Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

Domenica, 29 Marzo 2020 - 05:40

trovo aziende

 

03 10 corona virusNOCI (Bari) – Tramite una nota diramata sulla pagina Facebook del comune di Noci, il sindaco Domenico Nisi ha invitato tutti i nocesi ad osservare con massima attenzione le misure eccezionali contro il dilagare dell’epidemia del Nuovo Coronavirus contenute nell’ultimo Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri entrato in vigore da oggi, 10 marzo 2020.

Il DPCM sopracitato estende tutte le disposizioni già previste per le zone rosse all’intero territorio nazio-nale, a partire da oggi fino al prossimo 3 aprile. In particolare, è vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico.


DISPOSIZIONI COMUNALI

UFFICI COMUNALI - Si comunica che presso gli Uffici Comunali saranno garantiti solo i servizi essenziali e urgenti. Pertanto è sospeso anche il ricevimento dei cittadini. Tutte le informazioni saranno tempestivamente pubblicate sul sito istituzionale del Comune di Noci e sulla relativa pagina Facebook, nonché trasmesse agli organi di stampa.

C.O.C. E NUMERO EMERGENZE - Resta operativo il C.O.C. Centro Operativo Comunale fino a nuovo ordine. Sono state allertate tutte le strutture operative del Comune e sarà attivo il numero 080.4948258 dalle 8:00 alle 20:00 orario continuato. La raccomandazione è ad usare questo numero solo ed esclusivamente in caso di emergenza.

MEDICI E PEDIATRI - I medici di base operanti a Noci hanno predisposto specifica regolamentazione per l’accesso agli ambulatori dei medici di famiglia e dei pediatri, che prevede quanto segue.

• Limitare l’accesso agli studi a situazioni concordate col proprio medico;
• Privilegiare il contatto telefonico;
• L’accesso allo studio, quando non organizzato per appuntamento, deve essere limitato a un numero di persone consentito dalle dimensioni della sala d’attesa e che quindi permetta la distanza di sicurezza (2 metri);
• Data la sospensione dei servizi differibili di diagnostica e di prenotazione di consulenze specialistiche risulta inutile farne richiesta;
• Rivolgersi alla propria farmacia per organizzare il ritiro delle prescrizioni redatte dal medico.

SERVIZIO A DOMICILIO FARMACIE
Si comunica che le farmacie si rendono disponibili, a favore delle persone in situazioni di fortissima vulnerabilità, non solo alla consegna a domicilio dei farmaci, ma soprattutto al ritiro, presso gli ambulatori dei Medici di base, delle prescrizioni per i farmaci.
In tal caso, occorre specificare che il cittadino-paziente dovrà dichiarare al proprio medico che il ritiro della prescrizione avverrà ad opera di un delegato della farmacia prescelta - che andrà altrettanto indicata.
Tutte le comunicazioni - medico, farmacia, ecc. - devono avvenire telefonicamente.

Recapiti Farmacie 
• Gasparro: Tel. 0804971451 - Cell. 3343933538
• Trerotoli: Tel. 0804977047 - Cell. 3929750327
• Masi: Tel. 0804972091
• San Rocco: Tel. 0804978185 - Cell. 3893194074
• Centrale: Tel. 080497 7603 - Cell. 3802494963

SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE DELLA CROCE ROSSA ITALIANA
La Croce Rossa Italiana - Comitato della Bassa Murgia comunica l’attivazione del servizio di assistenza a domicilio nel contesto dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 sul territorio del comune di Noci.
Il servizio è destinato alle persone in quarantena domiciliare, ai soggetti vulnerabili e a rischio contingente, ai soggetti impossibilitati di usufruire di una rete propria di assistenza domiciliare.
Sarà attivo nei giorni di: Lunedì – Mercoledì – Venerdì dalle ore 9.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00, a partire da mercoledì 11 marzo 2020 

Il servizio consisterà nel fornire assistenza per rifornimento di generi di prima necessità, farmaci anche da Farmacia Territoriale.
Il numero telefonico di riferimento dedicato a tale servizio è: 324 879 6372 
Si risponderà solo a contatti telefonici diretti, non saranno presi in considerazione messaggi sms o tramite App. Sarà premura dell’operatore CRI dare istruzioni all’utente.
Il tutto è in coordinamento con il C.O.C. del Comune di Noci, che risponde al n. 080 494 82 58 

RACCOLTA RIFIUTI - Infine, si comunica che la ditta Navita, che gestisce il servizio di igiene urbana a Noci, ha sospeso l’attività del CCR (Centro Comunale di Raccolta). Allo scopo di limitare al massimo i disagi all’utenza, si incrementerà la raccolta domiciliare su chiamata di ingombranti e RAEE. Sono, invece, normalmente garantiti tutti gli altri servizi di raccolta, trasporto e spazzamento.


DISPOSIZIONI MINISTERIALI

1. LIMITI AGLI SPOSTAMENTI
Evitare ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita nonché all’interno dei medesimi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero spostamenti per motivi di salute. È consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Anziani e persone immunodepresse o con patologie devono restare a casa

Chi ha parenti anziani e/o non autosufficienti, può recarsi a fornire assistenza; è bene però tener conto del fatto che questi sono i soggetti più a rischio, quindi è necessario proteggerli dal contagio il più possibile.

È possibile recarsi a fare la spesa, una persona per famiglia; i commercianti sono tenuti a consentire l’accesso ad un numero limitato di persone per volte per garantire la distanza di 1 metro fra le persone.

Non sono consentiti spostamenti da un Comune all’altro se non per cause di estrema necessità (lavoro, salute, necessità, rientro al proprio domicilio); per tali spostamenti, è necessario munirsi di autocertificazione. Puoi scaricare il modulo di autocertificazione cliccando qui.

2. RACCOMANDAZIONI PER I SOGGETTI CON ALTERAZIONI FEBBRILI
Ai soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5°C) è fortemente raccomandato di rimanere presso il proprio domicilio e limitare al massimo i contatti sociali, contattando il proprio medico curante. NON recarsi al Pronto Soccorso.

3. PRESCRIZIONI PER I SOGGETTI IN QUARANTENA
Divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena ovvero risultati positivi al virus.

4. EVENTI SPORTIVI
Sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati.

Gli impianti sportivi sono utilizzabili a porte chiuse, soltanto per le sedute di al-lenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, riconosciuti d’interesse nazionale dal Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e dalle ri-spettive federazioni, in vista della loro partecipazione ai giochi olimpici o a ma-nifestazioni nazionali o internazionali; resta consentito esclusivamente lo svol-gimento degli eventi e delle competizioni sportive organizzate da organismi sportivi internazionali, all’interno degli impianti sportivi utilizzati a porte chiu-se, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico; in tutti i casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute a effet-tuare controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano.

Lo sport e le attività motorie svolti all’aperto sono ammessi a condizione che sia possibile consentire la distanza interpersonale di un metro.

5. IMPIANTI SCIISTICI
Sono chiusi gli impianti nei comprensori sciistici

6. EVENTI IN LUOGO PUBBLICO
Sono sospese tutte le manifestazioni organizzate, nonché gli eventi in luogo pubblico o privato, ivi compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo, religioso e fieristico, anche se svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico, quali, a titolo d’esempio, grandi eventi, cinema, teatri, pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati; nei predetti luoghi è sospesa ogni attività.

7. RACCOMANDAZIONI PER I DATORI DI LAVORO
Si raccomanda ai datori di lavoro pubblici e privati di promuovere, durante il periodo di efficacia del presente decreto, la fruizione da parte dei lavoratori dipendenti dei periodi di congedo ordinario e di ferie, fermo restando quanto previsto dall’articolo 2, comma 1, lettera r.

8. SERVIZI EDUCATIVI E PER L’INFANZIA
Sono sospesi i servizi educativi per l’infanzia e le attività didattiche in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché della frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, comprese le Università e le Istituzioni di Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica, di corsi professionali, master, corsi per le professioni sanitarie e università per anziani, nonché i corsi professionali e le attività formative svolte da altri enti pubblici, anche territoriali e locali e da soggetti privati, ferma in ogni caso la possibilità di svolgimento di attività formative a distanza ad esclusione dei corsi per i medici in formazione specialisti-ca e dei corsi di formazione specifica in medicina generale, nonché delle attività dei tirocinanti delle professioni sanitarie, Al fine di mantenere il distanziamento sociale, è da escludersi qualsiasi altra forma di aggregazione alternativa. Sono sospese le riunioni degli organi collegiali in presenza. Gli enti gestori provvedono ad assicurare la pulizia degli ambienti e gli adempimenti amministrativi e contabili concernenti i servizi educativi per l’infanzia richiamati, non facenti parte di circoli didattici o istituti comprensivi

9. LUOGHI DI CULTO
L’apertura dei luoghi di culto è condizionata all’adozione di misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro. Sono sospese le cerimonie civili e religiose, ivi comprese quelle funebri.

10. MUSEI
Sono chiusi i musei e gli altri istituti e luoghi della cultura

11. PROCEDURE CONCORSUALI
Sono sospese le procedure concorsuali pubbliche e private ad esclusione dei casi in cui la valutazione dei candidati è effettuata esclusivamente su basi curriculari ovvero in modalità telematica; sono inoltre esclusi dalla sospensione i concorsi per il personale sanitario, ivi compresi gli esami di Stato e di abilitazione all’esercizio della professione di medico chirurgo, e quelli per il personale della protezione civile, i quali devono svolgersi preferibilmente con modalità a distanza o, in caso contrario, garantendo la distanza di sicurezza interpersonale di un metro.

12. RISTORAZIONE E BAR
Sono consentite le attività di ristorazione e bar dalle 6:00 alle 18:00, con obbligo, a carico del gestore, di predisporre le condizioni per garantire la possibilità del rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro con sanzione della so-spensione dell’attività in caso di violazione.
È interdetto del servizio al banco.


13. ATTIVITÀ COMMERCIALI DIVERSE DA QUELLE DI RISTORAZIONE
Sono consentite le attività commerciali diverse da quelle di cui alla lettera precedente a condizione che il gestore garantisca un accesso ai predetti luoghi con modalità contingentate o comunque idonee a evitare assembramenti di persone, tenuto conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali aperti al pubblico, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza di almeno un metro tra i visitatori, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione. In presenza di condizioni strutturali o organizzative che non consentano il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro, le richiamate strutture dovranno essere chiuse.

14. CONGEDI SANITARI
Sono sospesi i congedi ordinari del personale sanitario e tecnico, nonché del personale le cui attività siano necessarie a gestire le attività richieste dalle unità di crisi costituite a livello regionale

15. RIUNIONI IN COLLEGAMENTO
Sono adottate, in tutti i casi possibili, nello svolgimento di riunioni, modalità di collegamento da remoto con particolare riferimento a strutture sanitarie e sociosanitarie, servizi di pubblica utilità e coordinamenti attivati nell’ambito dell’emergenza COVID-19, comunque garantendo il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro ed evitando assembramenti.

16. PRESCRIZIONI PER STRUTTURE DI VENDITA MEDIE E GRANDI
Nelle giornate festive e prefestive sono chiuse le medie e grandi strutture di vendita, nonché gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati. Nei giorni feriali, il gestore dei richiamati esercizi deve comunque predisporre le condizioni per garantire la possibilità del rispetto della distanza di sicurezza interper-sonale di un metro, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione. In presenza di condizioni strutturali o organizzative che non consentano il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro, le richiamate strutture dovran-no essere chiuse.
La chiusura non è disposta per farmacie, parafarmacie e punti vendita di generi alimentari, il cui gestore è chiamato a garantire comunque il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro, con sanzione della sospensione dell’ attività in caso di violazione.

17. CENTRI SPORTIVI
Sono sospese le attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri be-nessere, centri termali (fatta eccezione per l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza), centri culturali, centri sociali, centri ricreativi.


DISPOSIZIONI REGIONALI

Come da disposizioni dell’Ordinanza del Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano dell’8 Marzo 2020, chiunque sia rientrato in Puglia, dal 7 Marzo in poi, da questi territori, ha l’obbligo di:
· restare a casa o domicilio in ISOLAMENTO per 14 giorni;
· chiamare subito il tuo medico curante o compilare il modulo online per dichiarare di essere rientrato in Puglia (link al modulo: https://www.sanita.puglia.it/autosegnalazione-coronavirus);
· non spostarsi o viaggiare per 14 giorni;
· rimanere raggiungibile per le attività di sorveglianza;
· avvertire subito il proprio medico o l’operatore di sanità pubblica se compaiono sintomi.
Chi non rispetta l’Ordinanza commette un reato ed è passibile di azione penale.È possibile leggere il testo completo dell’ordinanza qui: http://rpu.gl/ord-080320-1130

Nel portale dedicato della Regione Puglia sono disponibili aggiornamenti in tempo reale: www.regione.puglia.it/coronavirus

La Regione Puglia ha istituito un Numero Verde, attivo dalle 8.00 alle 22.00: 800713931

Cosa fare caso per caso: http://www.regione.puglia.it/coronavirus-cosa-fare


MISURE IGIENICO-SANITARIE

a)      Lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mai;

b)      Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;

c)      Evitare abbracci e strette di mano;

d)     Mantenimento, nei contatti sociali, di una distanza interpersonale di almeno un metro;

e)      Igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);

f)       Evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva;

g)      Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani; h) coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;

h)      Non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;

i)        Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;

j)        Usare la mascherina solo se si sospetta di essere malati o se si presta assistenza a persone malate


