ADV

 

“Donato all’acqua”: la storia umana ed imprenditoriale di Donato Ritella raccontata in un libro

03 26 Donatoallacqua 3NOCI (Bari) - Lo scorso 23 marzo, alle 18:30, si è svolta presso il Chiostro delle Clarisse la presentazione del libro: “Donato all’acqua - Sereco per il mondo”, edito da Quorum Edizioni. La pubblicazione nasce dall’incontro del giornalista sardo Carlo Figari con l’imprenditore nocese Donato Ritella. Figari, ormai pugliese adottivo, si è appassionato alla storia imprenditoriale ed umana di Donato e gli ha proposto di raccontarla in un volume scritto a quattro mani. Il direttore e giornalista di Telenorba Vincenzo Magistà, in forma di chiacchierata informale, ha intervistato Ritella in merito alle tematiche trattate nel libro. Non è solo la storia della nascita della Sereco, azienda tutta nocese leader nel settore della depurazione delle acque, oggi presente in oltre settanta paesi con le sue tecnologie. Le pagine del libro ripercorrono anche la vicenda umana che c’è dietro quel marchio: quella di un imprenditore che, come espresso efficacemente dal titolo, decide di “donarsi” totalmente al suo sogno. Un uomo che mette in campo la tenacia e il coraggio per costruirlo mattone su mattone e lo vede prender forma, fino a volare più in alto di quanto si aspettasse. Dall'imprenditore anche un messaggio sociale importante:"Non sperperate l'acqua ed abbiate cura del pianeta che ce la elargisce!"

03 26 Donatoallacqua 2La serata si è aperta con i saluti istituzionali del sindaco Domenico Nisi, a cui sono seguiti i brevi interventi del Rettore del Politecnico di Bari Eugenio Di Sciascio e dell’ex Senatore Piero Liuzzi. Con Vincenzo Magistà, che ha chiacchierato con i due coautori, si è entrati nel vivo della serata.
In fondo, è da una chiacchierata che è nato il libro: quella svoltasi a tavola tra Ritella e il giornalista dell’Unione Sarda Carlo Figari, che si è innamorato della sua storia.
“Da ragazzino avevo due sogni: uno era quello dell’industria aerospaziale e l’altro riguardava l’acqua, che ho sempre considerato uno dei beni più preziosi di cui disponiamo”- ha confessato Ritella- “E ho anche provato a costruire in maniera rudimentale modellini di razzi, ma non è andata molto bene e mi ci è voluto poco per capire che era la seconda strada quella che faceva al caso mio”.

La maggior parte della superficie del nostro pianeta è costituita da acqua: noi stessi siamo fatti d’acqua per il 70%. Eppure milioni di persone muoiono letteralmente di sete. Non che l’acqua manchi: il problema è quand’anche non è inquinata, viene costantemente sperperata. Una risorsa sostanzialmente bistrattata e distrutta.
Aziende come la Sereco ce la mettono tutta per fare in modo che la situazione possa parzialmente rientrare, ma non basta. Ritella lancia dunque un appello al rispetto del pianeta e al non dissipare questa preziosa risorsa, oltre che al mobilitarsi per risolvere il problema del surriscaldamento globale.
“Per la politica, il problema dell’acqua non è una priorità! Bisognerebbe invece comprendere che la questione riguarda tutti: dal più umile al più potente” -  ha denunciato Ritella senza mezzi termini. Mentre al nord si diventa imprenditori esclusivamente per fortuna, al Sud può non bastare avere la sorte dalla propria parte. Nel Meridione, un’azienda puoi anche riucire a metterla in piedi, ma bisogna fare in modo che ci resti, difendendola con le unghie e con i denti e ingegnandosi per farla crescere.
La Sereco, nata ufficialmente il 24 dicembre del 1975, ne ha fatta di strada da quella Vigilia di Natale. Oggi sono 72 i paesi (sparsi per i Cinque Continenti) in cui l’azienda è presente con l’installazione dei suoi impianti che vengono però progettati e costruiti nella fabbrica di Noci. Sereco è impegnata anche in tantissimi progetti umanitari e Sanitari in Africa, in collaborazione con i Rotary Pugliesi.

