Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

GiovedÌ, 8 Dicembre 2022 - 21:17

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 

03 29CONVENTO SANTA FIORAPagine di storia  - Nell’edizione de La Gazzetta del Mezzogiorno dello scorso 14 aprile è apparso un articolo di Pasquale Gentile sulle prestazioni sanitarie e sociali assicurate a Noci, nel corso dei secoli, dall’Università, ovvero dal Comune. L’importanza dell’argomento – specie nei giorni che viviamo - ci porta a trascriverlo nella sezione ‘Pagine di storia’ sicuri di fare cosa gradita ai nostri Lettori. Come a solito, si legge d’un fiato.


04 17NOCI ASSISTENZA BISOGNOSI GAZZETTA 15.4.2020L’assistenza agli ammalati e ai bisognosi non è un’odierna prerogativa. Da varia documentazione emerge un’antica quotidiana operosità che, nei momenti di nefasta contingenza, offre una sorprendente presenza istituzionale. Sanità e servizi sociali si fondono. A Noci, nei secoli, l’Università assicura il dovuto servizio sanitario, consolida la spesa, organizza i servizi. Un cerusico, il chirurgo di una volta, garantisce le prestazioni primarie: medica le ferite, pratica il salasso (…toccasana in qualsiasi occasione), estrae i denti, etc.. Ha da rispettare soltanto alcune regole: non può medicare ferita o percorsa se prima non presenti denuncia alla Corte. Le mammane non possono pigliar parto di donna senza marito.

Nell’Ottocento, con l’istituzione della condotta pubblica (che perdura sino alla riforma sanitaria del 1978) il cerusico diviene medico condottato nominato annualmente dal Decurionato. A volte il cerusico chiama a ‘consulto’ colleghi forestieri. per i nostri Lettori Nel 1776, Domenico Giuliano giunge a Noci, da Conversano, per soddisfazione e piacere del locale cerusico Caramia per osservare e peritizzare la ferita inferta, da un ladro in fuga, a Domenico Notarnicola che lo insegue. L’Università si fa carico delle spese: ducati sei per rigalia e carlini ventisette per spese e cavalcature di accesso e ricesso. Un cerusico presta servizio presso lo spedale di S. Maria de’ Poveri, detto anche dei Pellegrini, eretto da Pietro Iudice Stefano nel 1516 e amministrato dalla Confraternita del Santissimo Sacramento.

Molti gli esiti della cassa pubblica per le medicine che i farmacisti, su biglietto del sindaco, forniscono ai bisognosi.
Le prestazioni sanitarie pubbliche costano, il bilancio comunale soffre. Nei primi decenni del ‘700 si copre l’ingente spesa imponendo una tassa... la tassa de’ Medici. Pagano tutti in base al reddito. All’esattore non sfugge nessuno. L’Università sottoscrive, così, apposita convenzione con medici fisici ordinari.

Nel colera del 1837 - quando vi sono tre quattro casi al giorno ed ora uno, ora due ne muoiono e ve ne sono alcuni già salvati, altri in convalescenza, il cantore don Giovanni Intini da solo porta i cadaveri nella cappella di san Lorenzo fuori l’abitato, la popolazione corre in chiesa per confessarsi e comunicarsi, una soscrizione volontaria fallisce perché i possidenti si sono quasi tutti dispersi nella campagna, e vi regna solo un malinteso egoismo - una Commissione sanitaria, integrata dal clero capitolare, soccorre gli infelici utilizzando i fondi della beneficienza che presto, però, si esauriscono.

I servizi sociali affiancano la sanità. Ai bisognosi si elargisce la cosiddetta ‘elemosina’ per l’acquisto del necessario per vivere. Altro soccorso è lo sgravio dalle gabelle. Agli inizi dell’Ottocento, giunge l’istituzionalizzazione della ‘beneficenza’: gli interventi passano tutti dall’esame di una Commissione.

Nasce l’elenco dei poveri che sopravvive sino agli anni ’70 del Novecento. Votati alla beneficenza sono, anche, i Monti frumentari, i Monti di pietà, i Luoghi pii, gli Stabilimenti e le Congregazioni di carità operanti presso chiese e confraternite. Peculiare attività è l’assegnazione delle doti alle fanciulle povere da maritare.
Specifica l’attenzione per gli abbandonati neonati illegittimi, detti esposti. L’Università, per l’allattamento, li affida a donne pagate a mesate e, quindi, li ‘chiude’ negli orfanotrofi. Nell’Ottocento, il loro alto numero impone l’istituzione di un precipuo registro di contabilità.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Necrologi

trovo aziende

 

Pubblicità

 

 

PubblicitàMagico Natale 2022

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 603 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
Pubblicità

FUORI CITTA'

Putignano: 8 arresti per tentato omicidio e lesioni personali gravi

05-12-2022

Contestata anche la tentata estorsione, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione abusiva di armi da sparo di illecita provenienza...

Evaso dal Belgio arrestato dai Carabinieri di Monopoli

17-11-2022

Monopoli - I militari della Stazione di Monopoli hanno dato esecuzione a un Mandato d’arresto Europeo, emesso dalla Corte d’Appello di...

Esecuzione di 9 provvedimenti cautelari nei confronti di agenti della Polizia Penitenziaria

09-11-2022

BARI - Alle prime ore dell’alba personale della Sezione P.G. – Aliquota CC della Procura della Repubblica presso Tribunale di...

Castellana Grotte - Migliaia di articoli per contenere alimenti sequestrati dai Carabinieri del NAS

06-11-2022

CASTELLANA GROTTE - I Carabinieri del N.A.S. di Bari, nell’ambito dei servizi di controllo per la tutela della salute dei consumatori...

Ruvo di Puglia - 5 arresti. Estorsione, danneggiamento e lesioni ai danni di un 47nne…

22-10-2022

Ruvo di Puglia - I Carabinieri della Stazione Carabinieri di Ruvo di Puglia, hanno dato esecuzione ad un provvedimento restrittivo, nel...

Guardia di Finanza Bari - Sequestrati 900.000 prodotti e una fabbrica dedita alla illecita produzione…

18-10-2022

BARI - Continua incessante l’azione di contrasto alla commercializzazione di prodotti contraffatti e non sicuri per i consumatori posta in essere...

NECROLOGI

Addio a Rocco Recchia, decano degli artigiani nocesi

18-11-2022

NOCI – Lutto nel mondo dell’artigianato nocese: ci ha lasciati Rocco Recchia, il noto e stimatissimo calzolaio che aveva ereditato...

Lutto nell'imprenditoria locale: addio a Raffaele Putignano

11-10-2022

NOCI - Questa mattina è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari l'imprenditore nocese Raffaele Putignano, all'età di 72 anni, dopo una...

Ci lascia il giovane concittadino Domenico: un lutto inaspettato per Noci

18-08-2022

NOCI – Una settimana di Ferragosto amara per Noci, che ha appreso con dolore la notizia della tragica scomparsa di...

Ci lascia Titina Sansonetti: aveva appena compiuto 104 anni

09-04-2022

NOCI – La comunità nocese perde ancora un baluardo della sua storia. Questa mattina infatti si è conclusa l’esistenza terrena...

Lutto tra i Carabinieri Forestali di Noci

28-02-2022

NOCI - Noci e la Coreggia piangono Nicola Annese, quarantotto anni, Carabiniere Forestale presso la Stazione di Noci da parecchi anni...

Addio a Peppino Longo

31-01-2022

BARI - “Perdiamo un amico, un rappresentante della Puglia, un uomo buono, sempre al servizio della sua terra. Imprenditore di...

LETTERE AL GIORNALE

Nino Vaccalluzzo e Noci: un tributo al maestro dell’Arte pirotecnica tragicamente scomparso

15-09-2022

Nell'immagine: Antonio Labate e Tonino D'Onghia accompagnati da Nino Vaccalluzzo (a sinistra) durante la visita all'azienda del 25 giugno 2010...

Un Comitato per l'estensione della rete idrico-fognante in Zona H

28-03-2022

LETTERA AL GIORNALE - In data 6/7 marzo 2022 è stata inviata al Comune di Noci e all’Autorità Idrica Pugliese...

Liuzzi "La Gazzetta, una lunga pausa salutare"

24-02-2022

NOCI - Una lunga pausa salutare. E non solo per il giornale e per i giornalisti ma anche, paradossalmente, per i...

IIS "Da Vinci - Agherbino": doverose precisazioni

07-01-2022

COMUNICATO - A seguito di notizie di stampa che rappresentano infedelmente la realtà dei fatti, l’Istituto “Da Vinci – Agherbino”...

Una rete virtuale per il “Green sentiment pubblico”

07-09-2021

LETTERA AL GIORNALE - Sono proprietario di un trullo in agro di Noci in Località Monte Verde dal 2013 -...

Senatrice Liliana Segre, cittadina onoraria di Noci

22-07-2021

Il 15 luglio il Consiglio Comunale di Noci ha deliberato la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre, presidente della Commissione...