Pubblicità

Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità Assinotar 2017 luglio 1

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -
Pubblicità dolcepuglia2017

temperamenteTemperamente - Emilia, ultimi giorni di dicembre 1976: Alessandro Bellezza, di ritorno dal suo atipico lavoro – raccoglie carcasse di animali investiti da automobilisti distratti per evitare incidenti stradali – trova il cadavere di una giovane donna. Caricato il corpo sul pick-up per portarlo via insieme a quello delle povere bestie abbandonate sull'asfalto, si accorge che la donna è ancora viva; bloccato da una bufera di neve, Bellezza, ex chirurgo allontanato dalla pratica medica e dagli affetti familiari perché implicato in una vicenda con le Brigate Rosse, è costretto a prestare assistenza in casa propria alla sconosciuta, ferita e apparentemente in preda a un'amnesia.

Ma chi è davvero questa donna? Perché non vuole essere condotta in ospedale? E chi è il misterioso serial killer che uccide le donne sparando loro un unico colpo nella vagina? Ma soprattutto, quanto può essere lunga, la memoria del male subito?

L'odore acido di quei giorni è un libro duro, gelido, granitico. A cavallo tra romanzo storico, poliziesco e noir, affonda le radici nella temperie politica della Bologna dell'inizio del 1977. La vicenda, ambientata a San Giovanni in Persiceto, nella provincia bolognese, è inserita nel calderone sociale dell'epoca, e narrata in gran parte attraverso l'espediente narrativo delle trasmissioni di Radio Alice, emittente libera che parla di scontri tra studenti e poliziotti, di colpi di pistola che esplodono ai cortei, di violenza e di paura, sulle cui frequenze il protagonista è sempre sintonizzato. I dialoghi sono rarefatti, il senso di pericolo e allarme è costante, il ritmo è serrato e incalzante; i personaggi sembrano non aspettarsi nulla dalla vita: dolenti, dilaniati dalla sofferenza, ma in maniera asciutta, rigida, glaciale, sono ingranaggi di una macchina che percorre l'Italia degli anni di piombo descrivendola con precisione fotografica e arrivando a risalire alla lotta partigiana e ai tristi anni del dopoguerra.

Paolo Grugni compone un romanzo intenso, toccante, avvincente, e riesce a non trascurare la trama gialla a scapito della contestualizzazione storica, ma a bilanciare con destrezza i due aspetti senza scadere nella pedanteria né nella mera lezioncina scolastica. Un romanzo consigliato a tutti: a chi ha vissuto gli anni Settanta e a chi ne ha solo sentito parlare.

Paolo Grugni, L'odore acido di quei giorni, Laurana editore, collana Rimmel, 2011, pp. 284

Altre recensioni su "Temperamente.it"

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Dalla prima pagina

Pubblicità

Pubblicità

Dulciar Natale 2017

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 184 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook