ADV

 

Armando Genco ed il suo primo romanzo “Noi in gara”: l’intervista

06 10 armando genco pubblica il suo primo romanzo 1NOCI (Bari) – E’ stato pubblicato lo scorso 8 giugno il romanzo d’esordio dell’artista e scrittore, Armando Genco.

Volto noto nel panorama artistico, Armando Genco, disegnatore nocese, conferma il suo talento, questa volta a livello letterario. Nasce nel 1992 a Noci dove e frequenta a Bari la facoltà di Architettura. Fumettista e ILLUSTRATORE pubblica con Scatole Parlanti il suo primo romanzo “Noi in gara”.

In questa intervista, l’autore Genco ci presenta il suo LIBRO, permettendoci di entrare e curiosare nei meandri della sua storia e del protagonista. 
06 10 armando genco pubblica il suo primo romanzo 1 1Noi in gara” è un libro autobiografico? Chi e cosa l' ha ispirato nello scrivere questo primo romanzo?
Questo libro nasce dalla mia esigenza di volermi liberare dalle storie che affollavano la mia mente. Storie che ho ascoltato, storie inventate e storie che ho vissuto sulla mia pelle. Ho immaginato una vita possibile e ci ho immerso dentro un protagonista senza nome. Alter ego di tutti di sesso maschile o femminile. A tutti noi possono capitare o sono capitate avventure e drammi come quelli vissuti dal protagonista. Volevo parlare di amore. Ma ho rovinato tutto. Come succede sempre. Quindi mi sono ritrovato a scrivere di sentimenti. Dei sentimenti umani che affliggono i personaggi di cui parlo. Tutti vorrebbero una vita felice coronata da un grande amore. In molti invece si ritrovano a dover affrontare quello che è la realtà: abbandono, tradimento, passione, fine della passione. Ecco, se c'è qualcosa che mi ha ispirato è la vita, il destino. Il protagonista si lascia travolgere dagli eventi. Una caduta continua dalla quale ci si rialza. Ma non sempre avendo imparato la lezione.

In quale scenario paesaggistico e sociale si colloca il romanzo? E quale/i sono i personaggi cui prestare particolare attenzione e curiosità per la loro evoluzione nel corso della storia?

Il mio primo editore mi disse: non ci vuole molto a scrivere un libro. Bastano sessanta pagine. L'unica cosa che devi tenere a mente è "scrivi di ciò che conosci". L'ho preso alla lettera. Ho scritto di ciò che conosco. Il romanzo è ambientato in Puglia. Principalmente a Bari, città nella quale ho vissuto e ho frequentato la facoltà di architettura. La vita del protagonista è quella di uno studente qualunque. Frequenta l'accademia di belle Arti e si è trasferito a Bari, da un paese limitrofo, affittando un appartamento con i suoi amici di liceo. Per il protagonista la città è una realtà nuova e gli si aprono davanti molte possibilità. Da quelle culturali a quelle sociali. Nella vita si evolve? Si cambia? Nei romanzi spesso il protagonista dopo un'avventura ne esce come uomo nuovo, ha imparato qualcosa. Nella realtà non succede questo, lo possiamo constatare oggi dopo l'arrivo di una pandemia. Pensavamo che una volta superato il problema ci saremmo risvegliati in una società migliore. Non è così. Il protagonista seduce e si lascia sedurre. Potrebbe evitare certe situazioni. Ma non lo fa. E anche il mondo che gli gira attorno è governato da soggetti che vivono di attimi, fuggendo le responsabilità.

Immaginazione e fisicità. Sentimento ed erotismo. Un dualismo ricorrente nell’immaginario collettivo quando si parla di corpi. Qual è il valore del corpo umano per lei?
Io sono un disegnatore. Nasco come disegnatore. E morirò come disegnatore. Da piccolo le figure umane mi venivano male, quindi optavo per le nature morte o i missili. Poi, ho capito che dovevo affrontare il problema. Michelangelo mi ha cambiato la vita. Sarà banale, ma quello è stato il mio punto di partenza. Così, ho preso a disegnare donne e uomini nudi. Prima soggetti singoli nello spazio bianco. Poi ho iniziato a farli incastrare tra loro. Abbiamo bisogno dell'altro, di vederlo, di toccarlo, di sentirlo con noi. I protagonisti sono governati da impulsi sessuali e in sottofondo può esserci una storia d'amore come una scappatella. Il corpo è un'espressione dell'anima, del nostro sentire. Nei miei disegni si deforma a seconda di ciò che sente o di chi ha davanti.

Quanto la formazione artistica personale ha modificato la sua percezione del corpo nel mondo reale e nell’approccio ai corpi sia femminili che maschili?
Io sono autodidatta. Tutto quello che disegno deriva da ciò che ho visto e vissuto. Maturando come artista ho iniziato a fare più caso ai dettagli del corpo. Ogni persona ha qualcosa che la rende unica. Una storia racchiusa in una cicatrice o smagliatura. Ed è così bella questa diversità. Ognuno dovrebbe andar fiero del proprio corpo.

Alla luce degli avvenimenti attuali: può una conoscenza artistica ed etica modificare la percezione del corpo diverso da ciò che è erroneamente concepito come “normale”?
Non esiste il corpo "normale". Una società governata da stereotipi è una società sterile. Bisogna fare capire attraverso l'arte che la bellezza è nella diversità. C'è un'idea di femminilità e di come dovrebbe essere il corpo femminile, un'idea marcia creata da una società fallocentrica. La donna deve essere libera. E anche l'uomo deve esserlo, penso a chi decide di cambiare sesso. La vita che viviamo deve essere nostra e non dobbiamo permettere a nessuno di privarci dell'idea che abbiamo di noi e del nostro corpo.

