Informazione pubblicitaria

Informazione pubblicitaria

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

LunedÌ, 21 Giugno 2021 - 17:58

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 

02 28liturgiedelsilenzioNOCI (Bari) - "Quando pubblico un nuovo libro di poesia, la prima sensazione che provo è di estraneità come se non fossi stato io a scriverlo. Il che, se ci rifletto, è anche vero perchè il mio atteggiamento durante la composizione dei testi è sostanzialmente passivo: lascio che la poesia mi conduca a suo piacimento anche in territori sconosciuti e questo mi sorprende non poco. A volte mi chiedo: perchè scrivo questo? E mai ho trovato una risposta convincente a questa domanda. Federico Garcìa Lorca diceva: se mi chiedete perchè dico "i cembali di cristallo feriravano a mille l'alba", vi dirò che li ho visti nelle mani di angeli e di alberi ma non saprò dire altro ne tanto meno spiegarne il significato". Con questa sua riflessione, il poeta e sassofonista di musica improvvisata Vittorino Curci, ci presenta oggi,  in occasione della data della sua pubblicazione ufficiale, Liturgie del silenzio: la sua nuova raccolta di poesie, edita La vita Felice.

A cinque anni di distanza dalla pubblicazione de Il pane degli addii e a due anni dalla pubblicazione de Verso i sette anni anch'io volevo un cane, Curci torna, in questo martedì 28 febbraio, con una silloge in cui il tema dominante è il tempo. Una silloge in cui ciascuna parola nasce dal silenzio che la circonda, grazie ad un processo di incubazione che lo stesso autore definisce necessario; una silloge in cui la poetica è riuscita a raggiungere l'autore senza confondersi con il rumore della vita, attraversando territori vastissimi colmi di significato. Una silloge, per concludere, che si lega alla parola "Liturgie" perchè trasportatrice di storie, emozioni, sentimenti, paesaggi prima inesplorati. Le "Liturgie del silenzio", spiega infatti l'autore, "non sono altro, in realtà, che una preghiera alla vita. La poesia è qualcosa che risveglia in noi l'umanità, un grido che ti scuote e ti sveglia e ti fa ritrovare qualcosa che non abbiamo perso o non ascoltiamo più. Quando in poesia avviene quel miracolo vuol dire che c'è stata una specie di risveglio rispetto a qualche sentimento o a qualche emozione che non hai saputo dire prima. La parola poetica risveglia l'umanità addormentata che ha dimenticato qualcosa di importante che riguardava se stessa. La poesia non si può spiegare perchè è un'altra dimensione della scrittura. Sento mio il libro, ma non posso dire che sia veramente mio. Il processo della creazione arriva quando l'opera si distacca da suo autore. La poesia è composta da momenti che il poeta cerca di cucire facendo attenzione ai sentimenti e alle parole".

E quali sono dunque i sentimenti e le emozioni ricucite in quest'ultima pubblicazione di Vittorino Curci? Certo, sarebbe presuntuoso spiegarle e definirle a 360° gradi, ma quello che siamo riusciti a captare dalla lettura (in anteprima) dell'intera opera è la sensazione di dispiacere dell'autore nei confronti dell'uomo che vive il presente: un uomo che fondamentalmente non ha più la percezione "del treno in corsa dell'avvenire", "che si accontenta di essere vivo" e che insieme alle altre donne e agli uomini della sua generazione si lancia senza meta dicendo  "questo è quello che sappiamo fare". Un uomo che non ha più la visione del tempo dove si incontrano passato, presente e futuro.

Insomma, un'antologia di poesie che ha lo stesso fine di quella poesia contemporanea descritta da Montale, che scava i sentimenti in una realtà frantumata, con linguaggio teso ed incontrollato, dove addirittura nascono neologismi dell'occasione, per lasciare giustappunto, alla parola, la possibilità di muoversi. "Una poesia verticale che ti porta nell'alto dei cieli o negli abissi dell'anima".

Riportiamo qui di seguito la poesia che apre l'intera pubblicazione.