“Perché, pur progettando e costruendo a Noci, avete deciso di guardare oltre la Puglia e l’Italia stessa?”- ha chiesto Magistà. L’imprenditore ha risposto con la massima schiettezza: “Mi sono accorto, con mio grande rammarico, che spesso e volentieri, in Italia il lavoro non viene debitamente riconosciuto e apprezzato. Tirano fuori affermazioni come “Eh ma guardate che siete troppo cari!”. Se gli rispondi che stai offrendo la massima qualità, controbattono che sono più interessati ad un prodotto economico, a discapito del valore qualitativo. All’estero hanno l’occhio lungo e capiscono al volo che un prodotto di qualità si rivela alla lunga un ottimo investimento”.
Magistà ha toccato quindi un altro punto nodale: “Secondo lei, in Italia, fa più male la corruzione o la burocrazia?” Anche questa volta, la risposta è stata categorica: “Se uno è integerrimo nei valori, dalla corruzione ne resta fuori.
Con la burocrazia non puoi farlo: volente o nolente, spesso fagocita e tarpa le ali”.

“Donato, viaggiando molto avrai sicuramente avuto modo di “sondare qual è la situazione di sviluppo industriale e di crescita in molti paesi. Confermi che in quelle zone una volta considerate “terzo mondo”, ora il PIL sta crescendo alla grande, forse a ritmo più sostenuto che da noi? E se ciò corrispondesse al vero, non si prospetterebbe il rischio che a lungo andare potrebbero surclassarci e ci ritroveremmo ad essere noi il terzo mondo?”- ha incalzato il direttore di Telenorba. “Io sono molto felice che l’industria in questi paesi si stia sviluppando. Nessuna Nazione merita di annaspare in uno stato di povertà che vada a schiacciare la dignità della popolazione”- ha replicato l’imprenditor e- “Ad ogni modo, il rischio prospettato lo scongiurerei categoricamente. A meno che, istituzioni e popolazione non decidano deliberatamente di rimanere fermi, cullandosi su quanto conseguito fino ad ora. In quel caso converrà assumersi l’amara responsabilità del non voler progredire!”

Oggi, Donato ha rassegnato le dimissioni dal suo ruolo di Amministratore dell’azienda, passando il testimone ai figli. Sempre in tema di futuro incarnato dai giovani, Ritella si rivolge agli imprenditori del domani, con dieci consigli elencati a metà del volume. Sono quei ragazzi che spesso rinunciano al loro sogno spaventati da una realtà sociale che sembra rendere sempre più utopistico il successo lavorativo. Il “non abbiate paura” di Donato risuona forte e chiaro: “

03 26 Donatoallacqua 13 copyAll’intervista hanno fatto seguito gli interventi dello storico Pasquale Gentile e del direttore della Biblioteca Comunale, Giuseppe Basile.
Lo studioso di storia locale ha tenuto un exursus sul rapporto atavico dei nocesi con l'acqua, di cui vi è traccia in numerosi documenti dei secoli passati. Al termine ha ringraziato Ritella per il suo contributo alla comunità, asserendo che: “L’acqua è ciò che natura ci dona, che i cittadini devono preservare e le istituzioni difendere!”.

Giuseppe Basile ha evidenziato la generosità di Donato, ricordando che solo grazie a lui, la Biblioteca Comunale dispone ora di una bella sala di lettura appositamente concepita per bambini e ragazzi. Sarebbe stato logico aspettarsi un gesto simile da un'azienda immobiliare, non certo da una che si occupa di depurazione.

03 26 Donatoallacqua 1 copyDonato Ritella ci ricorda che nell’acqua sporca c’è chi annega e chi si rimbocca le maniche, nella consapevolezza  che anche da lì si possa trarre qualcosa di buono e di bello!”- ha concluso Basile.

A fine serata, la Sereco ha voluto festeggiare assieme ai membri della comunità presenti: spumante per brindare e dell’ottima torta per tutti.

 

 

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

trovo aziende

ADV

 

 

Informazione pubblicitaria

tatulli noci24 ok

 

 

Informazione pubblicitaria La pubblicità

 

 

ADV

FUORI CITTA'

GdF Bari: evasione fiscale - Sequestri di beni per un valore di circa 5 milioni…

20-02-2024

BARI - I Finanzieri del Comando Provinciale di Bari hanno dato esecuzione a decreti di sequestro preventivo di beni, per un...

Castellana Grotte - Maltrattamenti in famiglia. Notifica di un provvedimento di allontanamento dalla casa familiare…

15-02-2024

CASTELLANA GROTTE - I Carabinieri della Stazione di Castellana Grotte hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare, emessa...

Esecuzione di una ordinanza di misura cautelare personale per detenzione e porto illegale di armi

06-02-2024

MONOPOLI - I Carabinieri della Compagnia di Monopoli hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale –...

Associazione per delinquere dedita ai furti e rapine in abitazione. 8 misure cautelari eseguite dai…

21-01-2024

BARI - Il 17 gennaio, i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, coadiuvati in fase esecutiva dai militari dei reparti competenti...

GdF Roan Bari: sequestrati circa 3 quintali di oloturie

21-01-2024

BARI - Le Fiamme Gialle della Stazione Navale di Bari, nei giorni scorsi, in località Torre a Mare, nel corso...

GDF Legione Allievi Bari: giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana e di consegna delle fiamme…

12-01-2024

BARI - Nella mattinata odierna, si è svolta presso la Stadio della Vittoria di Bari, alla presenza del Generale di...

NECROLOGI

Addio a Oronzo Colucci: aveva dedicato gran parte della sua vita al volontariato

19-08-2023

NOCI – Una gravissima perdita per Noci: ci lascia Oronzo Colucci, amatissimo dalla comunità per le sue virtù di incondizionato...

Addio a Leo Morea: padre coraggio al fianco delle vittime della strada

02-08-2023

  NOCI – Ci ha lasciati il 2 agosto il nostro concittadino Leo Morea, che pur vivendo a Milano, aveva lasciato un...

Addio alla fotografa Marta Attolini: il ricordo della nipote Angela Bianca Saponari

22-07-2023

NOCI - Ci ha lasciati lo scorso 28 giugno la nota fotografa nocese Marta Attolini, figlia dell'apprezzatissimo Giovanni Attolini, da...

Ci ha lasciato Giovanni Miccolis

08-07-2023

NOCI - E' venuto a mancare all'età di 70 anni Giovanni Miccolis, dipendente comunale in quiescenza e da sempre...

Mondo del giornalismo in lutto per la scomparsa di Patrizia Nettis

30-06-2023

Alla famiglia il sentito cordoglio della redazione di NOCI24.it. NOCI - E' scomparsa all'impovviso due giorni fa all'età di 41...

Ci lascia il diacono Pinuccio Carucci

16-03-2023

NOCI - E' venuto a mancare questa mattina dopo una lunga malattia il diacono permanente Pinuccio Carucci all'età di 67...

LETTERE AL GIORNALE

Associazioni e comitati contro la potatura drastica degli alberi del perimetro urbano

27-02-2024

“Eco Eventi OdV” e “Comitato di quartiere via T. Fiore” hanno incontrato l’assessora Checca Tinella e il responsabile del verde Giuseppe...

Se sarà femmina chiamiamola Crimea!

26-11-2023

LETTERE AL GIORNALE - Ci sono luoghi della terra che per la loro storia, la molteplicità degli accadimenti di cui...

L'occupazione persa, una famiglia a carico e il dover ricominciare da zero dopo la pandemia:…

26-11-2023

LETTERA AL GIORNALE - Antonio (questo il nome di fantasia che gli daremo) ha voluto raccontarci la sua complessa e...

Il centrodestra in salsa nostrana

08-06-2023

LETTERE AL GIORNALE - Egregio Direttore, la ringrazio di cuore preventivamente qualora deciderà, con generosità, di pubblicare questo mio umile e...

Alluvione in Emilia-Romagna, il racconto di un nostro concittadino

21-05-2023

FORLÌ - Sono a Forlì, è martedì 16 maggio, sono le 19:00, piove ormai da circa diciotto ore ed il...

1984

19-04-2023

LETTERE AL GIORNALE - Cari concittadini, non era mia intenzione tediarvi nuovamente con le mie elucubrazioni sull'Idra a otto teste che...