ADV

 

Antonella Bartolo racconta ai bambini la storia delle “Matite sbriciolate di Nonno Antonio”

02 06 Incontro Antonella BartoloNOCI – La data del 27 gennaio, legata alla Giornata della Memoria è trascorsa da pochi giorni, ma si è ancora in clima di commemorazione attiva, non solo per quello che riguarda la Shoah, ma i tanti orrori disseminati dalla guerra e dall’odio raziale. Moltissime le iniziative che stanno ancora coinvolgendo soprattutto le scuole. Lo scorso 5 febbraio, a partire dalle ore 9:00 alcune classi IV della Scuola Primaria Cappuccini hanno incontrato presso la Biblioteca Comunale Mons. Amatulli la giornalista e scrittrice Antonella Bartolo, autrice del libro “Le matite sbriciolate di Nonno Antonio”, edita da Voglino nel 2023, che racconta “a misura di bambino” la storia del suocero Antonio Colaleo, internato militare nei campi nazisti.

Alcuni lettori ricorderanno forse che tempo fa, in questo articolo recensimmo in maniera dettagliata la versione integrale di “Matite sbriciolate” edita da Rubettino nel 2018. Una versione pensata non di certo per un pubblico di piccoli lettori. Fu la stessa nipotina a farlo notare all’autrice “Nonna, io vorrei leggerla, ma guarda quant’è grande questo libro, scritto fitto fitto. Non ci riuscirei mai!”. E così è nata l’idea di riscrivere la storia di “Nonno Antonio” in un linguaggio che la rendesse accessibile anche ai bambini. Un linguaggio che ovviamente non poteva prescindere dal grande impatto visivo delle illustrazioni, magistralmente realizzate da Sara Mancuso. Proprio nonno Antonio, che durante quei due anni estenuanti ha disegnato i luoghi della sua prigionia con una precisione e una bravura encomiabili, ci insegna quale potere posseggano le immagini. Assieme alle loro insegnanti, i piccoli alunni delle classi IV della Scuola Primaria Cappuccini avevano già letto il libro che vede le voci narranti di due piccoli protagonisti all'incirca della loro età: Agata e suo fratello Nicola. Durante l’incontro si è scatenata a briglia sciolta la curiosità. Antonella Bartolo è stata letteralmente sommersa di domande. Al di là delle condizioni disumane della prigionia e delle sofferenze subite, ai bimbi è interessato in particolar modo sapere come avesse fatto Nonno Antonio a realizzare dei disegni di tale bellezza adoperando esclusivamente le punte delle sue matite (sbriciolate appunto per non essere trovate e requisite dai tedeschi durante le perquisizioni). Indubbiamente, Antonio Colaleo era dotato in un oggettivo talento, ma a mantenerlo vivo, a consentirgli di esprimerlo pienamente era l’impellenza di raccontare ciò che stava vivendo nel modo a lui più congeniale. Quei disegni, capaci di attraversare la storia, hanno rappresentato per gli alunni i binari da cui è partito un viaggio fatto di intense emozioni. I cieli grigi al di sopra dei lager, in cui si può quasi scorgere fisicamente il movimento del vento, la gran quantità di neve; l’alternarsi delle stagioni deducibile dai colori delle foglie, la pace infinita trasmessa dalla cappelletta della “Madonna dell’internato” che protegge i soldati sotto il suo manto. Quest’ultimo disegno è il solo a essere stato esposto in casa Colaleo, corredato da una scritta di ringraziamento per essere tornati a casa sani e salvi. I bambini, di fronte alla storia di Nonno Antonio si sono commossi ma sono stati anche capaci di commuovere. La signora Bartolo e suo marito Stefano Colaleo (il figlio di “Nonno Antonio”) hanno concluso l’incontro con gli occhi lucidi per via dei doni e delle parole che i piccoli hanno riservato loro. Non solo dei bellissimi cartelloni, ma anche un libricino realizzato in classe sulla storia vera di Nonno Antonio, con frasi capaci di toccare l’anima: “Scolpitelo nel vostro cuore”, vi si poteva leggere, e ancora “Le matite di nonno Antonio hanno colorato la nostra memoria”. Ogni alunno ha voluto regalare simbolicamente una matita alla signora Antonella che ha commentato: “Che emozione! E’ stato davvero difficile resistere alle lacrime. Anche le insegnanti sono state straordinarie”. Le maestre, entusiaste hanno ringraziato l’autrice, il Direttore della Biblioteca Comunale, Giuseppe Basile e l’Assessora  al Welfare e alle Politiche Sociali, Francesca Tinella, che ha tenuto a presenziare all’incontro, ribadendo l’importanza sacra della memoria.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

trovo aziende

ADV

 

 

Informazione pubblicitaria

tatulli noci24 ok

 

 

Informazione pubblicitaria La pubblicità

 

 

ADV

FUORI CITTA'

GdF Bari: evasione fiscale - Sequestri di beni per un valore di circa 5 milioni…

20-02-2024

BARI - I Finanzieri del Comando Provinciale di Bari hanno dato esecuzione a decreti di sequestro preventivo di beni, per un...

