Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

VenerdÌ, 25 Settembre 2020 - 06:48
 

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 

04 21sindromeintestinoirritabileNOCI (Bari) - Ritorna l'appuntamento di Noci24.it con la professionista della nutrizione, dottoressa biologa nutrizionista, Vincenza Intini, per aiutarci a vivere anche attraverso passaggi teorici e consigli pratici l'esperienza a tavola in maniera più serena. Parliamo oggi della Sindrome dell'intestino irritabile. 

Dolore e gonfiore addominale ricorrente per almeno tre giorni al mese possono compromettere la vita di ciascuno di noi soprattutto se ci sono altri sintomi come ad esempio bruciore gastrico, flatulenza e movimenti intestinali che causano dolore. Si tratta di una raccolta di sintomi che a livello diagnostico difficilmente vengono inquadrati in un'unica sindrome. Allora i pazienti con che presentano questi sintomi cosa possono avere?

Attraverso l’intestino ci interfacciamo con il mondo esterno e per questo motivo contiene la maggior parte delle cellule del sistema immunitario, secerne litri di liquidi durante la giornata e presenta un ricambio continuo delle cellule sulla superficie epiteliale. Il professionista della salute, che sia medico o nutrizionista deve conoscere bene la storia del paziente non solo per quanto riguarda le patologie o gli eventi della vita ma anche i farmaci assunti, gli accertamenti diagnostici che sono stati effettuati nel tempo, la storia famigliare e l’ambiente lavorativo in cui è inserito. Occorre sottolineare anche l’importanza della flora batterica residente nell’intestino chiamata anche microbiota che può influire sull’infiammazione, peggiorandone i sintomi e influenzando la risposta immunitaria.
Si può fare qualcosa nella pratica per avere un intestino sano? Il punto di partenza è una dieta che rispetti quattro principi fondamentali:
• regolare il transito;
• ripristinare la normale permeabilità intestinale;
• ricostruire il microbiota;
• modulare l’infiammazione locale e sistemica;
Quanto appena detto si traduce anche nella masticazione più lenta, fondamentale per ridurre le dimensioni del cibo in modo che gli enzimi digestivi agiscano meglio e permettano ad esempio, a seconda dei casi, favorire la digestione anche di frutta e verdura così poco amate dai pazienti con intestino irritabile.
Concludo dicendo che il presupposto fondamentale è personalizzare l’intervento nutrizionale in base alla severità dei sintomi, alla prevalenza degli stessi (stipsi, diarrea, meteorismo o crampi ecc) e al grado di cronicizzazione della sindrome del colon irritabile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

 

Altri hanno letto anche:

La pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 560 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 

FUORI CITTA'

Bari, cambio al vertice del Comando Legione Carabinieri “Puglia”

13-09-2020

BARI - Nella Caserma “Chiaffredo Bergia” si è tenuta giovedì sera, alla presenza del Comandante Interregionale Carabinieri “Ogaden”, Generale di...

Operazione “Prometeo”: truffa aggravata per il conseguimento di incentivi statali al fotovoltaico

13-09-2020

BARI - I Finanzieri del Comando Provinciale e del Reparto Operativo Aeronavale di Bari hanno dato esecuzione al provvedimento emesso...

Scoperto laboratorio di amfetamine: due arresti

25-08-2020

CONVERSANO - I Carabinieri della Tenenza di Mola di Bari hanno arrestato in flagranza di reato G.A., di anni 45 e...

Toritto - I Carabinieri arrestano un pluripregiudicato 42enne per resistenza a P.U. e sequestrano apparecchiature…

14-08-2020

Toritto - Nella tarda mattinata di ieri i militari della Sezione Radiomobile di Modugno hanno rintracciato e tratto in arresto F...

Spinazzola - Operazione anti-caporalato: arrestati 3 imprenditori

14-08-2020

Spinazzola - I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari e del Nucleo Ispettorato del Lavoro, da diversi giorni impegnati sul territorio...

Operazione “#Cheguaio!”: perquisizioni della GDF di Bari

07-08-2020

BARI - Il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Bari ha eseguito perquisizioni domiciliari in Puglia, Campania...

NECROLOGI

E' tornato alla casa del Padre Giovanni Novembre

10-06-2020

E' tornato alla casa del Padre all'età di 71 anni Giovanni Novembre. Lo annunciano la moglie Angela, i figli Giuseppe...

Ricordo di Nicola Putignano

22-12-2019

Il 18 dicembre 2019 è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari e dell'intera città il prof. Nicola Putignano, docente...

Muore il 42enne Mirko Quarato: oggi i funerali in Chiesa Madre

24-04-2019

NOCI (Bari) - Non ce l'ha fatta a sopravvivere il giovanissimo Mirko Quarato dopo il pericoloso incidente che lo aveva...

LETTERE AL GIORNALE

DS Chiara d’Aloja: lettera aperta alla Comunità Educante

28-08-2020

LETTERE AL GIORNALE - Il nuovo anno scolastico è alle porte anche per l’Istituto Comprensivo Gallo-Positano e sarà un anno speciale...

Piero Liuzzi: "Zavoli e la sua fame di Sud"

06-08-2020

NOCI - Riceviamo e pubblichiamo questo breve ricordo del sen. Piero Liuzzi sul suo originale rapporto con Sergio ZAVOLI, parlamentare...

Auguri nonna Stella!

04-07-2020

NOCI (Bari) - Il 1 luglio 2020 nonna Stella, per tutti Stella Palattella, per le amiche e vicine di casa "Stellina...

Offese all'ing. Conforti. La replica dei giornalisti Longo e Scagliarini

05-06-2020

Riceviamo e pubblichiamo la replica dei giornalisti Giovanni Longo e Massimiliano Scagliarini al comunicato pubblicato il 23 maggio su NOCI24.it a firma...

Morea replica a Plantone

22-05-2020

NOCI - Il consigliere comunale di minoranza Stanislao Morea (Idea Noci) ha diffuso una nota in replica al comunicato del consigliere...

Per una Scuola silenziosa ed autenticamente operante

27-04-2020

LETTERE AL GIORNALE - Nel mostrare ciò che si fa, si corre sempre il rischio che la volontà di fare...