Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità Assinotar 2017 luglio 1

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -
Pubblicità

lamp Dati ufficiali Ministero dell'Interno.

temperamenteTemperamente - «Ho visto quella località vent'anni dopo. È immutabile. I suoi edifici non possono essere confusi con nessun altro edificio. Ha un nome polacco. Ma, per renderlo più comprensibile a coloro che risiedevano e lavoravano lì, il suo nome fu tedeschizzato». Scritti fra il 1964 e il 1965, i testi di Peter Weiss raccolti in Inferni. Auschwitz Dante Laocoonte (Cronopio) sono dotati di un valore letterario oltre che storico. Tra i massimi scrittori tedeschi contemporanei, Weiss, già autore de L'istruttoria, ricorda stavolta l'olocausto passando attraverso una rielaborazione di Dante.

 

Giunto alla stazione di Auschwitz, l'autore è investito dall'eco proveniente da quei luoghi: passi di stivali, urla di comando, gemiti e lamenti dei dannati sono ancora presenti nel campo. Aggirandosi per il lager, è infatti possibile scorgere le bacheche ricolme di montagne di capelli tagliati, le reliquie degli abiti infantili, le scarpe, le dentiere, e gli stanzini con le finestre oscurate, quelli in cui venivano bruciate le ovaie alle donne con i raggi X. Ecco allora che, dinanzi a questi scenari, Peter Weiss concepisce l'idea di un Dante contemporaneo che, dopo Auschwitz, riscrive l'Inferno, ambientandolo sulla terra e collocandovi, stavolta, gli innocenti.

«L'inferno è la paralisi, è il luogo dove non c'è più evoluzione, dove è esclusa ogni idea di cambiamento. L'inferno è la permanenza eterna in un penitenziario, in un manicomio».

Nel suo progetto di un dramma in tre parti sulla Divina Commedia, Weiss immagina un Dante che mostra i supplizi di quanti sono condannati per la loro razza. Ma il suo progetto era destinato ad arrestarsi: se è vero che in un teatro che si proponga di seguire la struttura dell'Inferno il materiale narrativo sarebbe smisurato, è altrettanto vero che con la polverizzazione dei corpi viene polverizzata anche la parola; che si smarrisce la possibilità di descrivere e di parlare. Come per i figli di Laocoonte, dunque. I quali, soffocati dai serpenti, non possono emettere che un urlo muto. E così anche per un narratore non resta che l'impossibilità di proferire parola: «Non era più possibile dir niente, e tutte le parole, di qualsiasi lingua, non avevano più senso».

Inferni di Peter Weiss è un saggio sul "dopo Auschwitz". E, come molti intellettuali ebrei (fra i quali si potrebbe citare ad esempio Hans Jonas, autore del mirabile Il concetto di Dio dopo Auschwitz), anche Weiss ha rimarcato col suo lavoro i limiti del linguaggio e del pensiero dinanzi a un evento che definire "storico" sarebbe ossimorico; giacché l'ubicazione tutta terrena di Auschwitz ha messo in crisi l'esperienza della storia ebraica e contestualmente l'esperienza ebraica della storia.

Peter Weiss, Inferni. Auschwitz Dante Laocoonte, Cronopio, tessere, Napoli 2007, 110 pp.

Altre recensioni su "Temperamente.it"

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Dalla prima pagina

Necrologi

Necrologi - Lunedì, 11 Giugno 2018

A Liliana

Necrologi - Lunedì, 26 Febbraio 2018

Muore il Cav. Francesco Ferulli

Necrologi - Martedì, 20 Febbraio 2018

Simone Martucci, i funerali

Necrologi - Giovedì, 28 Settembre 2017

Ultimo saluto a Sebastiano D'Onghia

Necrologi - Martedì, 19 Settembre 2017

Addio ad Arturo D'Aprile

Aggiornamenti

Se avete un profilo su Facebook e siete interessati a ricevere gli aggiornamenti di NOCI24.it nella vostra sezione Notizie potete selezionare l’opzione “Mostra per primi”, sulla pagina di NOCI24.it.

Noci24 love

Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 374 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook