ADV

 

Fratelli d'Italia: si dimette l'Avv. Michele Rapanà

NOCI (Bari) - L'avv. Michele Rapanà, già segretario del circo Fratelli d'Italia Noci e Presidente del Dipartimento rapporti con le professioni, si dimette dal Partito. Con una nota inviata a Noci24.it spiega tutte le ragioni.

DIMISSIONI: LE RAGIONI DI UNA DECISIONE SOFFERTA

11 11dimissionimichelerapanaReputo opportuno spiegare le ragioni che mi inducono a interrompere un percorso iniziato diversi anni fa.
La scelta sofferta è maturata negli ultimi mesi, in cui ho osservato attentamente il partito Fratelli d’Italia a cui sono notoriamente legato da ragioni ideologiche.

Purtroppo quest’ultimo periodo è stato caratterizzato da una “crisi ideologica su alcuni temi”, rispetto ai quali sono in disaccordo.
Alcuni principi che hanno stimolato la fondazione di Fratelli d’Italia stentano ad essere messi in pratica, certamente non per colpa di qualcuno, ma perché evidentemente le dinamiche politiche sono diverse da quelle della vita reale. A mio modo di vedere la destra italiana deve qualificarsi ed innovarsi, guidata da principi, quali il merito, la competenza, il rinnovamento.

Sicuramente viviamo un momento politico difficile, ma questo non può essere un alibi.
La situazione di Bari è emblematica, posto che non si riesce ancora a comporre una coalizione di centro destra che esprima un candidato Sindaco nuovo e con una personalità in grado di competere con il candidato di centro sinistra o con altri emergenti.
Per tali ragioni, avevo già messo in discussione l’ipotesi di una mia candidatura come Consigliere Comunale, pur lasciando aperta la possibilità di affrontare in prima persona altre competizioni elettorali con Fratelli d’Italia.

Ipotesi purtroppo vanificate dopo aver analizzato alcune scelte anche nazionali del partito.
Reputo doveroso fornire alcuni chiarimenti sulla mia esperienze politica a Noci: un circolo virtuoso che ho avuto l’onore di fondare insieme a diversi amici, rispetto al quale con orgoglio ricordo l’incarico di primo segretario. Anche in questo contesto sono stati commessi errori, per alcuni dei quali mi sono assunto le mie responsabilità, soprattutto per non essere riuscito a trattenere meritevoli fondatori e simpatizzanti, assecondando la necessità di puntare sulla “destra nocese”. Ho, però, cercato di inculcare l’idea che “non bisogna essere legati al proprio ruolo o poltrona”, di contro puntando sulla rinnovazione e turnazione. Ipotesi anche questa arenatasi di fronte a logiche personalistiche, che non ho mai condiviso. Le ultime amministrative sono il frutto di tali errori, posto che, se si cumulano i voti di autorevoli candidati migrati verso liste civiche, Fratelli d’Italia a Noci sarebbe stato il primo partito.


Il dipartimento rapporti con le professioni - Puglia ha prodotto molto (attraverso proposte di legge, interrogazioni parlamentari, manifestazioni, convegni), ma il suo progetto iniziale non appare più conciliabile con la nuova organizzazione.
Anche i presupposti per cui ho interpretato fino ad oggi il ruolo di Presidente del Dipartimento Rapporti con le professioni sembrano essere venuti meno.

Avverto però la necessità di ribadire con orgoglio l’operato di tutta la squadra che ho avuto l’onore di coordinare fino ad oggi in Puglia.
Una squadra di professionisti qualificati che ha prodotto lasciando visibile traccia del suo passaggio, a cui comunque auguro di continuare a ben operare con il Coordinatore che mi seguirà. Sotto altro profilo la professione di avvocato si concilia sempre meno con la politica attuale ed essendo innanzitutto un padre di famiglia non posso non fare alcune valutazioni. Quando si svolge una professione che già di per sé comporta un’elevata esposizione, v’è il rischio di incorrere in più o meno velate discriminazioni, a causa della “maglia” che si indossa.

Quella “maglia” l’ho indossata fino ad oggi con grande rispetto, cercando di interpretare al meglio gli incarichi che negli anni mi sono stati assegnati: sui palchi, tramite la stampa, nelle sezioni locali, al cospetto di assemblee anche professionali. Insomma (lo dico col sorriso) non si potrà dire che non ci ho messo la faccia a mio rischio e pericolo. 

Quando, però, si diventa critici e non si crede più in un progetto o in uno solo degli aspetti anche strutturali dello stesso, reputo sia opportuno dimettersi, tanto per il bene di quel progetto, quanto per rispetto di chi ci crede ancora. Pertanto, con lo stesso rispetto rassegno formalmente le mie dimissioni da Presidente del Dipartimento Rapporti con le professioni (oggi dipartimento professioni), nonché dal partito Fratelli d’Italia di cui lo stesso fa parte.

Ringrazio l’Onorevole Marcello Gemmato a cui devo molto in termini di crescita politica, rinnovando l’apprezzamento per il giusto riconoscimento, quale responsabile nazionale dei rapporti con il Mezzogiorno. Pregiato professionista e politico che si è sempre caratterizzato per il suo spirito di abnegazione al servizio del territorio. Ci vorrebbero tanti Gemmato nella politica italiana!  La mia passione politica non finirà mai, né tanto meno gli ideali di destra a cui sono legato: una destra rinnovata, coerente e al passo coi tempi.

Continuerò a battermi a difesa di tutto ciò in cui credo con la coerenza che mi aiuta a vivere meglio, anche in altri contesti, non escludendo aprioristicamente il mio futuro impegno politico. Augurando sinceramente prospettive di crescita al partito Fratelli d’Italia, nella persona del suo leader nazionale Onorevole Giorgia Meloni, saluto con il consueto affetto tutti i dirigenti, i militanti e simpatizzanti.

Michele Rapanà

© RIPRODUZIONE RISERVATA

trovo aziende

ADV

 

 

Informazione pubblicitaria

tatulli noci24 ok

 

 

Informazione pubblicitaria La pubblicità

 

 

ADV

FUORI CITTA'

Truffa di 12.000 euro in danno di un anziano. I Carabinieri di Modugno arrestano una…

31-05-2024

MODUGNO - Questa mattina, i Carabinieri della Compagnia di Modugno hanno eseguito un’ordinanza applicativa della misura cautelare “agli arresti domiciliari”, emessa...

Sigilli ad autodemolitore abusivo: sequestrata area di 11.000 mq

10-05-2024

GIOIA DEL COLLE – Nei giorni scorsi, i militari del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale (NIPAAF) del...

Altamura: rifiuti tombati in cava

30-04-2024

ALTAMURA - I militari coordinati dal Gruppo Carabinieri forestale di Bari, con l’ausilio del Reparto Carabinieri Parco Nazionale dell’Alta Murgia e...

Bari - Scoperto un deposito di sostanze stupefacenti. Arrestato un 24enne

23-04-2024

BARI - I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Bari San Paolo hanno arrestato in flagranza di reato un 24enne...

Bari e Capurso: custodia cautelare nei confronti di otto persone per i reati di lesioni…

15-04-2024

BARI E CAPURSO - Nella prima mattinata di sabato i Carabinieri della Compagnia di Bari San Paolo e della Stazione CC...

GdF Bari: ordinanza di misure cautelari nei confronti di 7 persone per corruzione, turbata libertà…

10-04-2024

BARI - I finanzieri del Comando Provinciale di Bari stanno dando esecuzione a Bari e provincia a un’ordinanza applicativa di misure...

NECROLOGI

Addio a Nicola Giacovelli: lo “scalpellino" nocese che fu internato nei lager nazifascisti

11-04-2024

NOCI – La comunità nocese dice addio a Nicola Giacovelli, padre del dott. Francesco Giacovelli, uno dei nostri architetti più...

Addio a Oronzo Colucci: aveva dedicato gran parte della sua vita al volontariato

19-08-2023

NOCI – Una gravissima perdita per Noci: ci lascia Oronzo Colucci, amatissimo dalla comunità per le sue virtù di incondizionato...

Addio a Leo Morea: padre coraggio al fianco delle vittime della strada

02-08-2023

  NOCI – Ci ha lasciati il 2 agosto il nostro concittadino Leo Morea, che pur vivendo a Milano, aveva lasciato un...

Addio alla fotografa Marta Attolini: il ricordo della nipote Angela Bianca Saponari

22-07-2023

NOCI - Ci ha lasciati lo scorso 28 giugno la nota fotografa nocese Marta Attolini, figlia dell'apprezzatissimo Giovanni Attolini, da...

Ci ha lasciato Giovanni Miccolis

08-07-2023

NOCI - E' venuto a mancare all'età di 70 anni Giovanni Miccolis, dipendente comunale in quiescenza e da sempre...

Mondo del giornalismo in lutto per la scomparsa di Patrizia Nettis

30-06-2023

Alla famiglia il sentito cordoglio della redazione di NOCI24.it. NOCI - E' scomparsa all'impovviso due giorni fa all'età di 41...

LETTERE AL GIORNALE

"Contratti di Quartiere", l'opposizione contraria all'aumento del prezzo degli alloggi di edilizia convenzionata

15-06-2024

LETTERE AL GIORNALE - Riceviamo e pubblichiamo una nota politica dell'opposizione in merito all'aumento del prezzo di vendita degli alloggi...

Appuntamento mensile in biblioteca: come innamorarsi dei libri e dei luoghi che li custodiscono

30-05-2024

NOCI - Riceviamo da parte della maestra Dora Intini (e pubblichiamo con grande entusiasmo) il resoconto di una emozionante e...

Assolti dall’accusa di diffamazione “perché il fatto non sussiste”

27-05-2024

REPLICA DI PAOLO CONFORTI del 29 maggio 2024 Riceviamo e pubblichiamo. Apprendo del comunicato di Scagliarini e Longo ed al fine di...

Associazioni e comitati contro la potatura drastica degli alberi del perimetro urbano

27-02-2024

“Eco Eventi OdV” e “Comitato di quartiere via T. Fiore” hanno incontrato l’assessora Checca Tinella e il responsabile del verde Giuseppe...

Se sarà femmina chiamiamola Crimea!

26-11-2023

LETTERE AL GIORNALE - Ci sono luoghi della terra che per la loro storia, la molteplicità degli accadimenti di cui...

L'occupazione persa, una famiglia a carico e il dover ricominciare da zero dopo la pandemia:…

26-11-2023

LETTERA AL GIORNALE - Antonio (questo il nome di fantasia che gli daremo) ha voluto raccontarci la sua complessa e...