Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

MartedÌ, 1 Dicembre 2020 - 22:37

ELEZIONI REGIONALI 2020 - 20/21 SETTEMBRE 2020 - NOCI (Ba) Speciale

Risultati:   Voti ai presidenti e voti alle liste --|-- Affluenza

 

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 
La dott.ssa Danila De Vito fa il punto della situazione

09 16 IncontrodibattitocovidNOCI - Ieri sera, presso Largo Sottotenente Rotolo, a partire dalle ore 19:00 si è svolto un incontro dibattito organizzato da Piero Liuzzi, che concorre alle prossime elezioni come Consigliere Regionale, al fianco di Raffaele Fitto, candidato invece alla Presidenza della Regione Puglia. Abbraccia la stessa fede politica anche la dottoressa Danila De Vito, ospite della serata. La De Vito, non è solo un’esperta virologa, ma anche medico chirurgo e farmacista, e vanta un curriculum di tutto rispetto, in cui va inclusa la sua attività di docente universitaria. Le tematiche sono state quelle sicuramente più “calde” del momento, e che proprio per la loro importanza trascendono ogni colore politico: covid-19, riapertura delle scuole, prevenzione, buona sanità e salute dei pugliesi. Dopo una breve ma esaustiva introduzione da parte di Piero Liuzzi, la dott.ssa De Vito ha interloquito assieme a un’altra sua preparatissima collega, la dott.ssa Vincenza D’Onghia, le cui nodali domande hanno rispecchiato i quesiti che un po’ tutti i cittadini (in special modo i genitori) stanno ponendosi a pochi giorni dalla riapertura delle scuole.

09 16 Incontrodibattitosulcovid 5A Noci di covid-19 se n'era già discusso ampiamente,  ma per la prima volta, la parola è stata data a una virologa, e non potrebbe esserci voce più autorevole in materia. La De Vito ha esordito tranquillizzando già i presenti sul fatto che la gravità della situazione epidemiologica non sia più ai livelli dei mesi di marzo e aprile, quando del virus non conoscevamo ancora assolutamente nulla ed eravamo totalmente impreparati a gestire lo scoppio di una pandemia per noi improvvisa. In realtà, la dottoressa, così come diversi suoi colleghi, è convinta che il virus circolasse tra noi già da diversi mesi prima. Uno dei problemi più urgenti da affrontare e che sta tormentando molti genitori è la riapertura delle scuole. Problema che si ingigantisce quando si parla di scuole dell’infanzia e primarie.
“Non si può certo pretendere che bimbi così piccoli comprendano il significato del termine “distanziamento sociale”, perché è proprio connaturata in loro la tendenza a fare gruppo e hanno un approccio molto fisico in tutto. Anche con gli insegnanti si crea quel rapporto empatico: hanno bisogno di guardarli negli occhi, di essere guidati costantemente, motivo per il quale è difficile applicare la didattica a distanza!”- ha esordito la dottoressa, assolutamente convinta che le scuole debbano riaprire, seppur con tutte le cautele del caso.
“Per un singolo caso riscontrato in una classe, ci sono state scuole che hanno riaperto e chiuso nuovamente i battenti immediatamente dopo. Francamente non vedo il bisogno di bloccare l’intera macchina didattica, quando basterebbe invece mettere in quarantena la singola classe”- ha proseguito la De Vito, che si è detta fortemente contraria alla misurazione della febbre a casa. Anche per ovvie ragioni di standardizzazione, meglio sarebbe avvalersi di una figura predisposta a farlo prima dell’ingresso in aula, con un semplice termoscanner che non costa poi chissà quale cifra esorbitante.I risultati non sarebbero sfalsati dall'uso di strumenti diversi. Ottima cosa sarebbe riuscire a ripristinare la vecchia figura del medico scolastico, seppur obiettivamente scarseggino, specie di questi tempi, medici disposti a dedicare qualche ora alle scuole. Per quanto concerne i soggetti più fragili, come gli anziani che hanno a carico delle pregresse patologie, che il covid potrebbe aggravare, sta ai familiari usare intelligentemente tutte le necessarie cautele per evitare di sottoporli a rischi.
“Sono dell’idea che se alla gente le cose vengono spiegate in modo chiaro e diretto, non si abbia alcuna difficoltà a comprendere!”- ha dichiarato la De Vito, mostrandosi contraria alla coercizione.