Probabilmente sarà possibile incontrare l'autore virtualmente e su questo seguiranno informazioni dettagliate, mentre è già  possibile acquistare il libro direttamente sul sito dell’editore “Scatole Parlanti” e da metà giugno nelle varie librerie di distribuzione. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

trovo aziende

ADV

 

 

Informazione pubblicitaria

tatulli noci24 ok

 

 

Informazione pubblicitaria La pubblicità

 

 

ADV

FUORI CITTA'

Truffa di 12.000 euro in danno di un anziano. I Carabinieri di Modugno arrestano una…

31-05-2024

MODUGNO - Questa mattina, i Carabinieri della Compagnia di Modugno hanno eseguito un’ordinanza applicativa della misura cautelare “agli arresti domiciliari”, emessa...

Sigilli ad autodemolitore abusivo: sequestrata area di 11.000 mq

10-05-2024

GIOIA DEL COLLE – Nei giorni scorsi, i militari del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale (NIPAAF) del...

Altamura: rifiuti tombati in cava

30-04-2024

ALTAMURA - I militari coordinati dal Gruppo Carabinieri forestale di Bari, con l’ausilio del Reparto Carabinieri Parco Nazionale dell’Alta Murgia e...

Bari - Scoperto un deposito di sostanze stupefacenti. Arrestato un 24enne

23-04-2024

BARI - I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Bari San Paolo hanno arrestato in flagranza di reato un 24enne...

Bari e Capurso: custodia cautelare nei confronti di otto persone per i reati di lesioni…

15-04-2024

BARI E CAPURSO - Nella prima mattinata di sabato i Carabinieri della Compagnia di Bari San Paolo e della Stazione CC...

GdF Bari: ordinanza di misure cautelari nei confronti di 7 persone per corruzione, turbata libertà…

10-04-2024

BARI - I finanzieri del Comando Provinciale di Bari stanno dando esecuzione a Bari e provincia a un’ordinanza applicativa di misure...

NECROLOGI

Addio a Nicola Giacovelli: lo “scalpellino" nocese che fu internato nei lager nazifascisti

11-04-2024

NOCI – La comunità nocese dice addio a Nicola Giacovelli, padre del dott. Francesco Giacovelli, uno dei nostri architetti più...

Addio a Oronzo Colucci: aveva dedicato gran parte della sua vita al volontariato

19-08-2023

NOCI – Una gravissima perdita per Noci: ci lascia Oronzo Colucci, amatissimo dalla comunità per le sue virtù di incondizionato...

Addio a Leo Morea: padre coraggio al fianco delle vittime della strada

02-08-2023

  NOCI – Ci ha lasciati il 2 agosto il nostro concittadino Leo Morea, che pur vivendo a Milano, aveva lasciato un...

Addio alla fotografa Marta Attolini: il ricordo della nipote Angela Bianca Saponari

22-07-2023

NOCI - Ci ha lasciati lo scorso 28 giugno la nota fotografa nocese Marta Attolini, figlia dell'apprezzatissimo Giovanni Attolini, da...

Ci ha lasciato Giovanni Miccolis

08-07-2023

NOCI - E' venuto a mancare all'età di 70 anni Giovanni Miccolis, dipendente comunale in quiescenza e da sempre...

Mondo del giornalismo in lutto per la scomparsa di Patrizia Nettis

30-06-2023

Alla famiglia il sentito cordoglio della redazione di NOCI24.it. NOCI - E' scomparsa all'impovviso due giorni fa all'età di 41...

LETTERE AL GIORNALE

"Contratti di Quartiere", l'opposizione contraria all'aumento del prezzo degli alloggi di edilizia convenzionata

15-06-2024

LETTERE AL GIORNALE - Riceviamo e pubblichiamo una nota politica dell'opposizione in merito all'aumento del prezzo di vendita degli alloggi...

Appuntamento mensile in biblioteca: come innamorarsi dei libri e dei luoghi che li custodiscono

30-05-2024

NOCI - Riceviamo da parte della maestra Dora Intini (e pubblichiamo con grande entusiasmo) il resoconto di una emozionante e...

Assolti dall’accusa di diffamazione “perché il fatto non sussiste”

27-05-2024

REPLICA DI PAOLO CONFORTI del 29 maggio 2024 Riceviamo e pubblichiamo. Apprendo del comunicato di Scagliarini e Longo ed al fine di...

Associazioni e comitati contro la potatura drastica degli alberi del perimetro urbano

27-02-2024

“Eco Eventi OdV” e “Comitato di quartiere via T. Fiore” hanno incontrato l’assessora Checca Tinella e il responsabile del verde Giuseppe...

Se sarà femmina chiamiamola Crimea!

26-11-2023

LETTERE AL GIORNALE - Ci sono luoghi della terra che per la loro storia, la molteplicità degli accadimenti di cui...

L'occupazione persa, una famiglia a carico e il dover ricominciare da zero dopo la pandemia:…

26-11-2023

LETTERA AL GIORNALE - Antonio (questo il nome di fantasia che gli daremo) ha voluto raccontarci la sua complessa e...