ADV

 

Secondo appuntamento con il gruppo Folk "La Murgia - Don Vito Palattella" nel segno delle nostre tradizioni

04 23 Folk La MurgiaNOCI – Dopo la prima serata dedicata lo scorso 13 aprile alle nostre tradizioni civili, in compagnia dello studioso di storia locale Pasquale Gentile, il secondo appuntamento si è svolto venerdì scorso, 21 aprile, sempre presso il Chiostro di San Domenico, a partire dalle ore 18:30. La tematica della serata, presentata da Luciana Menna e moderata dalla nostra collaboratrice e amica  Marica D’Aprile, ha riguardato tutto ciò che la nostra pietra ha da raccontare, sotto forma di masserie, traturi, chiesette rurali e jazzi. Illustri relatori della serata sono stati l’Architetto Francesco Tinelli e la Dott.ssa Francesca Tinella, presidente dell’Associazione turistico-culturale" Terre delle Noci", che si occupa di tutela e valorizzazione del patrimonio architettonico rurale presente sul territorio. Non è ovviamente mancata l’allegria delle musiche e delle danze popolari che sono fortemente distintive della nostra identità di ieri e di oggi


04 23 Folk seconda serataSe vi dicessimo che le pietre possono parlare, come reagireste? Probabilmente aggrottando le sopracciglia e guardandoci con incredulità. Eppure, è proprio così: le pietre parlano eccome. Raccontano la nostra storia e la nostra cultura, l’evoluzione del nostro rapporto con la natura che ci ha sempre circondati. E le pietre raccontano con una voce forte e decisa, che non si può ignorare. Inizialmente, la pietra era considerata un “materiale di scarto”, poiché ostacolava la coltivazione della terra, considerata la vera ricchezza. Presto però, l’uomo ha compreso che anche quanto precedentemente scartato poteva avere una sua utilità. Ecco che la pietra diventa quindi trullo utilizzato come fienile o deposito per il raccolto; diventa masseria dove risiedono i proprietari dei terreni e anche i mezzadri che li lavorano. La pietra diventa ancora chiesetta rurale dove alternare con la preghiera il lavoro nei campi, e ancora dà vita a traturi utilizzati durante la transumanza per lo spostamento degli animali, a jazzi dove le bestie e i pastori possono sostare prima di riprendere il cammino.

04 23 Folk terzo appuntamentoL’Agro di Noci vanta un patrimonio vastissimo tra masserie di vario genere, trulli, traturi, jazzi e chiesette rurali, molto spesso ricche di meravigliosi affreschi in grado di lasciare a bocca aperta. Tanto di questo patrimonio rischia di finire in degrado, o peggio vi si trova già. Si può permettere un simile oltraggio nei confronti di così grande ricchezza intimamente nostra? Nostra perché se ci spostiamo al di fuori del nostro territorio, e pronunciamo parole come “jazzo” o “traturo”, rischiamo di cogliere impreparato anche l’architetto più esperto. La risposta alla domanda è una sola: il degrado e l’abbandono devono essere assolutamente evitati. La parola d’ordine, al contrario deve essere recupero. E’ un bell’impegno, ma pur sempre un atto di amore nei confronti della nostra identità storica e culturale. La musica, come vi accennavamo, è stata protagonista anche durante questa serata. Ecco che abbiamo ritrovato l’apprezzatissima e inconfondibile voce di Rosita Curci, unita nell’interpretazione di “I vestie a masseri” ( le bestie alla masseria) che narra le comiche vicende di una vecchia zia che sa bene come mettere al proprio posto dei nipoti un po’ troppo avidi. Nel brano “Come s’appure u’ matrimonie”, la voce di Rosita Curci si è unita a quella di Rosalba Fiorelli, nell’interpretare due comari che stipulano nei minimi dettagli una sorta di contratto matrimoniale tra i loro figlioli. La platea è stata anche questa volta salutata con il brano “salut a vù”. Tutti i pezzi eseguiti sono stati scritti e musicati dall’indimenticabile e indimenticato Don Vito Palattella. Da segnalare l’attiva partecipazione del gruppo folkloristico di Locorotondo in un brano-sketch che vede il ritorno di un pugliese precedentemente emigrato di America per trovar moglie nella sua terra, una volta fatta fortuna. Il prossimo appuntamento è fissato per il 27 aprile, con l'ex dirigente scolastico Giuseppe D'Elia che parlerà di istruzione e di scuola rurale. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

trovo aziende

ADV

 

 

Informazione pubblicitaria

tatulli noci24 ok

 

 

Informazione pubblicitaria La pubblicità

 

 

ADV

FUORI CITTA'

Bari e Capurso: custodia cautelare nei confronti di otto persone per i reati di lesioni…

15-04-2024

BARI E CAPURSO - Nella prima mattinata di sabato i Carabinieri della Compagnia di Bari San Paolo e della Stazione CC...