09 16 Incontrodibattitosulcovid 7"La sanità pugliese purtroppo arranca, mentre in altre regioni si stanno già sperimentando test salivari, che danno risultati immediati, senza dover attendere oltre 72 ore, che sono un lasso di tempo prezioso. Solo qualora rilevassero il sospetto di positività, si proseguirebbe con il tampone per l’assoluta conferma. E perché non sperimentare anche noi la telemedicina, che col paziente a casa permette di controllare tutto a distanza, collegandosi con i sistemi da remoto? Altrove lo si è già applicato con la semplice misurazione di ossigeno nel sangue attraverso un semplice saturimetro. In ospedale ricevono in tempo reale i valori rilevati, e in caso di anomalie, scatta l’intervento immediato".
La dott.ssa De Vito ha inoltre ricordato che “In questi mesi si è verificato un qualcosa di ancora più grave del covid-19: la chiusura degli ospedali, che già in Puglia scarseggiano e non sono sempre attrezzatissimi. Andrebbero creati dei poliambulatori ad accesso rapido, delle case comunità, e altresì si potrebbe pensare di utilizzare le strutture ospedaliere quasi totalmente abbandonate per gestire situazioni di emergenza, o anche per chi sia in attesa dell’esito dei tamponi”.
Ecco però la domanda davvero cruciale quella che sicuramente interessa maggiormente tutti noi: quando potremo avere finalmente un vaccino?
La De Vito è stata molto chiara su questo punto: “Sicuramente non prima della metà del 2021. Non dimentichiamo che un vaccino deve superare dei test di sicurezza e conformità, e ci sono per questo delle tempistiche che vanno rispettate, se davvero vogliamo avere un prodotto efficace e sicuro e non qualcosa che si riveli più dannoso della stessa malattia. Fino ad allora è caldamente raccomandato fare il vaccino anti influenzale, perchè è l'unico modo che può consentirci di cogliere ancora più rapidamente i sintomi del covid-19, che dapprincipio possono assomigliare a quelli di un comune raffreddore. Eviteremmo quindi l'ingolfamento di ospedali e pronto soccorsi presi d'assalto da pazienti spaventati dalla convinzione di aver contratto il covid"
Nel suo intervento finale, Piero Liuzzi è tornato sul tema della competenza e della capacità, qualità indispensabili da possedere per costruire una Puglia migliore.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

 

Altri hanno letto anche:

La pubblicità
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 476 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 

FUORI CITTA'

Covid19 - Monopoli: 161 positivi

21-11-2020

MONOPOLI - In Sindaco di Monopoli Angelo Annese questa sera ha comunicato i dati aggiornati sui contagi da Sar-Cov2 a Monopoli:...

Covid19 - Putignano: 99 positivi

21-11-2020

PUTIGNANO - Nel pomeriggio la sindaca Luciana Laera ha comunicato i dati, aggiornati ad oggi, dei putignanesi positivi al Coronavirus. Sono...

Modugno - Sorpresi quattro minorenni che posizionavano sassi lungo la linea ferroviaria

17-11-2020

MODUGNO - I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Modugno hanno denunciato in stato di libertà i genitori di...

Castellana Grotte - Sospesa l’attività didattica da domani in due istituti scolastici

15-11-2020

CASTELLANA GROTTE - Sospesa l’attività didattica da domani in due istituti scolastici per casi accertati di Covid-19 tra i docenti a...

Bari - Minore denunciato per rapina sul Lungomare

14-11-2020

BARI - I Carabinieri della Stazione di Bari Principale, al termine di attività investigativa, hanno deferito in stato di libertà...

Castellana grotte - Evade dai domiciliari per rubare in chiesa, arrestato dai carabinieri

14-11-2020

CASTELLANA GROTTE - I Carabinieri della Stazione di Castellana Grotte hanno tratto in arresto, in esecuzione di ordinanza di custodia...

NECROLOGI

E' tornato alla casa del Padre Giovanni Novembre

10-06-2020

E' tornato alla casa del Padre all'età di 71 anni Giovanni Novembre. Lo annunciano la moglie Angela, i figli Giuseppe...

Ricordo di Nicola Putignano

22-12-2019

Il 18 dicembre 2019 è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari e dell'intera città il prof. Nicola Putignano, docente...

Muore il 42enne Mirko Quarato: oggi i funerali in Chiesa Madre

24-04-2019

NOCI (Bari) - Non ce l'ha fatta a sopravvivere il giovanissimo Mirko Quarato dopo il pericoloso incidente che lo aveva...

LETTERE AL GIORNALE

DS Chiara d’Aloja: lettera aperta alla Comunità Educante

28-08-2020

LETTERE AL GIORNALE - Il nuovo anno scolastico è alle porte anche per l’Istituto Comprensivo Gallo-Positano e sarà un anno speciale...

Piero Liuzzi: "Zavoli e la sua fame di Sud"

06-08-2020

NOCI - Riceviamo e pubblichiamo questo breve ricordo del sen. Piero Liuzzi sul suo originale rapporto con Sergio ZAVOLI, parlamentare...

Auguri nonna Stella!

04-07-2020

NOCI (Bari) - Il 1 luglio 2020 nonna Stella, per tutti Stella Palattella, per le amiche e vicine di casa "Stellina...

Offese all'ing. Conforti. La replica dei giornalisti Longo e Scagliarini

05-06-2020

Riceviamo e pubblichiamo la replica dei giornalisti Giovanni Longo e Massimiliano Scagliarini al comunicato pubblicato il 23 maggio su NOCI24.it a firma...

Morea replica a Plantone

22-05-2020

NOCI - Il consigliere comunale di minoranza Stanislao Morea (Idea Noci) ha diffuso una nota in replica al comunicato del consigliere...

Per una Scuola silenziosa ed autenticamente operante

27-04-2020

LETTERE AL GIORNALE - Nel mostrare ciò che si fa, si corre sempre il rischio che la volontà di fare...