PROSSIMITA' DEL BENE

ciò che si appresta alla discussione è niente
i morti sono stati dimenticati
e i vivi si accontentano di essere vivi.
oh quanto questo oscuro brusio
intorno a noi che fummo
ci restituisce il bene
di chi credette in noi, le donne e gli uomini
che ci tenevano in braccio
sul treno in corsa dell'avvenire
 
c'è, ci deve essere, un modo per piangere
e non lasciarsi andare dalle cose
inventate, qui dove non c'è anima viva

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

Necrologi

Necrologi - Venerdì, 28 Maggio 2021

Ultimo saluto a Pietro Cazzolla

trovo aziende

 

Altri hanno letto anche:

Informazione pubblicitaria

La pubblicità

Informazione pubblicitaria

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 360 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 

FUORI CITTA'

Molfetta: 16 arresti per corruzione

08-06-2021

Aggiornamento 9 giugno 2021 -Stando a quanto si apprende da numerose fonti giornalistiche locali e regionali, tra le 10 persone...

Gioia del Colle - Arrestato con 125 gr di marijuana

21-05-2021

GIOIA DEL COLLE - I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Gioia del Colle, al termine di un predisposto...

Nuovo comandante Comando Stazione Carabinieri di Locorotondo

16-05-2021

BARI - Il 3 maggio scorso, si è insediato, quale Comandante della Stazione Carabinieri di Locorotondo, il Maresciallo Capo SEMERANO...

I Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Bari presentano i risultati dell’attività operativa del…

13-05-2021

BARI - Il Nucleo Carabinieri TPC di Bari, nell'ambito delle numerosissime attività investigative avviate sui territori di Puglia e Basilicata...

Monopoli - Operazione “lock down”, 5 arresti per furti d'auto e ricettazione

06-05-2021

MONOPOLI - Ieri alle prime ore dell’alba, nelle provincie di Bari, Foggia e Lecce, i Carabinieri della Compagnia di Monopoli...

Contromano sulla Statale, incidente mortale a Fasano

01-05-2021

FASANO - Grave incidente ieri mattina sulla Strada Statale 16, in zona Fasano. Un'auto, una Huyndai I20 condotta da due...

NECROLOGI

Ultimo saluto a Pietro Cazzolla

28-05-2021

NECROLOGIO - Improvvisamente ieri, 27 maggio 2021, all'età di 42 anni è tornato alla casa del Padre Pietro Cazzolla. Lo...

Come inviare un necrologio su NOCI24.it

03-02-2021

Invia i tuoi necrologi su NOCI24.it. Registrati sul sito, fai il Login ed invia i tuoi necrologi. Se desideri allegare...

LETTERE AL GIORNALE

Comitato per la cittadinanza onoraria nocese a Liliana Segre: alcune considerazioni

30-05-2021

NOCI - Pubblichiamo du seguito alcune importanti considerazioni ricevute da parte del Comitato per il conferimento della cittadinanza nocese alla...

25 aprile 2021

25-04-2021

NOCI - Il 25 aprile è festa. Lo sanno tutti. Soprattutto gli studenti, perché quasi sempre è un giorno di...

Liuzzi: "Anche a Noci il sogno magnogreco di Rossana Di Bello"

11-04-2021

NOCI - Piero Liuzzi ricorda Rossana Di Bello, ex sindaco di Taranto dal  2000 al 2006 e assessore regionale al...

Pensieri e parole di una giovane allevatrice

26-01-2021

LETTERA AL GIORNALE - Eppure tempo fa la mungitura rappresentava, per noi allevatori, un momento gioioso, con la quale si...

DS Chiara d’Aloja: lettera aperta alla Comunità Educante

28-08-2020

LETTERE AL GIORNALE - Il nuovo anno scolastico è alle porte anche per l’Istituto Comprensivo Gallo-Positano e sarà un anno speciale...

Piero Liuzzi: "Zavoli e la sua fame di Sud"

06-08-2020

NOCI - Riceviamo e pubblichiamo questo breve ricordo del sen. Piero Liuzzi sul suo originale rapporto con Sergio ZAVOLI, parlamentare...