Pubblicità

Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità Assinotar 2017 luglio 1

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -

Indice articoli


Art. 6 - Determinazione dei valori venali per le aree fabbricabili
1. Il valore delle aree fabbricabili è quello venale in comune commercio, come stabilito nel comma 6 dell'art. 5 del D.lgs n. 504 del 30.12.92 .
2. Ai sensi e per gli effetti dell'art. 59, lett. g) del D.Lgs. 446/97, la Giunta Comunale annualmente procede alla determinazione del valore venale delle aree edificabili.
In caso di mancata adozione della delibera suddetta, si confermano i valori venali dell'anno precedente.
3. Fermo restando la determinazione della base imponibile di cui ai commi precedenti, l'imposta è dovuta sui valori ridotti nelle percentuali e per tipologie di cui all'allegato "A", come riformulato a seguito degli emendamenti approvati, che forma parte integrante del presente regolamento.
4. Non si fa luogo ad accertamento di loro maggiore valore nel caso in cui l'I.C.I. dovuta sulle aree edificabile risulti tempestivamente versata sulla base dei valori non inferiori a quelli stabiliti di cui ai commi 2 e 3.2
5. Relativamente alle zone "S", in assenza della puntuale definizione dell'intervento da realizzare (piano attuativo o permesso a costruire),l'imposta sarà calcolata sul valore minimo determinato dalla deliberazione comunale per le suddette zone"S";3

Art. 7 - Versamenti effettuati da un contitolare
1. I versamenti ICI si considerano regolarmente effettuati anche se operati da un contitolare per conto degli altri.

Art. 8 - Fabbricato parzialmente costruito
1. In caso di fabbricato in corso di costruzione, del quale una parte sia stata ultimata e per la stessa sia stato richiesto l'accatastamento, le unità immobiliari appartenenti a tale parte sono assoggettate all'imposta quali fabbricati a decorrere dalla domanda di accatastamento. Conseguentemente, la superficie dell'area sulla quale è in corso la restante costruzione ai fini impositivi, è ridotta in base allo stesso rapporto esistente tra la volumetria complessiva del fabbricato risultante dal progetto approvato e la volumetria della parte già costruita ed autonomamente assoggettata ad imposizione come fabricati.
Art. 9 - Abitazione principale
1. In aggiunta alla fattispecie di abitazione principale, considerate tali per espressa previsione legislativa (abitazione nella quale il contribuente, che la possiede a titolo di proprietà, usufrutto o altro diritto reale di godimento o in qualità di locatario finanziario, e i suoi familiari, dimorano abitualmente; unità immobiliare, appartenente a cooperativa edilizia a proprietà indivisa, adibita a dimora abituale del socio assegnatario; posseduta nel territorio del Comune a titolo di proprietà o di usufrutto da cittadino italiano residente all'estero per ragioni di lavoro, a condizione che non risulti locata), ai fini dell'aliquota ridotta e/o della detrazione d'imposta, sono equiparati all'abitazione principale: due o più unità contigue, occupate ad uso di abitazione dal contribuente e dai suoi familiari, a condizione che venga comprovato con idonea documentazione che le stesse siano durevolmente ed esclusivamente adibite ad abitazione principale .
1-bis. E' equiparata ad abitazione principale, ai fini dell'aliquota ridotta e delle detrazioni di cui all'art.8 commi 2 e 2-bis del D.Lgs. 504/92, anche quella posseduta da soggetto passivo che, a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, non risulta assegnatario della casa coniugale, a condizione che il soggetto passivo non sia titolare del diritto di proprietà o di altro diritto reale su un immobile destinato ad abitazione situato nello stesso comune ove è ubicata la casa coniugale..2
2. L'importo della detrazione per l'abitazione principale è stabilito nella misura di € 144,61 (centoquarantaquattrovirgolasessantuno). In caso di mancata adozione della deliberazione di variazione entro i termini previsti per l'approvazione del bilancio di previsione, rimane confermata la detrazione prevista per l'anno precedente.3
Art. 9/bis- Ulteriore detrazione per l'abitazione principale
1. In aggiunta alla detrazione per l'abitazione principale, determinata annualmente con deliberazione
di Consiglio Comunale ai sensi dell'art. 8 del D.Lgs. 504/92 e successive modificazioni ed
integrazioni, si riconosce una ulteriore detrazione di imposta di € 112,00 ai soggetti passivi in pos_
sesso dei seguenti requisiti:-
· Ultrasessantacinquenne (età compiuta al primo gennaio dell'anno di riferimento dell'imposta)
unico componente del nucleo familiare e con reddito annuo lordo non superiore a € 6.750,00;
· Ultrasessantacinquenne (età compiuta al primo gennaio dell'anno di riferimento dell'imposta)
con familiari a carico o con coniuge ultrasessantacinquenne e con reddito complessivo annuo lordo del nucleo familiare non superiore a € 13.500,00;
· Nucleo familiare al cui interno è presente un portatore di handicap al 100% al primo gennaio dell'anno d'imposta e con reddito complessivo annuo lordo non superiore a € 21.000,00;4
1 bis. In aggiunta alla detrazione per l'abitazione principale si riconosce un'ulteriore detrazione di imposta nella misura di € 50,00 per i nuclei familiari composti da una o più persone con reddito complessivo annuo lordo non superiore a € 21.000,00;5
Ai fini della determinazione del reddito si fa riferimento al reddito relativo all'anno precedente.6
2. Il riconoscimento del beneficio dell'ulteriore detrazione di cui al comma 1 e 1 bis.,7 è subordinato
alla condizione che il soggetto passivo di imposta possieda il solo appartamento adibito ad abitazione principale ed eventuale annesso box e/o cantina quale unico immobile al 1° gennaio dell'anno d'imposta e che nessun componente del nucleo familiare possieda altri immobili alla stessa data.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Dalla prima pagina

Pubblicità

Pubblicità

Dulciar Natale 2017

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 131 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook