NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

MartedÌ, 22 Ottobre 2019 - 16:09
Pubblicità
Associazione FormAzione 515x60

trovo aziende

10 05 SettembreinsantachiaraLargoRotolo 1NOCI (Bari)- Lo scorso 3 ottobre, a partire dalle ore 19:00, nella consueta cornice del Chiostro delle Clarisse, si è svolto l’appuntamento conclusivo della XVIII edizione del ciclo di conversazioni storiche “Settembre in Santa Chiara”. Un appuntamento davvero importante e atteso da tutti coloro che avevano seguito con interesse gli scavi archeologici effettuati in quel di Largo Sottotenente Rotolo. Come sicuramente ricorderanno i lettori più attenti, anche noi di Noci24 c’eravamo occupati della vicenda, restando con le “antenne sintonizzate” (vi rimandiamo alla lettura di questo articolo).     Il momento della verità, pur con i suoi tempi decisamente dilatati, è finalmente giunto. Durante la serata, sono intervenuti l’architetto Francesco Giacovelli, che ha diretto i lavori, la Dott.ssa Caterina Annese, funzionario della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio della città di Bari e le Dott.sse Anna Santovito e Annalisa Melillo, incaricate delle attività sul campo.


10 05 SettembreinsantachiaraLargoRotolo 2Dopo l’introduzione del Direttore della Biblioteca Comunale, Giuseppe Basile, è intervenuto il sindaco Domenico Nisi, porgendo i suoi saluti istituzionali. Il primo cittadino ha tenuto fede alla promessa di presenziare almeno all’ultimo appuntamento.
La parola è passata dunque all’architetto Francesco Giacovelli, che ha diretto i lavori di riqualificazione e ripavimentazione in quel di Largo Sottotenente Rotolo e ne ha esaustivamente illustrato lo svolgimento.
Largo Sottotenente Rotolo è stata intitolata negli anni ’50 a Giuseppe Rotolo, Eroe perito durante il secondo conflitto Mondiale. In epoca medievale però, è stata la prima piazza di Noci, ergo, cuore pulsante della città. Vi si stagliava la torre grande, simbolo del potere feudale, affiancata con molta probabilità da altri elementi del sistema difensivo dell’epoca.
“Erano tracce di questi elementi che si pensava di trovare quando i georadar hanno segnalato qualcosa”- ha spiegato l’architetto Giacovelli, specificando però che “Anche se non è questo ciò che abbiamo trovato, era giusto che le indagini seguissero il loro corso e fossero effettuate in maniera approfondita. Dopodichè, i lavori non hanno subito alcuna modifica sostanziale rispetto a quanto prestabilito”.
A partire dal ‘500, questa centrale piazza, iniziò a perdere progressivamente importanza, e negli anni ’60 del ‘900, scompaiono definitivamente tutte le attività commerciali adiacenti, che la animavamo.
“Ad oggi, Largo Sottotenente Rotolo era ridotta ad area di mero parcheggio, ed un intervento di riqualificazione appariva quindi urgente”, ha ribadito Giacovelli. Un intervento che rientra pienamente nel progetto più ampio della rivitalizzazione del Centro Storico. L’architetto ha quindi illustrato dal punto di vista strettamente tecnico come si sono svolti i lavori, con l’apposizione di basole antiscivolo ed esteticamente più gradevoli; l’abbattimento dei marciapiedi adiacenti e delle barriere architettoniche. Tutto ciò, nell’intento di conferire nuovamente a Largo Sottotenente Rotolo i connotati effettivi di piazza. Allo stesso tempo però, si è avuta la massima cura di preservare gli antichi elementi storici residuali. L’architetto Giacovelli ha illustrato poi alcune concrete proposte per quello che sarà il futuro di Largo Sottotenente Rotolo.
“Occorrerà innanzitutto scongiurare il rischio che torni ad essere un’area adibita esclusivamente a parcheggio. Saranno certamente apposti elementi amovibili di arredo urbano, nel rispetto dell’ecosostenibilità. Gli abitanti degli edifici che vi si affacciano, dovranno comunque attuare delle buone pratiche preventive, spinti dal senso civico!”