Sanzioni ipotizzabili per le violazioni alle prescrizioni per il contrasto alla diffusione del Virus COVID-19 (Art. 4 comma 2. D.P.C.M. 08 marzo 2020)
“Salvo che il fatto costituisca più grave reato il mancato rispetto degli obblighi di cui al presente Decreto è punito ai sensi dell’art. 650 c.p. come previsto dall’art. 3 comma 4 del D.L. 23.02.2020. n. 6”. Si veda inoltre il combinato disposto degli art. 438 e 452 c.p. per il quale “chiunque cagioni la diffusione di un epidemia nella quale trovino la morte più persone è punito con la pena della reclusione da tre a dodici anni”

Tutti gli aggiornamenti sul sito del Ministero della Salute: http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/homeNuovoCoronavirus.jsp

Area degli allegati

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

 

Altri hanno letto anche:

Necrologi

Necrologi - Domenica, 22 Dicembre 2019

Ricordo di Nicola Putignano

Necrologi - Sabato, 23 Febbraio 2019

Cordoglio

Auguri

Auguri - Domenica, 15 Luglio 2018

Congratulazioni a Sabrina Silvestri

Auguri - Venerdì, 15 Novembre 2013

I tuoi auguri a...

Auguri - Martedì, 03 Gennaio 2012

Buon anno con il calendario di NOCI24.it

Pubblicità

La pubblicità
Pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 486 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 

FUORI CITTA'

Provincia di Bari Bat, emergenza COVID-19: tante persone denunciate per violazioni all’art.650 c.p., furto…

20-03-2020

COMUNICATO - In questi ultimi giorni molteplici sono state le violazioni ai sensi dell’art. 650 del C.P. rilevate dai Carabinieri...

Sequestro di cocaina e marijuana grazie al fiuto del cane delle Fiamme Gialle Lady

05-03-2020

BARI - Nell’ambito del costante controllo del territorio volto alla repressione dei traffici illeciti - coordinato dal I Gruppo della...

Cala il sipario sul Carnevale di Putignano: sospesa la festa della pentolaccia

29-02-2020

PUTIGNANO (Bari) - «A causa dei recenti avvenimenti che stanno interessando il nostro Paese – dichiara la sindaca di Putignano...

Andria - Sequestrati reperti archeologici

27-02-2020

Andria (Bat) - I Carabinieri della Compagnia di Andria hanno conseguito un importante risultato nel contrasto al mercato illecito dei beni...

Carnevale di Putignano: il programma di questo weekend

22-02-2020

NOCI (Bari) - Dopo il successo dell’ultima parata mascherata, che ha visto la presenza di circa 20mila spettatori, l’allegria e...

626° Carnevale di Putignano: VOCODER al giovedì delle vedove con SELECTORS - musica in vinile

30-01-2020

PUTIGNANO (Bari) - I festeggiamenti del Carnevale di Putignano, fra i più antichi d’Italia e i più lunghi d’Europa, entrano...

NECROLOGI

Ricordo di Nicola Putignano

22-12-2019

Il 18 dicembre 2019 è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari e dell'intera città il prof. Nicola Putignano, docente...

Muore il 42enne Mirko Quarato: oggi i funerali in Chiesa Madre

24-04-2019

NOCI (Bari) - Non ce l'ha fatta a sopravvivere il giovanissimo Mirko Quarato dopo il pericoloso incidente che lo aveva...

Cordoglio

23-02-2019

La Dirigente Scolastica, prof.ssa Rosa Roberto, con l’intera comunità scolastica dell’IIS “Da Vinci – Agherbino”, partecipa al dolore della professoressa...

LETTERE AL GIORNALE

Vito Plantone: "Andrà tutto bene"

15-03-2020

COMUNICATO - Ci sentivamo invincibili. Pensavamo che il mondo fosse controllabile semplicemente dal nostro salotto di casa e tenendo tra...

“Ed elli avea del cul fatto trombetta”

13-03-2020

LETTERE AL GIORNALE - "Perché mi serve un nemico?" chiese Paperone a Rockerduck. Il mio è la pigrizia che combatto...

8 Marzo, Giulia Basile: "Anche questa volta le donne saranno capaci di aiutare"

08-03-2020

NOCI (Bari) - Quest'anno il rumore dell'8 Marzo ha il rumore del pianto: piove. La prima cosa che ho pensato...

Mottola "Noci conceda la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre"

10-11-2019

LETTERE AL GIORNALE - In una nota stampa l'avvocato e saggista storico, Josè Mottola, riflettendo su quanto accaduto nelle scorse...

Nisi "Da una periferia, ai dirigenti del Partito Democratico"

13-08-2019

LETTERE AL GIORNALE - È il mio partito. E lo è soprattutto perché è democratico. C’è, nel PD - come, ad...

Cani randagi tra via Ortolani e via Roma: lettera di segnalazione

05-08-2019

NOCI (Bari) - Riceviamo e pubblichiamo la lettera che un lettore di Noci24.it ha voluto inviare al Sindaco di Noci...