Castellana Grotte - Maltrattamenti in famiglia. Notifica di un provvedimento di allontanamento dalla casa familiare…

15-02-2024

CASTELLANA GROTTE - I Carabinieri della Stazione di Castellana Grotte hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare, emessa...

Esecuzione di una ordinanza di misura cautelare personale per detenzione e porto illegale di armi

06-02-2024

MONOPOLI - I Carabinieri della Compagnia di Monopoli hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale –...

Associazione per delinquere dedita ai furti e rapine in abitazione. 8 misure cautelari eseguite dai…

21-01-2024

BARI - Il 17 gennaio, i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, coadiuvati in fase esecutiva dai militari dei reparti competenti...

GdF Roan Bari: sequestrati circa 3 quintali di oloturie

21-01-2024

BARI - Le Fiamme Gialle della Stazione Navale di Bari, nei giorni scorsi, in località Torre a Mare, nel corso...

GDF Legione Allievi Bari: giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana e di consegna delle fiamme…

12-01-2024

BARI - Nella mattinata odierna, si è svolta presso la Stadio della Vittoria di Bari, alla presenza del Generale di...

NECROLOGI

Addio a Oronzo Colucci: aveva dedicato gran parte della sua vita al volontariato

19-08-2023

NOCI – Una gravissima perdita per Noci: ci lascia Oronzo Colucci, amatissimo dalla comunità per le sue virtù di incondizionato...

Addio a Leo Morea: padre coraggio al fianco delle vittime della strada

02-08-2023

  NOCI – Ci ha lasciati il 2 agosto il nostro concittadino Leo Morea, che pur vivendo a Milano, aveva lasciato un...

Addio alla fotografa Marta Attolini: il ricordo della nipote Angela Bianca Saponari

22-07-2023

NOCI - Ci ha lasciati lo scorso 28 giugno la nota fotografa nocese Marta Attolini, figlia dell'apprezzatissimo Giovanni Attolini, da...

Ci ha lasciato Giovanni Miccolis

08-07-2023

NOCI - E' venuto a mancare all'età di 70 anni Giovanni Miccolis, dipendente comunale in quiescenza e da sempre...

Mondo del giornalismo in lutto per la scomparsa di Patrizia Nettis

30-06-2023

Alla famiglia il sentito cordoglio della redazione di NOCI24.it. NOCI - E' scomparsa all'impovviso due giorni fa all'età di 41...

Ci lascia il diacono Pinuccio Carucci

16-03-2023

NOCI - E' venuto a mancare questa mattina dopo una lunga malattia il diacono permanente Pinuccio Carucci all'età di 67...

LETTERE AL GIORNALE

Associazioni e comitati contro la potatura drastica degli alberi del perimetro urbano

27-02-2024

“Eco Eventi OdV” e “Comitato di quartiere via T. Fiore” hanno incontrato l’assessora Checca Tinella e il responsabile del verde Giuseppe...

Se sarà femmina chiamiamola Crimea!

26-11-2023

LETTERE AL GIORNALE - Ci sono luoghi della terra che per la loro storia, la molteplicità degli accadimenti di cui...

L'occupazione persa, una famiglia a carico e il dover ricominciare da zero dopo la pandemia:…

26-11-2023

LETTERA AL GIORNALE - Antonio (questo il nome di fantasia che gli daremo) ha voluto raccontarci la sua complessa e...

Il centrodestra in salsa nostrana

08-06-2023

LETTERE AL GIORNALE - Egregio Direttore, la ringrazio di cuore preventivamente qualora deciderà, con generosità, di pubblicare questo mio umile e...

Alluvione in Emilia-Romagna, il racconto di un nostro concittadino

21-05-2023

FORLÌ - Sono a Forlì, è martedì 16 maggio, sono le 19:00, piove ormai da circa diciotto ore ed il...

1984

19-04-2023

LETTERE AL GIORNALE - Cari concittadini, non era mia intenzione tediarvi nuovamente con le mie elucubrazioni sull'Idra a otto teste che...