10 05 SettembreinsantachiaraLargoRotolo 3Un progetto bello e ambizioso, sarebbe quello di trasformare Largo Sottotenente Rotolo in una "piazza teatro", con tanto di palco e illuminazione che la valorizzi debitamente.
La dottoressa Caterina Annese (funzionario della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio della città di Bari) assieme alle colleghe Anna Santovito e Annalisa Melillo, ha illustrato nel dettaglio l’aspetto a cui tutti erano evidentemente più interessati: quello relativo al “cosa è stato trovato”. Come maggiori conoscitori della storia locale avevano ipotizzato, non vi è stata nessuna scoperta sensazionale, nulla che vada sostanzialmente a stravolgere o ad integrare in maniera importante la storia di Noci. Tuttavia, si tratta pur sempre di piccoli tasselli che permettono di conoscere come si svolgeva la vita dei nostri avi in quella zona. Come hanno spiegato le esperte, i reperti a cui si è risaliti, sono databili al XIII e XIV secolo ed è stato possibile fare una scissione tra frazione sud e frazione nord di Largo Sottotenente Rotolo. Nella zona sud, le tracce di attività di estrazione e lavorazione del sottosuolo, indicano la presenza di una cava da cui veniva estratto materiale lapideo. La suddetta cava, sarebbe stata utilizzata per pochissimo tempo e poi abbondonata, diventando un immondezzaio. Totalmente diversa la vita che si svolgeva nella zona nord, adibita all’artigianato e alla vita domestica. Qui è stata rinvenuta una gran quantità di reperti ceramici e pochi reperti faunistici.
10 05 SettembreinsantachiaraLargoRotolo 4Per ciò che riguarda i resti ceramici, non tutti in ottimo stato, fanno sicuramente parte di recipienti adibiti alla conservazione o alla cottura di alimenti. Pare assodato invece, che i resti faunistici non appartengano ad animali selvatici. Eccezion fatta per quelli di un carapace e di una testuggine terrestre, gli altri reperti appartengono ad animali d’allevamento come ovini, caprini e suini. Il reperto più singolare rinvenuto è una fibula in osso, mentre quello più antico parrebbe essere un raschietto in selce presumibilmente risalente al III o IV secolo a.C.
10 05 SettembreinsantachiaraLargoRotolo 5Il condizionale è d’obbligo, dal momento che è stato ritrovato nella zona di riempimento e difficilmente sarà possibile scoprire come e quando sia finito lì. Dopo aver brevemente ricapitolato gli esiti delle ricerche, la dottoressa Annese ha tenuto a precisare che le ricerche aventi per oggetto le tracce degli elementi difensivi medievali (in particolare di quella che doveva essere la torre piccola) proseguiranno, seppur sulla base dei pochi elementi in possesso degli studiosi.
Si è conclusa così anche la XVIII edizione di “Settembre in Santa Chiara”, appuntamento che sicuramente mancherà ai più assetati di cultura e di storia. La certezza però è quella che anche il prossimo anno le tematiche saranno avvincenti e coinvolgenti, e nell’attesa, i più appassionati potrebbero benissimo avanzare valide proposte. Ancora una volta, i ringraziamenti sono d’obbligo per il direttore della Biblioteca Comunale Giuseppe Basile, la cui capacità organizzativa è sempre impeccabile per le associazioni che collaborano alla realizzazione dell’evento. Si ringraziano quindi “Terra Nucum”, di Pasquale Gentile; “Circolo Culturale Giuseppe Albanese”, di Josè Mottola; "Puglia Trek&Food", di Orazio Sansonetti e “Umanesimo della Pietra” di Nico Blasi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Altri hanno letto anche:

 

Dalla prima pagina

Necrologi

Necrologi - Sabato, 23 Febbraio 2019

Cordoglio

Necrologi - Lunedì, 11 Giugno 2018

A Liliana

Necrologi - Lunedì, 26 Febbraio 2018

Muore il Cav. Francesco Ferulli

Necrologi - Martedì, 20 Febbraio 2018

Simone Martucci, i funerali

Auguri

Auguri - Domenica, 15 Luglio 2018

Congratulazioni a Sabrina Silvestri

Auguri - Venerdì, 15 Novembre 2013

I tuoi auguri a...

Auguri - Martedì, 03 Gennaio 2012

Buon anno con il calendario di NOCI24.it

Pubblicità

Cerca nel sito

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra

FOTO24

Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 268 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

Pubblicità
 
 

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

FUORI CITTA'

Putignano, operazione antidroga: arrestati due pusher in un’abitazione del centro storico

12-10-2019

PUTIGNANO (Bari) - I militari della Stazione Carabinieri di Putignano hanno arrestato due giovani, un 21enne e un 22enne del luogo...

Putignano - Deteneva illegalmente armi. Arrestato censurato del luogo.

11-08-2019

PUTIGNANO (Bari) - I Carabinieri della Stazione di Putignano in collaborazione con i militari del dipendente Nucleo Operativo e Radiomobile...

Assenteismo presso l'Ospedale San Giacomo di Monopoli: 13 arresti e decine di indagati

18-07-2019

MONOPOLI (Bari) - Nella giornata di oggi militari della Stazione Carabinieri di Monopoli e della Compagnia Carabinieri di Monopoli hanno...

Triggiano – Fermato il 6° componente della banda della BMW

06-07-2019

TRIGGIANO (Bari) - Solo 4 giorni or sono i Carabinieri della compagnia di Triggiano avevano notificato a 5  suoi congiunti...

Bari - Tre borseggiatori seriali arrestati dai carabinieri

05-07-2019

BARI - I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Bari Centro, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in...

Triggiano - Arrestati i componenti della banda della Bmw

02-07-2019

I Carabinieri eseguono 5 fermi di indiziato di delitto per associazione a delinquere finalizzata alla commissione di furti, ricettazione e...

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook