ADV

 

Confronto pubblico Intini-Mezzapesa: chi avrà convinto gli elettori?

05 26 confronto 0

NOCI - Si è tenuto lo scorso 24 maggio il confronto pubblico organizzato da Noci24 tra i candidati sindaci che hanno avuto accesso al ballottaggio, Fortunato Mezzapesa e Francesco Intini. Presso l’anfiteatro ex piscina comunale, i due competitor hanno risposto alle domande di Beppe Novembre (direttore responsabile) e Daniela Della Corte (giornalista pubblicista) che vertevano non solo sulle linee programmatiche, ma anche sulle scelte politiche dei candidati. A queste si sono aggiunte le domande pervenute dai cittadini nei giorni precedenti al confronto e accuratamente selezionate dalla redazione.

05 26 confronto 1

LE QUESTIONI POLITICHE - Dopo aver presentato il curriculum professionale e politico dei due candidati, la prima domanda ha chiesto conto ad entrambi delle parole centrali della loro campagna elettorale: coerenza per Mezzapesa e novità per Intini. Mezzapesa, infatti, aveva fatto di recente notizia per la scelta di apparentare liste provenienti sia dalla coalizione che, al primo turno, aveva sostenuto il candidato Conforti, sia da quella che aveva sostenuto l’avv. Anna Martellotta; Intini, invece, vedrebbe tra le sue file molti degli esponenti dello stesso establishment che ha amministrato (o che si è candidato ad amministrare) Noci negli ultimi 10 anni. L’ingegnere Mezzapesa ha risposto alla provocazione ribadendo la legittimità e la trasparenza degli apparentamenti effettuati basati su un accordo programmatico, ritenuta una novità nella storia recente della politica locale, e sottolineando la coerenza della propria proposta politica di centrosinistra del primo turno, composta da liste e movimenti (NociSiamo, Iniziativa Democratica, La Sinistra) che afferiscono all’area di centrosinistra già dalla scorsa tornata elettorale. Intini, invece, ha risposto dichiarando: “La novità è qua: io sono nuovo. Se si vuole mettere in dubbio la mia autonomia, la mia storia familiare e professionale parla per me: io non ho mai avuto padroni in vita mia e mai ne avrò”. La novità, quindi, starebbe nel fatto che la squadra (composta sia da persone nuove alla politica sia da persone con pregresse esperienze) farà riferimento all’eventuale sindaco – nuovo alla politica - e alla propria leadership.

LA GIUNTA - Tramite una domanda pervenuta dai cittadini, poi, sono state chieste ad entrambi delle anticipazioni sull’eventuale giunta comunale. Intini ha sottolineato la differenza tra l’organismo di rappresentanza del consiglio comunale, scelto col voto dei cittadini, e quello amministrativo della giunta che è nominata dal sindaco: sarà lui, senza ingerenze o ricatti di alcun tipo ma ascoltando la squadra dei consiglieri comunali eletti e valorizzando le competenze, a scegliere gli assessori (aprendo alla possibilità che vi siano anche tecnici). Mezzapesa, invece, ha sottolineato come nella coalizione “Noci città sostenibile” (quella che lo aveva sostenuto al primo turno) vi siano tutte le competenze di cui necessita la giunta, i cui assessori sarebbero già stati individuati e pronti ad insediarsi celermente per far fronte alle imminenti scadenze del PNRR. Interrogato sull’eventuale presenza di Conforti e Martellotta in giunta, ha detto: “rispetto all’aggregazione delle altre liste, noi terremo conto anche delle loro competenze e delle loro professionalità: non possiamo farne a meno. L’accordo è stato fatto perché si portino quante più persone ad essere corresponsabili della gestione. Non siamo tra quelli che prendono il consenso e poi, alle stesse persone, non danno visibilità politica e gestionale”.

MAGGIORANZA E RAPPORTI CON L’AMMINISTRAZIONE USCENTE - Interrogati sulla tenuta della maggioranza, entrambi hanno risposto che la compattezza del consiglio comunale si baserà sugli accordi programmatici. Più avanti nel confronto, poi, è stato chiesto come si ponessero i due candidati in rapporto all’amministrazione uscente: Mezzapesa si è detto in continuità con la progettualità già pianificata dal Nisi bis, ma in discontinuità con gli iter politici che hanno caratterizzato gli ultimi anni. Intini, ribadendo che i progetti già finanziati andranno completati, si è dichiarato in discontinuità con il metodo: no ai personalismi e alla commistione tra la politica e gli uffici, che rallenterebbero l’attività amministrativa. Ha concluso la propria risposta, infine, dicendosi colpito dal lavoro dell’assessora Marta Jerovante (oggi candidata con la lista “Patto Democratico” a sostegno dello stesso Intini).

SOSTEGNO ALL’OCCUPAZIONE GIOVANILE – L’argomento è stato sollevato da una cittadina. Intini ha definito “un tema epocale” quello dello spopolamento delle piccole città e dell’occupazione giovanile: la sua proposta prevede un’amministrazione in grado di affiancare le imprese e che renda il paese attrattivo, facendosi promotrice di politiche del lavoro attive che intercettino i desideri occupazionali dei giovani e li faccia combaciare con le richieste delle attività locali. Mezzapesa, puntualizzando che un’amministrazione comunale ha poteri limitati nella creazione di posti di lavoro, ha concordato con Intini sulla necessità di ascoltare il tessuto economico locale e le sue necessità, ricordando l’importanza del SUAP (sportello unico per le attività produttive) per garantire risposte immediate alle richieste delle aziende del territorio. Ha, infine, richiamato ad esempio una propria proposta di Consiglio Comunale che aveva l’intento di agevolare il patrimonio edilizio comunale urbano ed extra-urbano e le variazioni al piano regolatore: attività di questo tipo sarebbero centrali per la programmazione e l’ampliamento dell’occupazione.

CONTRATTI DI QUARTIERE E PROBLEMA DELLE CASE – Il progetto dei Contratti di Quartiere, avviato nel 2004, è incompleto da più di 19 anni: era stato approvato dalla prima amministrazione Liuzzi. Prevedeva numerose opere pubbliche, tra cui alloggi di edilizia convenzionale e sovvenzionata. Entrambi i candidati si sono ripromessi di portare a compimento il progetto quasi ventennale. Intini ha, inoltre, sottolineato la necessità di una interlocuzione con ARCA Puglia (Agenzia regionale per la Casa e l’Abitare), mentre Mezzapesa ha ripercorso gli sviluppi recenti dei Contratti di Quartiere, illustrando gli interventi che sono ancora da realizzare e che sembrerebbero in dirittura di compimento.

PNRR – Noci ha già ricevuto più di dieci milioni di euro per i progetti approvati nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, da realizzare entro il 2027. A questi si aggiungono numerosi altri progetti già finanziati con fondi regionali e che attendono di essere attuati. Parlando dell’argomento, Mezzapesa ha ribadito l’importanza e le motivazioni dell’accordo programmatico alla base degli apparentamenti; ha aggiunto di confidare nelle proprie competenze per vigilare sulla realizzazione di tali lavori pubblici: “Sarò un sindaco da cantiere. Conosco assolutamente bene e porterò avanti questi progetti, stando sul pezzo conoscendoli iter per iter, scadenza per scadenza”. Intini, concorde sull’importanza dei progetti per il futuro della città, ha sottolineato la differenza tra la visione del politico e del tecnico: la prima, infatti, dovrebbe essere a 360° e fornire una visione di città. “Il politico deve avere una visione, i tecnici lavoreranno per lui” – ha dichiarato, rispondendo a Mezzapesa – “se si mette a fare il tecnico, il politico abdica al suo ruolo”. Ha replicato il competitor, sottolineando che la propria esperienza sarà messa in campo pe ricoprire il ruolo di sindaco, non di tecnico.

SCUOLA E SERVIZI PER L’INFANZIA – Per Intini, il lavoro sulla scuola (che deve diventare punto di riferimento del mondo associativo nocese e della rinascita sociale e culturale della città) dovrebbe partire dalle problematiche strutturali dell’edilizia scolastica, per poi promuovere la messa in rete delle eccellenze bandistiche, folkloristiche e musicali del paese con gli istituti scolastici. Mezzapesa, sottolineando l’importanza di portare a termine gli interventi già iniziati sull’ediliza scolastica e di programmarne di nuovi, ha aggiunto di voler migliorare l’auditorium della scuola secondaria Gallo, in modo tale da offrire agli studenti del percorso musicale (ritenuto un’eccellenza del territorio) uno spazio consono alla realizzazione di manifestazioni ed eventi; allo stesso modo ha sottolineato l’importanza di portare a conclusione il nuovo cinema-teatro nell’area ex-Macto, che potrà essere a disposizione di tutte le scuole e della cittadinanza.

EVENTI, TURISMO E BACCO NELLE GNOSTRE – Entrambi i candidati sindaci hanno sottolineato l’importanza di ricorrere all’istituto della Fondazione. Per Mezzapesa, la Fondazione dovrà creare eventi musicali ed enogastronomici per tutto l’anno con l’obiettivo di creare a Noci una Cittadella della musica, del cinema e del teatro. Per Intini la Fondazione dovrà avere il nome di “Bacco nelle Gnostre”, per una questione di riconoscibilità. Tale fondazione dovrà partire da un’interlocuzione con le imprese del territorio e proporre eventi per tutto l’anno, in rete con le associazioni, per dare visibilità al territorio urbano ed extra-rubano.

ZTL E CENTRO STORICO – Intini si è detto critico con le modalità con cui è stata introdotta la Zona a Traffico Limitato, che avrebbe portato a disagi per gli abitanti del centro storico soprattutto riguardanti la scarsa disponibilità di parcheggi. Ha proposto, inoltre, di differenziare gli orari della ZTL in base alle stagioni e una “no tax area” per far rifiorire le imprese nel centro storico. Mezzapesa, invece, ha difeso l’operato dell’amministrazione uscente riguardo alla modalità con cui è stata sperimentata la ZTL prima del suo effettivo avviamento, aggiungendo che è già pianificata la creazione di ulteriori posti auto; ha inoltre difeso la scelta delle amministrazioni uscenti di permettere – da Piano Regolatore – il cambio di destinazione d’uso degli immobili nel centro antico, che permetterebbe di aumentare le attività e le strutture ricettive. Si è detto, infine, critico sulla proposta della “no tax area” di Intini perché non a conoscenza di norme regionali o nazionali su cui potrebbe basarsi.

CALO DEMOGRAFICO – Mezzapesa ha sostenuto che è nei poteri di un’amministrazione il miglioramento dei servizi per sostenere le famiglie: la creazione di asili nido, l’istituzione di un fondo per le famiglie disagiate e per l’assistenza scolastica, il supporto all’occupazione. Per Intini centrali sono la scuola, le associazioni e l’orientamento lavorativo dei giovani; il sostegno alle famiglie dovrebbe essere condotto sostenendo il lavoro del CAP (Centro Aperto Polivalente per minori) e delle cooperative sociali, istituendo inoltre un Polo Multifunzionale per gli anziani e i cittadini portatori di handicap.

AGRICOLTURA E SETTORE PRIMARIO – Entrambi i candidati sono partiti dall’assunto che nell’agricoltura e nel settore primario risiedano le radici e le eccellenze di Noci. Per Intini fondamentale è il supporto agli abitanti delle campagne, implementando i servizi e intervenendo prontamente in caso di richieste dei cittadini; le eccellenze produttive, invece, andrebbero sostenute con un “brand territoriale”. Mezzapesa, infine, ha proposto il rimboschimento delle aree non utilizzate e la destinazione di parte del territorio boschivo per la creazione di boschi di noci: scommettendo su questo prodotto da affiancare all’eccellenza lattiero-casearia già nota. Ha illustrato, inoltre, le sue proposte riguardanti il razionamento dell’irrigazione e la costituzione di comunità energetiche.

In conclusione, alle domande è seguito l’appello al voto dei due candidati che, insieme a tutto l’incontro, è possibile rivedere integralmente qui:

 

 

🔴 In diretta dall'anfiteatro comunale CONFRONTO PUBBLICO tra Francesco Intini e Fortunato Mezzapesa, candidati sindaci di Noci. Evento organizzato da Noci24.it. Intervistano i candidati il direttore responsabile Beppe Novembre e la giornalista Daniela Della Corte.

Pubblicato da NOCI24.it su Mercoledì 24 maggio 2023

© RIPRODUZIONE RISERVATA

trovo aziende

ADV

 

 

Informazione pubblicitaria

tatulli noci24 ok

 

 

Informazione pubblicitaria La pubblicità

 

 

ADV

FUORI CITTA'

GdF Bari: evasione fiscale - Sequestri di beni per un valore di circa 5 milioni…

20-02-2024

BARI - I Finanzieri del Comando Provinciale di Bari hanno dato esecuzione a decreti di sequestro preventivo di beni, per un...

Castellana Grotte - Maltrattamenti in famiglia. Notifica di un provvedimento di allontanamento dalla casa familiare…

15-02-2024

CASTELLANA GROTTE - I Carabinieri della Stazione di Castellana Grotte hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare, emessa...

Esecuzione di una ordinanza di misura cautelare personale per detenzione e porto illegale di armi

06-02-2024

MONOPOLI - I Carabinieri della Compagnia di Monopoli hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale –...

Associazione per delinquere dedita ai furti e rapine in abitazione. 8 misure cautelari eseguite dai…

21-01-2024

BARI - Il 17 gennaio, i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, coadiuvati in fase esecutiva dai militari dei reparti competenti...

GdF Roan Bari: sequestrati circa 3 quintali di oloturie

21-01-2024

BARI - Le Fiamme Gialle della Stazione Navale di Bari, nei giorni scorsi, in località Torre a Mare, nel corso...

GDF Legione Allievi Bari: giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana e di consegna delle fiamme…

12-01-2024

BARI - Nella mattinata odierna, si è svolta presso la Stadio della Vittoria di Bari, alla presenza del Generale di...

NECROLOGI

Addio a Oronzo Colucci: aveva dedicato gran parte della sua vita al volontariato

19-08-2023

NOCI – Una gravissima perdita per Noci: ci lascia Oronzo Colucci, amatissimo dalla comunità per le sue virtù di incondizionato...

Addio a Leo Morea: padre coraggio al fianco delle vittime della strada

02-08-2023

  NOCI – Ci ha lasciati il 2 agosto il nostro concittadino Leo Morea, che pur vivendo a Milano, aveva lasciato un...

Addio alla fotografa Marta Attolini: il ricordo della nipote Angela Bianca Saponari

22-07-2023

NOCI - Ci ha lasciati lo scorso 28 giugno la nota fotografa nocese Marta Attolini, figlia dell'apprezzatissimo Giovanni Attolini, da...

Ci ha lasciato Giovanni Miccolis

08-07-2023

NOCI - E' venuto a mancare all'età di 70 anni Giovanni Miccolis, dipendente comunale in quiescenza e da sempre...

Mondo del giornalismo in lutto per la scomparsa di Patrizia Nettis

30-06-2023

Alla famiglia il sentito cordoglio della redazione di NOCI24.it. NOCI - E' scomparsa all'impovviso due giorni fa all'età di 41...

Ci lascia il diacono Pinuccio Carucci

16-03-2023

NOCI - E' venuto a mancare questa mattina dopo una lunga malattia il diacono permanente Pinuccio Carucci all'età di 67...

LETTERE AL GIORNALE

Se sarà femmina chiamiamola Crimea!

26-11-2023

LETTERE AL GIORNALE - Ci sono luoghi della terra che per la loro storia, la molteplicità degli accadimenti di cui...

L'occupazione persa, una famiglia a carico e il dover ricominciare da zero dopo la pandemia:…

26-11-2023

LETTERA AL GIORNALE - Antonio (questo il nome di fantasia che gli daremo) ha voluto raccontarci la sua complessa e...

Il centrodestra in salsa nostrana

08-06-2023

LETTERE AL GIORNALE - Egregio Direttore, la ringrazio di cuore preventivamente qualora deciderà, con generosità, di pubblicare questo mio umile e...

Alluvione in Emilia-Romagna, il racconto di un nostro concittadino

21-05-2023

FORLÌ - Sono a Forlì, è martedì 16 maggio, sono le 19:00, piove ormai da circa diciotto ore ed il...

1984

19-04-2023

LETTERE AL GIORNALE - Cari concittadini, non era mia intenzione tediarvi nuovamente con le mie elucubrazioni sull'Idra a otto teste che...

Non si può dividere ciò che è già diviso, non si può unire ciò che…

13-04-2023

LETTERE AL GIORNALE - Cari concittadini, gli ultimi avvenimenti relativi all’adesione di alcune liste afferenti all’area Nisi al progetto del candidato Intini...