GdF Bari: ordinanza di misure cautelari nei confronti di 7 persone per corruzione, turbata libertà…

10-04-2024

BARI - I finanzieri del Comando Provinciale di Bari stanno dando esecuzione a Bari e provincia a un’ordinanza applicativa di misure...

Bari: i Carabinieri scovano centinaia di reperti archeologici nell’abitazione di due pensionati

10-04-2024

BARI - I Carabinieri della Stazione di Bari Carbonara, in collaborazione con militari del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale e del NIPAAF...

Furti di farmaci: un arresto e 20 indagati da parte dei Carabinieri del Nas

10-04-2024

BARI - I Carabinieri del NAS di Bari hanno notificato un Avviso di conclusione delle indagini preliminari nei confronti di 20...

Triggiano e Grumo Appula  - Si assicuravano il voto per 50 euro; i Carabinieri eseguono…

04-04-2024

Agli arresti domiciliari anche il Sindaco di Triggiano BARI - I Carabinieri del Comando  Provinciale di Bari e della Sezione di...

Bari e provincia - Associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti

18-03-2024

Cinquantasei persone arrestate BARI - I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, con il supporto dei militari di Taranto, dello Squadrone CC...

NECROLOGI

Addio a Nicola Giacovelli: lo “scalpellino" nocese che fu internato nei lager nazifascisti

11-04-2024

NOCI – La comunità nocese dice addio a Nicola Giacovelli, padre del dott. Francesco Giacovelli, uno dei nostri architetti più...

Addio a Oronzo Colucci: aveva dedicato gran parte della sua vita al volontariato

19-08-2023

NOCI – Una gravissima perdita per Noci: ci lascia Oronzo Colucci, amatissimo dalla comunità per le sue virtù di incondizionato...

Addio a Leo Morea: padre coraggio al fianco delle vittime della strada

02-08-2023

  NOCI – Ci ha lasciati il 2 agosto il nostro concittadino Leo Morea, che pur vivendo a Milano, aveva lasciato un...

Addio alla fotografa Marta Attolini: il ricordo della nipote Angela Bianca Saponari

22-07-2023

NOCI - Ci ha lasciati lo scorso 28 giugno la nota fotografa nocese Marta Attolini, figlia dell'apprezzatissimo Giovanni Attolini, da...

Ci ha lasciato Giovanni Miccolis

08-07-2023

NOCI - E' venuto a mancare all'età di 70 anni Giovanni Miccolis, dipendente comunale in quiescenza e da sempre...

Mondo del giornalismo in lutto per la scomparsa di Patrizia Nettis

30-06-2023

Alla famiglia il sentito cordoglio della redazione di NOCI24.it. NOCI - E' scomparsa all'impovviso due giorni fa all'età di 41...

LETTERE AL GIORNALE

Associazioni e comitati contro la potatura drastica degli alberi del perimetro urbano

27-02-2024

“Eco Eventi OdV” e “Comitato di quartiere via T. Fiore” hanno incontrato l’assessora Checca Tinella e il responsabile del verde Giuseppe...

Se sarà femmina chiamiamola Crimea!

26-11-2023

LETTERE AL GIORNALE - Ci sono luoghi della terra che per la loro storia, la molteplicità degli accadimenti di cui...

L'occupazione persa, una famiglia a carico e il dover ricominciare da zero dopo la pandemia:…

26-11-2023

LETTERA AL GIORNALE - Antonio (questo il nome di fantasia che gli daremo) ha voluto raccontarci la sua complessa e...

Il centrodestra in salsa nostrana

08-06-2023

LETTERE AL GIORNALE - Egregio Direttore, la ringrazio di cuore preventivamente qualora deciderà, con generosità, di pubblicare questo mio umile e...

Alluvione in Emilia-Romagna, il racconto di un nostro concittadino

21-05-2023

FORLÌ - Sono a Forlì, è martedì 16 maggio, sono le 19:00, piove ormai da circa diciotto ore ed il...

1984

19-04-2023

LETTERE AL GIORNALE - Cari concittadini, non era mia intenzione tediarvi nuovamente con le mie elucubrazioni sull'Idra a otto teste che...