo aziende

 

temTEMPERAMENTE - I presupposti perché Su e giù per le scale fosse un bel libro c’erano e promettevano bene. Monica Dickens, l’autrice, era pronipote del celebre scrittore inglese. Nata a Londra nel 1915 e cresciuta in una famiglia borghese, la fanciulla si era mostrata fin da subito insofferente all’ambiente perbenista, facendosi prima cacciare da una nota scuola femminile e prendendo poi la drastica decisione di abbandonare gli abiti eleganti per vestire quelli di cuoca tuttofare al servizio di famiglie benestanti e snob.

Malgrado le premesse, questo libro, che raccoglie le sue esperienze, mi ha profondamente deluso. Comincio a credere di essere refrattaria allo humor inglese (il sospetto si era insinuato nella mia mente dopo aver letto Orgoglio e pregiudizio. Due indizi però fanno una prova). La scrittura della Dickens è timidamente spiritosa, molte descrizioni hanno un lieve guizzo, alcune strappano un tiepido sorriso che non raggiunge però l’apice del grottesco tanto esaltato nella quarta di copertina. Dov’è quel tono dissacrante, la cattiveria di una governante che si beffa del suo padrone? Dov’è il suo sguardo impietoso che mette in luce le bizzarrie dell’essere umano? Il lato oscuro e le debolezze che vengono nascoste sotto il tappeto come la polvere?

Questo libro è un’esperienza sull’attesa. L’attesa smodata di un colpo di scena, di un lampo che squarci la monotonia di un racconto che diventa una semplice cronaca, priva di slancio, passione e sentimento. Gli episodi narrati sono più o meno uguali, cambiano solo luoghi e personaggi, incapaci (questi ultimi) di imprimersi nella memoria: le pagine scorrono e sbiadiscono senza lasciare traccia.

Tra arrosti bruciati, salse impazzite e piatti rotti il racconto prosegue senza una direzione né uno scopo: non c’è un epilogo della storia e soprattutto manca una riflessione più profonda sulla forza motrice che spinge la protagonista a cambiare radicalmente la sua vita. È possibile che si tratti solo di noia? A qualcosa bisognerà pur darlo un senso e allora i riflettori si spostano sulla vita dell’autrice, di sicuro più intensa e piena della sua scrittura. Monica fu una donna anticonformista e volitiva, una delle tante protagoniste dell’emancipazione femminile.

La soffocante vita borghese spinse Monica a svolgere altri lavori tra cui quello di infermiera. Da quella esperienza nacque un altro libro: Su e giù per le corsie. Qualcosa però mi dice che sarà una lettura inutile: mi sembra di conoscere già la storia.

Monica Dickens, Su e giù per le scale, Elliott Edizioni 2015, pp.256, € 12,50

Altre recensioni su www.temperamente.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

 

Altri hanno letto anche:

La pubblicità

Pubblicità

hubberia 1
Pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 477 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 

FUORI CITTA'

Gioia del colle - Arrestato imprenditore per sfruttamento del lavoro

09-07-2020

GIOIA DEL COLLE (Bari) - I Carabinieri della “task force” dedicata al contrasto del fenomeno della intermediazione illecita e dello sfruttamento...

Operazione “ECLISSI” dei Carabinieri della Compagnia di Monopoli: 6 arresti

06-07-2020

BARI - Dalle prime ore dell’alba, i Carabinieri della Compagnia di Monopoli, coadiuvati dal Nucleo Cinofili e dallo Squadrone eliportato Cacciatori...

Corato - Sfruttamento della prostituzione: arrestate due donne

04-07-2020

Corato (Bari) - Sono due le donne arrestate nei giorni scorsi dalla Stazione Carabinieri di Corato, un’italiana 45enne e una marocchina...

False polizze fideiussorie e assunzioni in cambio di voti

01-07-2020

La Guardia di Finanza esegue perquisizioni disposte dalla Procura della Repubblica di Bari BARI - Nella mattinata odierna i Finanzieri del...

Triggiano - Un arresto per rapina

01-07-2020

TRIGGIANO (Bari) - I Carabinieri del Sezione Radiomobile della Compagnia di Triggiano (BA), hanno arrestato, in flagranza di reato, un noto...

Putignano - Carabinieri sequestrano armi e droga, 2 arresti

30-06-2020

PUTIGNANO (Bari) - I carabinieri del Comando Provinciale di Bari, coadiuvati da unità cinofili, dai militari dello Squadrone Eliportato Cacciatori Puglia...

NECROLOGI

E' tornato alla casa del Padre Giovanni Novembre

10-06-2020

E' tornato alla casa del Padre all'età di 71 anni Giovanni Novembre. Lo annunciano la moglie Angela, i figli Giuseppe...

Ricordo di Nicola Putignano

22-12-2019

Il 18 dicembre 2019 è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari e dell'intera città il prof. Nicola Putignano, docente...

Muore il 42enne Mirko Quarato: oggi i funerali in Chiesa Madre

24-04-2019

NOCI (Bari) - Non ce l'ha fatta a sopravvivere il giovanissimo Mirko Quarato dopo il pericoloso incidente che lo aveva...

LETTERE AL GIORNALE

Auguri nonna Stella!

04-07-2020

NOCI (Bari) - Il 1 luglio 2020 nonna Stella, per tutti Stella Palattella, per le amiche e vicine di casa "Stellina...

Offese all'ing. Conforti. La replica dei giornalisti Longo e Scagliarini

05-06-2020

Riceviamo e pubblichiamo la replica dei giornalisti Giovanni Longo e Massimiliano Scagliarini al comunicato pubblicato il 23 maggio su NOCI24.it a firma...

Morea replica a Plantone

22-05-2020

NOCI - Il consigliere comunale di minoranza Stanislao Morea (Idea Noci) ha diffuso una nota in replica al comunicato del consigliere...

Per una Scuola silenziosa ed autenticamente operante

27-04-2020

LETTERE AL GIORNALE - Nel mostrare ciò che si fa, si corre sempre il rischio che la volontà di fare...

Vito Plantone: "Andrà tutto bene"

15-03-2020

COMUNICATO - Ci sentivamo invincibili. Pensavamo che il mondo fosse controllabile semplicemente dal nostro salotto di casa e tenendo tra...

“Ed elli avea del cul fatto trombetta”

13-03-2020

LETTERE AL GIORNALE - "Perché mi serve un nemico?" chiese Paperone a Rockerduck. Il mio è la pigrizia che combatto...