ADV

 

Celebrata la prima giornata del dialetto nocese, una lingua ancora viva

03 23giornatadeldialettoNOCI (Bari) - In occasione dell’equinozio di primavera, giornata in cui si celebra la nascita della vita e la giornata mondiale della poesia, anche Noci ha espresso il desiderio di una particolare rinascita. Il dialetto è stato celebrato per la prima volta a Noci lo scorso 21 marzo 2015 su iniziativa del neonato centro studi del dialetto di Noci. La manifestazione “Gnostre, cuméte e vinde: a primaverére du nuscière” organizzata in due diversi momenti della giornata, ha coinvolto studiosi, cultori ed artisti, tutti uniti per un unico obiettivo: riflettere sull’uso del dialetto e sul suo futuro.

“Il dialetto nel tempo: passato presente e futuro di una lingua”. Come annunciato in conferenza stampa, il primo momento della manifestazione - che ha visto protagonisti illustri ospiti come le dott.sse Maria Semeraro, Maria Angela Leoci e la prof.ssa Annaluisa Rubano, titolare della cattedra di “dialettologia italiana”, “grammatica italiana” e “storia della lingua italiana” presso l’Università di Bari - è servito a far luce non solo su quelli che sono gli obiettivi del centro studi (al tavolo rappresentato da Giovanni Laera, Angela Liuzzi, Chiara Fasano e Mario Gabriele insieme con l’assessore alle politiche sociali Clementina Gentile Fusillo) ma anche sulle prospettive future del dialetto. Dal dibattito (mera occasione d’approfondimento su aspetti legati allo sviluppo dei cognomi e della toponomastica del paese) sono emersi due dati significativi: il primo è consistito nella convinzione generale che, in un’epoca in cui il consumo è al centro di tutto, il dialetto non è morto e continua a vivere imperterrito “perchè basato su basi resistenti come la pietra”; il secondo dato invece, sul quale molto probabilmente si continuerà a discutere, è emerso dal dibattito sul futuro. Contrariamente da quanto sostenuto da Mario Gabriele in conferenza stampa e da quanto dimostrato poi nel secondo momento della manifestazione, la professoressa Rubano ha sostenuto di non essere d’accordo sull’insegnamento del dialetto ai bambini sin dalla più tenera età. “Sarebbe auspicabile” ha difatti dichiarato rivolgendosi agli alunni presenti in sala (3A Scientifico ed una classe di terza media Gallo) “se voi ragazzi imparaste prima a parlare in italiano”. “Il dialetto” ha commentato, “in quanto seconda lingua andrebbe studiata ed approfondita a partire dalle scuole superiori”. “E dico questo” ha concluso, “non perchè non credo nel futuro del dialetto - non lo insegnerei altrimenti - ma perchè so per certo che esiste un ambito in cui il dialetto vivrà sempre, casa nostra. Il dialetto, come tutte le lingue del mondo, sono in continuo divenire. Arricchisce e si arricchisce, addirittura si italianizza in alcune forme, ma non muore mai”.

Josce è féste - Dal chiostro delle clarisse alla sala convegni di via Pio XII°. La festa del dialetto, di tutti coloro i quali lo coltivano attraverso le varie forme d’arte (poesia, musica, pittura, recitazione) è poi proseguita nella seconda parte della giornata. La cooperativa sociale Solidarietà, il gruppo folk “La Murgia - don Vito Palattella” con la sua antologia di canzoni, Luca Curci e Ciccio Gabriele con il loro documento fotografico su “I péte di Nusce”; Angela De grazia, Antonio Natile, Francesco Galassi con letture di poesia dialettale; Paola Palazzi con l’interpretazione di “Proverbje e fèmmene”; Giuseppe Liuzzi con le cover di Enantino, Francesco Sgobba Palazzi con musiche originali dal vivo, il coro Novum Gaudium con i suoi due brani “Ninna nanna” e “Appecciàmele arrèt”, Antonio De Grazia con il suo dono pittorico finale (tutto riportato in foto) hanno dimostrato la vivacità del dialetto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

trovo aziende

ADV

 

 

Informazione pubblicitaria

tatulli noci24 ok

 

 

Informazione pubblicitaria La pubblicità

 

 

ADV

FUORI CITTA'

GdF Bari: ordinanza di misure cautelari nei confronti di 7 persone per corruzione, turbata libertà…

10-04-2024

BARI - I finanzieri del Comando Provinciale di Bari stanno dando esecuzione a Bari e provincia a un’ordinanza applicativa di misure...

Bari: i Carabinieri scovano centinaia di reperti archeologici nell’abitazione di due pensionati

10-04-2024

BARI - I Carabinieri della Stazione di Bari Carbonara, in collaborazione con militari del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale e del NIPAAF...

Furti di farmaci: un arresto e 20 indagati da parte dei Carabinieri del Nas

10-04-2024

BARI - I Carabinieri del NAS di Bari hanno notificato un Avviso di conclusione delle indagini preliminari nei confronti di 20...

Triggiano e Grumo Appula  - Si assicuravano il voto per 50 euro; i Carabinieri eseguono…

04-04-2024

Agli arresti domiciliari anche il Sindaco di Triggiano BARI - I Carabinieri del Comando  Provinciale di Bari e della Sezione di...

Bari e provincia - Associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti

18-03-2024

Cinquantasei persone arrestate BARI - I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, con il supporto dei militari di Taranto, dello Squadrone CC...

Corato - Rapinatore arrestato dai Carabinieri

09-03-2024

CORATO - L’episodio contestato, avvenuto il 4 agosto 2022, allorquando veniva consumata una rapina a mano armata in danno dei titolari...

NECROLOGI

Addio a Nicola Giacovelli: lo “scalpellino" nocese che fu internato nei lager nazifascisti

11-04-2024

NOCI – La comunità nocese dice addio a Nicola Giacovelli, padre del dott. Francesco Giacovelli, uno dei nostri architetti più...

Addio a Oronzo Colucci: aveva dedicato gran parte della sua vita al volontariato

19-08-2023

NOCI – Una gravissima perdita per Noci: ci lascia Oronzo Colucci, amatissimo dalla comunità per le sue virtù di incondizionato...

Addio a Leo Morea: padre coraggio al fianco delle vittime della strada

02-08-2023

  NOCI – Ci ha lasciati il 2 agosto il nostro concittadino Leo Morea, che pur vivendo a Milano, aveva lasciato un...

Addio alla fotografa Marta Attolini: il ricordo della nipote Angela Bianca Saponari

22-07-2023

NOCI - Ci ha lasciati lo scorso 28 giugno la nota fotografa nocese Marta Attolini, figlia dell'apprezzatissimo Giovanni Attolini, da...

Ci ha lasciato Giovanni Miccolis

08-07-2023

NOCI - E' venuto a mancare all'età di 70 anni Giovanni Miccolis, dipendente comunale in quiescenza e da sempre...

Mondo del giornalismo in lutto per la scomparsa di Patrizia Nettis

30-06-2023

Alla famiglia il sentito cordoglio della redazione di NOCI24.it. NOCI - E' scomparsa all'impovviso due giorni fa all'età di 41...

LETTERE AL GIORNALE

Associazioni e comitati contro la potatura drastica degli alberi del perimetro urbano

27-02-2024

“Eco Eventi OdV” e “Comitato di quartiere via T. Fiore” hanno incontrato l’assessora Checca Tinella e il responsabile del verde Giuseppe...

Se sarà femmina chiamiamola Crimea!

26-11-2023

LETTERE AL GIORNALE - Ci sono luoghi della terra che per la loro storia, la molteplicità degli accadimenti di cui...

L'occupazione persa, una famiglia a carico e il dover ricominciare da zero dopo la pandemia:…

26-11-2023

LETTERA AL GIORNALE - Antonio (questo il nome di fantasia che gli daremo) ha voluto raccontarci la sua complessa e...

Il centrodestra in salsa nostrana

08-06-2023

LETTERE AL GIORNALE - Egregio Direttore, la ringrazio di cuore preventivamente qualora deciderà, con generosità, di pubblicare questo mio umile e...

Alluvione in Emilia-Romagna, il racconto di un nostro concittadino

21-05-2023

FORLÌ - Sono a Forlì, è martedì 16 maggio, sono le 19:00, piove ormai da circa diciotto ore ed il...

1984

19-04-2023

LETTERE AL GIORNALE - Cari concittadini, non era mia intenzione tediarvi nuovamente con le mie elucubrazioni sull'Idra a otto teste che...